IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

giovedì 19 agosto 2010

I NOMI DI CHI DIAGNOSTICO' PANDEMIA SUINA ALLA ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA'










Traduzione e sintesi Cristina Bassi, fonte: http://www.naturalnews.com/029441_vaccine_manufacturers_advisors.html

Dopo mesi di stallo, l'Organizzazione Mondiale della Sanita' ( World Health Organization -WHO-) ha finalmente rivelato i nomi dei consulenti chiave per la pandemia che, lo scorso anno, hanno influenzato la sua decisione nel dichiarare la fase 6 pandemica. Tale decisione si rivelo' poi una miniera d'oro per i produttori di vaccini


Come si puo' vedere tale lista include almeno 5 consulenti esperti che hanno ricevuto denaro da aziende produttrici di vaccini. Ecco chi ha ricevuto denaro dalle Big Pharma ed ha poi influenzato la decisione della WHO nel dichiarare la pandemia:

Arnold Monto
professore dagli USA che ha ricevuto denaro dai maggiori produttori di vaccini: GSK, Novartis, Roche, Baxter e Sanofi Pasteur. Soprattutto ha ricevuto denaro dalla Sanofi Pasteur per studiare i vaccini per l'influenza.

Nancy Cox
lavora per i centri USA per il controllo delle malattie ( Centers for Disease Control) Nancy ha preso fondi dalla International Federation of Pharmaceutical Manufacturers and Associations (IFPMA), Federazione Internazionale di produttori ed associazioni farmaceutiche, per portare avanti il lavoro sui vaccini.

John Wood
lavora al National Institute for Biological Standards and Control (NIBSC) britannico, ovvero L'Istituto Nazionale per gli standards e il controllo biologico, che ha preso denaro dalla Sanofi Pasteur, dalla Novartis e da molte altre aziende concentrate sulla ricerca di vaccini per l'influenza.

Maria Zambon
è professoressa alla Health Protection Agency Centre for Infection britannica (Ente di protezione della Salute centro infettivo). Ha ricevuto denaro dalla Sanofi, Novartis, CSL, Baxter e GSK.

Neil Ferguson
anche lui professore, ha accettato denaro dalla from Roche e GSK Biologicals.

Ce ne possono essere anche altri in questa storia: i legami finanziari qui indicati sono semplicemente quelli che queste persone hanno hanno scelto di rendere pubblici alla WHO.

Ma qual'è il problema con i legami finanziari?

Perchè non è ininfluente che dei consulenti della WHO abbiano preso del denaro dalle aziende produttrici di vaccini?
Semplice: la WHO prese la decisione di dichiarare la influenza suina H1N1 una fase 6 pandemica a seguito del parere proprio di quelle persone che ricevettero denaro dalle aziende farmaceutiche e quella decisione, ora lo sappiamo, si tradusse in una cascata di profitti per le aziende dei vaccini.

Quei profitti, per contro, sono stati resi "pesanti" dai contribuenti i cui esborsi sono stati ampiamente inutili, poichè una enorme parte di quei vaccini ora sono in scadenza e devono essere distrutti. In altre parole, il denaro è stato sprecato.

Tutto ha l'aria di un inganno globale: la WHO mette in lista dei consulenti con legami finanziari con l'industria dei vaccini, perchè decidano se è in corso una pandemia e poi seguono convenzionalmente il loro giudizio per prendere una decisione che molti esperti della salute, in tutto il mondo, hanno messo in discussione sin dall'inizio.

Ha tutta l'apparenza di una corruzione medica e sembra che le decisioni dellla WHO si basino piu' sulla politica che sulla scienza medica.
E' stato politicamente conveniente, in altre parole, dichiarare uno stadio 6 pandemico. E se questi consulenti della WHO hanno già ricevuto denaro dai produttori di vaccini è certamente nel campo delle possibilità che saranno presto ricompensati con ancor piu' guadagni. ("io do una mano a te tu la dai a me"...)

La corruzione si manifesta
Il risultato sfortunatodi tutto questo è che, anche se questi consulenti fossero innocenti, i loro legami finanziari creano la presenza della corruzione. Questo significa che la WHO sta perdendo credibilità, cosa che puo' compromettere la sua integrità quando si manifestasse una vera pandemia. Se il mondo non puo' fidarsi della WHO, in poche parole, chi dovrebbero cercare i Paesi, per avere risposte reali su malattie infettive e pandemiche?

E' cosa triste ma persino il CDC (Centers for Disease Control = centri per i controllo delle malattie) in USA si è ora chiaramente posizionato come organizzazione pro-vaccini e anti-completementi nutrizionali, ignorando l'enorme importanza della vitamina D e il supporto al sistema immunitario umano, anche molti esperti CDC sono stati sul libro paga di produttori di vaccini o stanno cercando di unirsi alle Big Pharma quando viene offerta una occupazione.

All'ex capo della CDC, la dr.sa Julie Gerberding, di recente è stata offerta una posizione come presidente della divisione vaccini della Merck (http://www.naturalnews.com/027789_D...).

Cio' che è frustrante è che la medicina moderna è stata sovvertita dalle Big Pharma. L'industria del vaccini praticamente gestisce la CDC e la WHO -o molto probabilmente almeno influenza pesantemente le decisioni di questi due organizzazioni.

Ne consegue che le cosiddette " decisioni scientifiche" intraprese da queste due organizzazioni hanno molto poco a che fare con la vera scienza ma molto a che fare con il proteggere e l'espandere i profitti dei produttori di vaccini

Quando la politica della salute pubblica viene decisa sulla base dei profitti delle grandi aziende, le persone non possono che soffrire.
Avete notato che la lista della WHO non ha incluso nemmeno un medico naturopata? Non un solo nutrizionista olistico? Non c'era nessuno in lista che portasse un punto di vista pro-integratori (complementi nutrizionali) nella discussione. E sapete perchè queste persone non sono state invitate tra i consulenti della WHO? Perchè la WHO ha preventivamente deciso e non vuole sentire quei punti di vista. Ostinatamente ha deciso di avere solo vaccini come soluzione a tutte le malattie infettive.

Se invitate al tavolo solo gli spacciatori di vaccini, che tipo di commento e consulenza pensate poi di avere? ... "Spacciate ancor piu' vaccini!" Chiedere ad un manipolo di esperti sui vaccini se dovete dichiarare una pandemia è come chiedere al vostro agente assicurativo se avete bisogno di ulteriori assicurazioni: ovviamente vi direbbe di si!

Dunque non stupiamoci se la WHO ha perso cosi tanta credibilità. Si rifiuta di guardare alle vere soluzioni che potrebbero funzionare per le nazioni povere (per esempio gli integratori di Vit D a basso costo) mentre favorisce fortemente le operazioni ad alto profitto della industria dei vaccini.

Ecco perchè semplicemente non possiamo piu' fidarci della WHO. E' diventata una zampa della industia farmaceutica, che prenderà sempre delle decisioni che favoriranno gli interessi finanziari delle Big Pharma.

QUI LA LISTA DEI CONSULENTI WHO: http://www.who.int/ihr/emerg_comm_m...

Nessun commento: