IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO
QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO: ALLOWING FREQUENCIES TO INCREASE YOUR WELL BEING OF MIND AND BODY

lunedì 28 dicembre 2009

LA NORVEGIA SOPPRIME L'ARGENTO COLLOIDALE...

In Norvegia la paura della popolazione continua a crescere in maniera esponenziale in vista della nuova possibile mutazione del virus dell'influenzale H1N1. A questo scenario di paura collettiva se ne è ora aggiunto un altro ancora più inquietante: i mezzi di comunicazione norvegesi hanno riferito di irruzioni della polizia presso i fornitori di prodotti medicinali alternativi; vere e proprie incursione pianificate contro la “medicina alternativa”.


Nessuno riesce a comprendere come mai le autorità abbiano imposto queste simili restrizioni visto che sono molto note le virtù benefiche delle vitamine e dell'argento colloidale; queste sostanze hanno dimostrato la loro efficacia ad un prezzo competitivo. Tutto il mondo sa che la vitamina C, la vitamina D e l'argento colloidale rafforzano e proteggono il sistema immunitario, ma la polizia norvegese le hanno sottoposte a restrizione, assieme ad altri prodotti naturali.

Da alcune indiscrezioni pare che il governo norvegese stia cercando di “proteggere” i cittadini affinché non scelgano protocolli terapeutici alternativi che non garantiscono - sempre secondo le autorità - sufficiente protezione contro i virus mutanti. È evidente che i governanti voglio convincere i norvegesi, privandoli delle “medicine alternative” e quindi con la forza, a vaccinarsi con un cocktail velenoso a base di mercurio, squalene ed altre sostanze chimiche estremamente dannose, un vaccino che non è stato neppure testato ufficialmente.

Provate ad indovinare perché non è stato testato. Che risultati potevano scaturire da un simile miscuglio di veleni ?

Da indiscrezioni sembrerebbe che anche in certe zone della vicina Italia l'argento colloidale non sia più reperibile in alcune farmacie, neppure facendo richiesta presso i loro fornitori. Sarà un caso?

La NASA, l'agenzia spaziale degli Stati Uniti, raccomanda l'argento colloidale ai suoi astronauti perché si è scoperto che è uno dei modi più efficaci per prevenire le malattie e la creazione di organismi virali di ogni tipo.

Incrementare i livelli di vitamina C e D significa rafforzare il sistema immunitario. E questo certe lobby norvegesi lo sanno!

Regione Tedesca vuole cancellare contratto fornitura vaccini antisuina: troppe poche le adesioni...


Da: http://www.ecplanet.com/node/960


La regione tedesca (lander) di Brema ha comunicato di voler annullare il contratto stipulato con l’industria farmaceutica per i vaccini contro l’influenza suina visto la bassissima adesione alla vaccinazione.

Secondo le stime delle autorità locali soltanto il 4% della popolazione di Brema ha ricevuto il vaccino e la regione così resta con un milione di dosi inutilizzate e con un conto da pagare di 30 milioni di Euro.

Brema vorrebbe annullare l’ordine dei vaccini contro l’influenza suina [traduzione a cura di Maria della notizia riportata dal sito tedesco pr-inside.com/de, che a sua volta proviene dall'agenzia di stampa tedesca ddp].

La regione di Brema vuole impegnarsi per annullare i precedenti accordi per gli acquisti di vaccini contro l’influenza suina. La portavoce dell’autorità sanitaria rende nota di aver inoltrata tale richiesta ai governi delle altre regioni:

“Vogliamo raggiungere un accordo con tutte le regioni federali prima delle feste natalizie.”

Finora soltanto il 4 % della popolazione avrebbe ricevuto la vaccinazione. C’è da aggiungere che adesso basta una sola dose di vaccino invece che due come inizialmente congetturato. Il vaccino che doveva bastare per un 30% della popolazione era invece sufficiente per il 60% della popolazione - dice la portavoce - E questo in ogni caso non è necessario [dato che pochissimi si vaccinano - N.d.T.].”

Il problema è che le mutue ed assicurazioni rimborsano soltanto i vaccini usati. La regione potrebbe così rimanere scoperta un costo di 30 milioni di Euro.

A Brema si conta di risparmiare quei 30 milioni attraverso un annullamento dell’ordine dei vaccini.

sabato 19 dicembre 2009

SALUTE E BUON UMORE...

Non è poi così frequente sorridere di semplice buon umore di questi tempi, intendo senza forzarlo con "tecniche" e terapie...Sorridere è tuttavia una buona fonte di equilibrio e salute. Il mondo animale e la creatività umana sono ancora una fonte.. Dunque nel seguito una carrellata che ho scelto, per offrire un po' di sano buon umore durante la giornata!


PER UN FUTURO DA GIOCOLIERE...










QUANDO SI DICE COLLABORAZIONE...











UN PO' DI GINNASTICA PER TENERSI IN FORMA...








SIMPATIZZANTE  FUTURISTA...
LA VELOCITA' IN AZIONE!








UN CONFLITTO DI IDENTITA'?








C'E' SEMPRE UNA CHANCE NELLA VITA...







 FRATERNITA' TRA LE RAZZE...








E' PROPRIO UN MONDO ALL'INCONTRARIO...








MA QUI NON C'E'  PROPRIO NESSUNO? 










MI PIACE LA COMPAGNIA... 




 NIENTE FORMALISMI... ADATTIAMOCI...








OCCHIO: IL NEMICO E' SEMPRE DIETRO L'ANGOLO...









 QUANDO SI DICE CURIOSITA'...








CORRERE STANCA... 








....GIUSTO, CI VUOLE UN RELAX! 







Fonte foto:
http://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2009/12/19/Stunningly-Beautiful-Photos-Part-II.aspx

venerdì 18 dicembre 2009

"CON UN BUON SISTEMA IMMUNITARIO NON CI SI AMMALA":ANCHE UN NOBEL LA PENSA COSI...


Luc Montagnier è lo scienziato che, nel 1983, ha dichiarato di aver scoperto il retrovirus HIV ritenuto essere responsabile della sindrome AIDS. Per tale motivo gli è stato assegnato nel 2008 il premio Nobel per la medicina.

Nel corso di questi venticinque anni la sua scoperta è stata ampliamente contestata da numerosi altri scienziati tra i quali Peter Duesberg, il massimo virologo esistente, autore del libro “Aids: il virus inventato”, Kary Mullis, premio Nobel 1993, Papadopulos. Turner, Papadimitriou, scienziati australianì, Heinz Ranger, premio Koch nel 1978, Alfred Hassig, professore di immunologia all’università di Berna, De Marchi e Franchi autori del libro “Aids la grande truffa” e tanti altri tra i quali spicca Stefan Lanka. Lanka venne accusato di 14 omicidi e di cinquecento tentati omicidi per aver affermato che, non essendo riuscito ad isolare il retrovirus Hiv, dichiarava ufficialmente errate le scoperte di Montagnier. Subì un processo penale ma fu assolto perché non si trovò alcun scienziato disposto a giurare di aver isolato tale retrovirus (sentenza del Tribunale di Gottingen del 24/2/97). Naturalmente i media non ne hanno mai fatto menzione.


Nel frattempo Montagnier ha però riscontrato che sempre più persone, pur avendo avuto diagnostica di sieropositività , non hanno sviluppato la sindrome dell’Aids e , pertanto, afferma:

“…..alcuni individui si infettano (Hiv) ma non sviluppano la malattia (dell’aids) e mantengono spontaneamente sotto controllo la replicazione del virus: Questi individui vengono chiamati èlite proprio perché il loro sistema immunitario ha trovato il sistema giusto per bloccare il virus. La nostra speranza sta nello studio di questi individui (pag. 9 Nova “Il sole24 ore” – 11 dicembre 2008)

“…..test genetici possono rilevare fattori ossidativi………..lo stress ossidativo può creare una mutazione del DNA ed è sovente correlato anche allo stress psicologico…………Mens sana in corpore sano ……bisogna convincere medici e politici…..) (trasmissione televisiva “Che tempo che fa” Rai 3 – 1 febbraio 2009)

“L’aids non porta necessariamente alla morte, specialmente se si eliminano i co-fattori che supportano la malattia. E’ molto importante dare a questi co-fattori lo stesso peso che diamo all’hiv: I FATTORI PSICOLOGICI SONO DI VITALE IMPORTANZA PER SOSTENERE IL SISTEMA IMMUNITARIO. E se si elimina questo sostegno, DICENDO A CHI E’ MALATO CHE E’ CONDANNATO A MORIRE, BASTERANNO QUESTE PAROLE A CONDANNARLO ( riportato su Wikipedia).

Si può ascoltare in internet su youtube una breve (1 minuto), ma incisiva intervista a Montagnier dal titolo: Nobel Laureate Montagnier, HIV Can be cleared naturally House of numbers che traduciamo:

Montagnier : Possiamo essere esposti all’Hiv molte volte senza essere cronologicamente infettati; il nostro sistema immunitario può far fronte al virus entro poche settimane se si ha un buon sistema immunitario!


Domanda: Se si ha un buon sistema immunitario non c’è pericolo di ammalarsi?
Risposta di Montagnier: Sì!

Domanda: Anche gli africani se hanno un buon sistema immunitario possono evitare il contagio?
Risposta di Montagnier: Sì lo penso. E’ una conoscenza importante che è completamente trascurata. La gente pensa sempre a droghe o vaccini!

Domanda: Succede per denaro?
Risposta di Montagnier: Sì è per profitto!

servizio a cura di Paola Botta Beltramo
fonte: http://www.scienzaespirito.it/files/aids_luc.html

giovedì 10 dicembre 2009

LA CURCUMA E IL SUO POTERE ANTIOSSIDANTE



Prima di tutto accertarsi che la spezia sia di coltivazione biologica, per poter beneficiare veramente delle sue proprietà sulla nostra salute.

La curcuma migliaia di anni fa, veniva usata dalle persone in Cina e in India. La letteratura dice infatti che l'uso della curcuma risale a 10.000 anni fa, in India, quando si dice che il Signore Rama arrivò sulla terra.
Ma anche gli antichi Polinesiani portavano con loro la curcuma durante i loro viaggi incredibili attraverso l'Oceano Pacifico all'attuale Hawaii, dove viene anche usata, con il nome di Olena.
Mentre si triovava in Cina Marco Polo annotò nei suoi diari, nel 1280: "C'è anche un vegetale che ha tutte le proprietà del vero zafferano, anche il colore e il sapore, e tuttavia non è zafferano". In Europa questa spezia viene usata da 700 anni come sostituto dello zafferano.

La curcumina (un curcominoide) è uno dei suoi ingredienti più benefici, che le conferisce per altro il colore giallo. E questo ingrediente  ha un notevole potenzile sulla nostra salute:
- sostiene il sistema immunitario e anche contro lo stress
- aiuta a tenere in buone condizioni il sistema digestivo
- aiuta le ossa, il sistema scheletrico in genere, le giunture
- aiuta a mantere il colosterolo nei suoi livelli normali
- aiuta le fnzioni epatiche e circolatorie

ma soprattutto la CURCUMA e la curcumina fornisocno antiossidanti.
L'ossidazione provocata dai radicali liberi può danneggiare cellule e organi e quindi influire sul processo di invecchiamento
Gli antiossidanti sono anche nutrimenti chiave per:
- sostenere la funzione della memoria
- promuovere la salute del cuore
- incrementare il sistema immunitario

I curcuminoidi contenuti nella curcuma forniscono antiossidanti che sono:
• da 5 a 8 volte più forti della vitamina E - ed anche della vitamina C
• da 3 a volte più potenti dei semi di pompelmo 
• abbastanza forti da spazzar via il radicale idrossile - considerato tra i più reattivi di tutti gli ossidanti

La curcuma pulisce anche la pelle e la mantiene elastica

Fonte: http://organicindia.mercola.com/herbal-supplements/turmeric.aspx
Traduzione Cristina Bassi

LE SPEZIE DELLA SALUTE

martedì 8 dicembre 2009

ALTERNATIVE AGLI PSICOFARMACI NELLA CURA PSICHIATRICA


Psichiatria come Medicina dell'Anima,
di Marco Bertali – Macroedizioni


Quest’opera tratta la salute psichica con un approccio di tipo olistico, che prende in considerazione anche la natura spirituale dell’essere umano. La psichiatria infatti dovrebbe essere intesa sempre meno come mera somministrazione di farmaci e sempre più come cura profonda dell’Anima.


La maggior parte delle problematiche per le quali viene fatta una diagnosi psichiatrica sono in realtà sofferenze psichiche, segnali che la nostra Anima ci lancia per richiamare l’attenzione sui nodi non sciolti della nostra vita.

Psichiatria come Medicina dell’Anima è anche una denuncia durissima dell’uso sconsiderato degli psicofarmaci (meglio definibili con il neologismo di cerebrofarmaci) soprattutto per quei disagi psichiatrici meno gravi (stati depressivi, stati d’ansia, crisi di panico, fobie, disturbi ossessivi, disturbi psicosomatici) che possono essere invece curati con un approccio psicoterapeutico, o più in generale relazionale, e con l’utilizzo di tecniche introspettive e di modifica psico-fisiologica ed energetica (meditazione, yoga, training autogeno,reiki,pranichealing,rioabierto,ecc.).

È qui racchiusa la preziosa testimonianza di uno psichiatra che opera sul campo da più di vent’anni, e ha sperimentato con successo soluzioni “dolci” per moltissimi problemi psicologici, solitamente insabbiati sotto la coltre soffocante di farmaci più o meno potenti, che vengono ancora, nonostante gli effetti collaterali che arrecano, prescritti abbondantemente dietro forti pressioni delle industrie farmaceutiche.

Un’accusa autorevole, dunque, contro le industrie multinazionali del farmaco che, in preoccupante sinergia con i potentati della politica, della cultura e della sanità, esercitano sui professionisti della salute e sui cittadini-utenti uno strapotere che mira ad aumentare a dismisura il mercato del farmaco, creando un clima di paura che favorisce il controllo e l’appiattimento sociale.

Psichiatria come Medicina dell’Anima può anche diventare prezioso strumento per psichiatri, medici, psicologi, altri professionisti della sanità e operatori della salute che vogliano conoscere nuovi percorsi, che interpretino l’essere umano nella sua interezza di corpo, mente e Anima.

Biografia di Marco Bertali: medico psichiatra e psicologo, si è formato in psicoterapia con indirizzo psicosintetico e logoterapico. Ha inoltre approfondito l’ipnositerapia e lo studio degli stati modificati di coscienza, avvicinandosi alla meditazione e a tecniche psico-somatiche di derivazione yoga tra cui l’arhatic yoga e il pranic healing. È membro dell’Associazione Europea di Psicologia Transpersonale, fa parte del comitato scientifico di”Giù le mani dai bambini”,è referente della campagna “S.O.S. Cervello”,è delegato dell’Associazione Vegetariana Italiana.
Dal 1983 lavora come psichiatra a Gorizia presso il Centro di Salute Mentale “Alto Isontino Integrato”;oltre a svolgere l’attività più specificamente istituzionale è responsabile del Centro Diurno “Mare Pensante”e da molti anni si occupa dei rapporti col privato sociale e con il volontariato, di promozione e di educazione alla salute in ambito comunitario e scolastico,di formazione e super-visione di gruppi di auto-mutuo-aiuto e della gestione di seminari per la cura e l’evoluzione psico-spirituale collettiva.

E’coautore del “Manifesto per una psichiatria senza psicofarmaci”( ed. in proprio 1997), co-curatore degli Atti del Convegno”Quanti bei racconti per una psichiatria senza cerebrofarmaci”(ed Ass 2 Isontina,1998), coautore del libro “Il manifesto di Psiche”(ed. Sensibili alle foglie,1999),coautore del cd musicale”La danza dei guerrieri di Psiche”(ed.in proprio,1999),autore del li-bello “Avvicinarsi all’arte della cura psichica”(ed. Ass 2 Isontina,2005),autore del libro”Psichiatria come Medicina dell’Anima”(Macro ed.2006),autore dell’opuscolo”Comprendere e trasformare le proprie paure”(ed Ass 2 Isontina,2008),autore del video con li-bello”Il sacro rituale dei guerrieri di Psiche”(ed.in proprio,2009)