IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO
QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO: ALLOWING FREQUENCIES TO INCREASE YOUR WELL BEING OF MIND AND BODY

lunedì 23 giugno 2008

P. Deunov, medicina spirituale: non credete alla malattia


Non credete alla malattia, non credete alla pressione sanguigna. Le malattie sono un'illusione, sognate qualcosa: un orso, un lupo o un serpente vi perseguita, voi correte, vi spaventate, ma quando vi svegliate non c’è più niente, tutto è già passato. Quando la fede, la speranza e la ragionevolezza nell’uomo si riducono, l’uomo comincia ad avere problemi con la pressione arteriosa.

Se l’attività della mente e del cuore si riducono, l’uomo comincia ad avere problemi con la pressione arteriosa. Non spaventatevi per la pressione del sangue, ma cominciate a sviluppare la speranza dentro di voi.

Le malattie non esistono. Nel mondo esistono degli stati morbosi, ma le malattie no. Gli stati morbosi sono il risultato di specifici stati psicologici negativi attraverso i quali l’uomo passa.

La malattia è una necessità. Molte volte nelle persone si accumulano dei grassi, rimangono delle sostanze non organiche. Se continua così, il cuore dell’uomo può fermarsi e può perdere la vita. Perciò viene catturato da una malattia che in uno - due mesi scioglierà i grassi inutili. Che male c’è nel fatto che sia stato malato? La malattia ha un suo senso.

Non ho visto mai una malattia che sia venuta per fare del male. Ogni malattia porta una benedizione. Dopo ogni guarigione l’uomo diventa più ragionevole, più accorto, si mette al posto degli altri.

Tramite le malattie il mondo invisibile mette alla prova la fede, la pazienza, l’Amore e la saggezza dell’uomo. Quanto più forte e concentrato è il pensiero dell’uomo, tanto più facilmente potrà guarire. È sufficiente dire solo una parola per guarire. Vi sono delle parole che agiscono in modo magnetico. Perciò viene richiesta una certa conoscenza, quando e come dirle.

Ogni idea, ogni virtù che può essere realizzata e alla quale l’uomo dedica la propria vita l’aiuterà a guarire.

Se vi ammalate, cominciate a parlare con la malattia con gentilezza, a ringraziarla per avervi visitato. Dopo averla trattata con cortesia, essa vi abbandonerà. Le malattie non sono nient’altro che esseri viventi che fanno soffrire l’uomo. Le persone vengono educate tramite le malattie. Quando una persona si rivolge a Dio con la richiesta di liberarla da questi esseri, riceve una risposta alla sua preghiera. La risposta è la sua guarigione. Solo Dio ha la forza di comandare sia agli essere cattivi, che agli esseri buoni.

Ogni malattia è un compito per l’uomo. Chi risolve correttamente il proprio compito da solo trova il benessere che è nascosto nella malattia.

Quando una malattia viene da voi, chiedetele che cosa vuole, con che cosa potete aiutarla. Ditele che siete pronti a fare di tutto per lei. Le malattie sono fuori di voi. Se vi fa male la gamba, ditele che passerà e dimenticatevene. Questo è un dolore fisico e non è un dolore della persona stessa.

Quanto più pesante è stata la malattia attraverso la quale una persona è passata, tanto più forte lei è diventata. Le grandi prove, le malattie pesanti portano grandi beni ed acquisizioni

Tutte le malattie mostrano che le cellule dell’organismo di un determinato posto hanno bisogno di cibo. Finché non avete questa concezione, non potete comprendere le malattie. Per esempio, se comincia a farti male la testa, la causa del mal di testa è nello stomaco. Se comincia a farti male lo stomaco, la causa del mal di stomaco è nella testa. Vi è una polarizzazione. Vi è un riflesso. Le malattie vengono secondo la legge del riflesso. Notate, se vi fa male qualcosa e viene un’altra malattia più grande, questa piccola malattia scompare. Se viene un’altra ancora più grande, la seconda scompare. Quindi ogni malattia è dovuta a qualche impedimento nell’organismo.

Nello stato ipnotico, nel sogno magnetico, se suggestionate una persona che la sua mano è bruciata, può formarsi una vescica.
Ogni malattia è una conseguenza di errori compiuti nel passato o nel presente. Le malattie della nostra epoca, invece di diminuire, aumentano. Fino a quando questo continuerà? Fino a quando gli umani giungeranno alla consapevolezza di cercare le cause delle malattia in sé stessi e dopo averle trovate di eliminarle. Quando l’uomo infrange le leggi della Grande Natura Ragionevole, si ammala. Le malattie dello stomaco e del sistema digerente provengono dai sentimenti alterati delle persone, mentre dallo sdoppiamento della coscienza provengono le diverse malattie dei nervi.

Gli stati negativi nell’essere umano creano dei residui e delle intossicazioni nell’organismo. Le persone che custodiscono nelle loro menti idee vecchie e le proteggono fanaticamente, subiscono una notevole riduzione della memoria. Il sospetto, il dubbio e la mancanza di fede spesso diventano causa di disordini del fegato. Perciò è utile che ogni persona trovi delle forze in sé per trasformare gli stati cattivi, come la rabbia, l’invidia, la gelosia, la diffidenza, liberandosene come da veleni pericolosi. Il loro continuo coltivarle porta alle malattie.

Secondo le mie concezioni, la persona sana è quella che ha una buona predisposizione anche nelle fatiche più grandi; chi perde la propria predisposizione nelle fatiche della vita è malato".

mercoledì 18 giugno 2008

NOTE DI FISIOLOGIA SPIRITUALE

Il SANGUE può a ragione essere definito il prodotto più nobile del nostro organismo, e' il veicolo dell'Io. Tutto quello che noi sperimentiamo nella vita attraverso le nostre vicissitudini in termini di volontà, sentimenti, sensazioni, rappresentazioni ecc. vanno a fare parte del grande serbatoio che costituisce il contenuto dall'anima; tuttavia ognuno di noi gestisce tutte queste cose in termini assolutamente personali e quindi la stessa situazione vissuta da due persone può essere vissuta in modo assolutamente diverso; tutto questo presuppone che al di là e prima dei contenuti che vanno via via riversandosi nel detto serbatoio, vi sia qualche cosa che gestisce il tutto in termini assolutamente originali, qualcosa che pur essendo sempre sé stesso, si modifica continuamente in virtù dell'assimilazione continua del contenuto del serbatoio, avendo una capacità intrinseca di mantenere, senza soluzione di continuità, la coscienza del sé, e questo dall'inizio dei tempi. Potremmo chiamarlo l'intimo centro dell'anima.

Il sangue si comporta come una lavagna a due facce, da un lato si apre verso il mondo esterno utilizzando i messaggi e le rappresentazioni veicolate dal sistema nervoso, dall'altro si espone al mondo interno, rappresentato dagli organi interni. Ma, mentre quando si apre ai mondi esterni esso e' assolutamente cosciente (cervello), nel suo contatto con i mondi interni (milza, fegato e cistifellea), esso piomba in una sorta di incoscienza.

Il SISTEMA NERVOSO SIMPATICO serve da connessione tra gli organi interni (fegato, milza e cistifellea) ed il sangue. La funzione del sistema simpatico serve a porsi come diaframma verso il sangue; infatti tutte le attività degli organi interni disturberebbero considerevolmente la nostra consapevolezza se venissero a coscienza. Tutte le consapevolezze degli organi interni vengono quindi a caratterizzare il contenuto del nostro subconscio.

Nell'organismo umano dobbiamo anche distinguere organi e funzioni soggette prevalentemente alla sfera metereologica, piuttosto che a quella astronomica.
Tra gli organi che si aprono alla sfera metereologica dobbiamo annoverare il fegato, la vescica urinaria e tutto quello che ha configurazione vescicolare, il polmone, e per taluni versi il cuore.

Il CUORE tende ad ammalarsi quando la nostra attività fisica non sviluppa calore sufficiente e anche quando si viaggia molto, per cui si e' fermi ma contemporaneamente in movimento.

La VESCICA URINARIA è essenzialmente un organo traente, essa agisce in quanto é una cavità che trae a sé; ha la stessa azione di una bolla di gas nell'acqua. L'uomo disturba questa funzione quando ha poche occasioni di compiere correttamente certi movimenti interni; ad esempio quando inghiotte senza masticare, quando non osserva una giusta misura tra il riposo ed il moto. Si potrà migliorare questa patologia trasferendosi in ambienti in cui ci sia un'aria più ricca di ossigeno. L'essere costretti a respirare in modo più intenso, indurrà inconsciamente a portare maggiore attenzione al processo respiratorio, il quale si ripercuoterà sulla regolazione degli altri processi organici.

Il FEGATO si ammalerà sopratutto in concomitanza delle condizioni dell'acqua locale. Il gusto stimola lo sviluppo del fegato, ma se la stimolazione diventa eccessiva si va incontro ad una degenerazione del fegato; quindi un eccessivo godimento dei cibi porta ad una patologia del fegato. Altro fattore che influenza in modo negativo la funzionalità del fegato e' la presenza di calcio nell'acqua locale, quindi eliminando al massimo grado il calcio dall'acqua che si beve e con cui si cucina, si favorisce molto il corretto funzionamento del fegato.

I POLMONI sono strettamente collegati alla costituzione del suolo su cui si vive; un suolo di natura calcarea farà tendere il polmone verso la sclerosi, uno di natura silicica verso il catarro e altri fenomeni irritativi. Va poi considerato che un disagio dei polmoni rispetto al suolo può anche manifestarsi attraverso malattie che si collocano al di sopra di essi, per esempio, una degenerazione dei vasi cardiaci potrebbe dipendere da una tendenziale degenerazione dei polmoni.

fonte:http://www.onir.it/fisiologia%20o/fisiologia%20o.html

martedì 17 giugno 2008

HORROR HOSPITAL

La cronaca recente ha messo in evidenza una clinica milanese degli orrori e del peggio dell'etica e della coscienza dei "dotti" in medicina.
Mi fa riflettere però, che questo "caso" suoni più da cronaca nera che da riflessione sulla sanità e sulla medicina... già della omeopatia, invece, si può titolare come è successo di recente per un triste caso fiorentino, che la "omeopatia UCCIDE", qui.... insieme ai molti altri casi di operazioni mal riuscite, di diagnosi sbagliate o di abusi chirurgici... siamo nel caso della cronaca nera...ma che questo modo di fare medicina uccida - altro che la omeopatia!- e sia fuori dubbio crudele , appare più che evidente.

Ecco qualche nota in più comunque sul caso milanese:

"Nel 2005, sono morte nei reparti di riabilitazione degli ospedali lombardi 569 persone, di cui 74 (il 13%) solo in quello della clinica Santa Rita. "Alla clinica Santa Rita - annota la Guardia di Finanza nella relazione di indagine che ha portato agli arresti - si concretizzava il miracolo della moltiplicazione degli interventi e dei ricoveri perché si riusciva a raggiungere i livelli di strutture specialistiche di eccellenza che hanno un numero di posti letto superiore di 10 o 20 volte".
Nella casa di cura milanese, tra il 2005 e il 2006, sono passati migliaia di pazienti. E decine di questi, accertati dalle indagini, sarebbero stati operati quando non ce n’era alcun bisogno, per gonfiare i rimborsi della Asl: ablazioni del seno, interventi ai polmoni, chirurgia invasiva al posto di semplici terapie farmacologiche.
In totale, 93 casi scoperti dai militari del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Milano. Ottantotto episodi di lesioni, e cinque decessi.
Uno "scenario inquietante", scrive il gip Curami, "per intensità e sproporzione", che nel 2005 ha contribuito a far raggiungere alla clinica un volume d'affari di 54 milioni di euro. Intanto, decine di ex pazienti operati nella clinica, nel panico, chiedono aiuti alla procura e ai finanzieri. "
L'inchiesta sulla sanità privata milanese è cominciata un anno e mezzo fa, con il sequestro in Regione della documentazione di tutti rimborsi 2005-2006 pagati alla sanità privata: nel mirino una decina di cliniche. La "smania" di eseguire il numero più alto di operazioni chirurgiche possibile - così la definiscono i pm milanesi Grazia Pradella e Tiziana Siciliano, del dottor Pier Paolo Brega Massone della clinica Santa Rita - sembra emergere da alcuni passaggi di una telefonata intercettata tra lo stesso Brega Massone e Gianluca Merlano, anch'egli coinvolto nella indagine.
Merlano: "Cioè tu pescavi dall'Oltre Po pavese?".
Brega Massone: "Ma io pescavo dappertutto, da Lodi, dove tiravo fuori le mammelle, poi ho cominciato a pescare anche i polmoni... dall'Oltre Po pavese, da Pavia, da Milano ormai perché comunque tutti i miei ex pazienti in istituto mi seguono e ancora adesso.... ".
Merlano: "Sì, sì'".
Brega Massone: "... se tu prendi 800 euro per polmone, sette per otto fa 5.600 euro....".
Merlano: "Uhm".
Brega Massone: "I numeri sono questi! Cioè o tu fai 15 polmoni, o altrimenti non puoi pagare una equipe.... E per fare 15 polmoni... auguri... e no, dico, poi se sei fortunato che in un mese ti arrivano quattro politraumi e non so dieci fratture costali, ma cosa fai ti metti ad operare dieci fratture costali perché non hai pazienti?".
L’inchiesta ha portato all’arresto di 14 persone (12 ai domiciliari) con le accuse di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà, lesioni gravi e gravissime, truffa (si sospettano 2,5 milioni di euro truffati al Servizio Sanitario Nazionale). Inoltre, in base alla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, la stessa clinica viene indagata come ente giuridico. In carcere sono finiti il primario della chirurgia toracica, Massone, e il dottor Pietro Fabio Presicci, stretto collaboratore del primario. Gli alti agli arresti domiciliari.
Il reato di omicidio aggravato dalla crudeltà si riferisce a cinque anziani pazienti, fortemente debilitati, operati senza che fosse necessario e morti in conseguenza all’atto chirurgico. Invece, il reato di lesioni gravissime viene contestato per operazioni inutili, o non necessarie, spesso su malati anziani o terminali. La lista degli orrori è lunga e dolorosa: pazienti affetti da tbc operati di pneumectomia; asportazioni di mammelle (mastectomie) a donne in giovane età, quando sarebbe bastata l’asportazione di un nodulo in anestesia locale; una donna anziana operata tre volte (per un rimborso di 12mila euro ad intervento), quando sarebbe stata sufficiente un’unica operazione. Inoltre spesso il consenso informato non sarebbe stato firmato dal paziente.
Il quadro delineato, ha detto il gip, "lascia effettivamente sbalorditi per la mancanza di ogni considerazione per il paziente e per la sua sofferenza", per interventi chirurgici definiti inutili ed estremamente pericolosi, oppure catalogati solamente come "puro accanimento terapeutico". Oppure interventi «avventati» o «inspiegabili, come l'asportazione di polmoni o di lobi di polmoni per chi aveva la tubercolosi (o una semplice pleurite) o la quadrantectomia mammaria a una giovane di 28 anni che non aveva un carcinoma ma solo una fibrosi. Lo «scarso interesse mostrato nei confronti del paziente» viene a galla anche da un dialogo intercettato in cui Scarponi, definito da una collega «macchina da guerra», non si fa scrupoli per reimpiantare una protesi non sterilizzata su un novantenne, o in un'altra conversazione in cui Brega Massone insiste, inutilmente, con i colleghi dell'ospedale San Carlo per operare una ultranovantenne al seno. Così, com'è stato appurato, i medici alla fine del mese potevano anche trovarsi stipendi di decine di migliaia di euro.

fonte: http://viaggioallucinante2punto0.blogspot.com/2008/06/horror-hospital.html

domenica 1 giugno 2008

COMMONWEAL: CENTRO EDUCATIVO PER CHI HA IL CANCRO

In California, a Bolinasis esiste un istituto di ricerca no-profit legato all'ambiente e alla salute, fondato nel 1976, che organizza programmi per contribuire alla salute e all'ecosistema.
Aiuta primariamente le persone affette da cancro con un programma residenziale.

Attraverso l' Institute for the Study of Health and Illness, viene fornito supporto a medici, studenti di medicina e altri professionisti della salute, desiderosi di ristabilire i principi della guarigione accanto alle pratriche della medicina, sviluppando un profondo senso esistenziale.

Nel centro vengono anche aiutati i bambini e i giovani con il Commonweal Juvenile Justice Program, sostengono inizitive anche internazionali che contribuiscono alla salute umana e ambientale
La New School permette ai partecipanti di relazionare con importanti personalità che operano nel diffondere ed incoraggiare lo sviluppo delle coscienza sul fatto che la salute umana e quella ambientale sono interconnesse.
Si può partecipare di persona, in teleconferenza, o via Internet. La New School è un servizio gratuito.