IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

martedì 15 giugno 2010

PET THERAPY CONTRO IL BULLISMO

SETTE CANI E TRE CONIGLI PER RAGAZZI COSIDDETTI "A RISCHIO".


(DIRE - Notiziario Minori) Roma, 10 giu. - La pet therapy come strumento di prevenzione del bullismo a scuola. Partira' il prossimo anno scolastico in 4 scuole medie della provincia di Chieti il progetto che promuovera' attraverso una serie di incontri con gli alunni volti a stimolare le capacita' socio-relazionali e l'integrazione all'interno di 8 classi, e migliorare l'adattamento alla realta' scolastica dei ragazzi cosiddetti "a rischio" e di alcuni alunni diversamente abili, favorendo la riflessione e la sensibilizzazione sul tema del diverso. L'iniziativa, finanziata con fondi della perequazione sociale e promossa dall'Associazione di volontariato amici degli animali (As.a.d.a.) che gestisce il canile comunale di Chieti, in collaborazione con cooperativa Diapason onlus, e' stata presentata stamani presso la sede del Centro di servizio per il volontariato.

Il progetto intitolato "prevenire il bullismo nelle scuole con i nostri amici a quattro zampe", durera' un anno e prevedera' parecchi momenti di incontro tra i volontari dell'Associazione amici degli animali e gli operatori della cooperativa Diapason con i giovani studenti che all'inizio verranno invitati a riflettere sui valori del volontariato, della solidarieta' e rispetto nei confronti degli animali, per poi pian piano arrivare a individuare quei bambini dove piu' e' accentuata l'aggressivita' e la tendenza ad essere un po' il "bullo" della classe. Nei diversi incontri gli operatori cercheranno di stimolare nei ragazzi, attraverso il contatto con alcuni animali.

Sette cani e tre conigli, le loro abilita' empatiche e pro-sociali l'autostima, il senso di responsabilita', l'apprendimento di strategie per superare e gestire situazioni di difficolta'.

Durante la fase del progetto anche gli studenti "diversamente abili" avranno la possibilita' di interagire con l'animale vivo, stimolando in questo modo non solo la loro attenzione, ma anche i loro vissuti emotivi; inoltre saranno invitati a prendersi cura dell'animale attraverso piccoli compiti di responsabilita', quali dargli da mangiare, pulire la gabbia, spazzolare il pelo, educare il cucciolo, ecc. favorendo il senso di fiducia verso le proprie capacita'. E proprio gli alunni "bulli" avranno il compito di affiancare gli alunni con disabilita' in tutte le attivita', insegnando loro il corretto approccio all'animale, le modalita' con cui si educata un cucciolo, come ci si prende cura di un animale".
FONTE: http://www.direnews.it/newsletter_minori/anno/2010/giugno/10/?news=28

Nessun commento: