IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

giovedì 5 dicembre 2013

OLIO DI COCCO: UTILISSIMO CONTRO VIRUS, PER IL METABOLISMO E IL DIABETE

"La verità sull'olio di cocco è ovvia a chiunque abbia studiato la salute di coloro che vivono in culture tradizionali tropicali, dove questo olio da millenni è alla base della loro dieta.

Negli anni '30, un dentista americano - Dr. Weston Price - viaggiò in tutto il Sud del Pacifico esaminando le diete tradizionali ed il loro effetto sulla salute dei denti e di quella in generale. Scopri che coloro che si cibavano di prodotti di cocco, erano sani, nonostante l'alta concentrazione di grasso nella loro dieta e che i problemi cardiaci non esistevano in queste comunità

Parimenti, nel 1981 alcuni ricercatori studiarono le popolazioni di due atolli polinesiani, che avevano il cocco come fonte principale di energia calorica nella loro dieta. I risultati, pubblicati nell'American Journal of Clinical Nutrition, dimostrarono che entrambe le popolazioni manifestavano una positiva salute vascolare. Non esistono prove, infatti, che queste popolazioni che assumono tanto grasso saturo naturale, abbiano mai avuto per questo dei danni!  
Non era questo quello che vi aspettavate di leggere, vero? Dopo 60 anni di politica pubblica negativa nei confronti dei grassi saturi NATURALI, vi aspettereste che queste culture siano con le arterie intoppate, con obesità e problemi cardiaci.

Olio di Cocco Vergine - 300 gPotrà risultarvi sorprendente rendervi conto che il grasso saturo naturale contenuto nell'olio di cocco, ha addirittura eccellenti proprietà salutistiche come queste:

• favorisce la saluite cardiaca [3]
• favorisce la perdita dik peso, laddove necessaria [4]
• sostiene la salute del sistema immunitario [5]
• sostiene un sano metabolismo [6]
• fornisce una fonte di energia immediata 7]
• mantiene sana la pelle e dona un look giovanile
• sostiene un appropriato funzionamento della ghiandola della tiroide [8]

Come è possibile tutto questo?

Perchè l'olio di cocco ha un ingrediente "segreto": il 50 percento del grasso contenuto nell'olio di cocco è un grasso raramente trovato in natura; si chiama acido laurico, che ha delle eccellenti proprietà salutistiche.

Il corpo converte l'acido laurico in monolaurina, che ha proprietà antivirali, anti-batteriche [9] e che è un monogliceride che può distruggere dei virus rivestiti di lipidi, come:

• l' HIV, l'herpes
• il morbillo
• il virus dell'influenza
• vari batteri patogeni
• la giardia lamblia (protozoe)

L'acido laurico è un potente distruttore di virus e batteri gram-negativi e proprio l'olio di cocco Ne contiene la quantità maggiore rispetto ad ogni altra sostanza sulla terra!

Questa una delle ragioni per cui dovreste considerare do consumare olio di cocco nella vostra dieta, poichè non ci sono molte fonti di approvvigionamento di monolaurina. Ma non è questa la sola ragione: l'olio di cocco è anche la fonte natura più ricca di acidi grassi a catena media MCFAs), che producono molti benefici, mentre la più parte degli olii vegetali o di semi sono parte della catena lunga, gli LCFAs.

Lasciate che vi dica perchè questi ultimi non sono salutari tanto quanto quelli che si trovano nell'olio di cocco: [10]

• il corpo fa fatica a scindere gli acidi grassi a catena lunga LCFAs, che richiedono enzimi speciali per essere digeriti
• gli LCFAs affaticano ulteriormente il pancreas, il fegato e tutto il sistema digestivo
• gli LCFAs vengono immagazzinati nel corpo come grasso
• gli LCFAs possono depositarsi nelle arterie  in forma di lipidi come il colesterolo

All'opposto degli LFCAs, gli MCFAs che si trovano nell'olio di cocco hanno molti maggiori benefici salutistici, incluse queste qualità:

• gli MCFAs sono più piccoli. Permeano facilmente le membrane cellulari e non richiedono enzimi speciali per essere utilizzati efficacemente dal corpo.
• gli MCFAs sono facilmente digeribili, affaticando meno cosi il sistema digestivo.
• gli MCFAs  vengono inviati direttamente al fegato, dove sono immediatamente convertiti in energia piuttosto che essere immagazzinati come grasso.
• gli MCFAs effettivamente aiutano a stimolare il metabolismo del corpo, portando a perdita di peso.

Kokosol Nativ - Olio di Cocco L'olio di cocco combatte il diabete
il corpo invia acidi grassi a catena media MCFAs direttamente al fegato perchè vengano usati come energia. Questo rende l'olio di cocco una potente fonte di immediata energia a disposizione del corpo, assolvendo ad una funzione che nella dieta svolgono i carboidrati.

Tuttavia sebbene l'olio di cocco e i carboidrati semplici abbiano in comune l'abilità di fornire energia immediata al corpo, essi differicono in un aspetto cruciale: l'olio di cocco NON produce un picco di insulina nel sangue.

Si avete letto correttamente: l'olio di cocco agisce nel vostro corpo come un carboidrato senza però nessuno degli effetti collaterali debilitanti associati all'insulina, come accade con un' alto consumo - a lungo termine-  di carboidrati".

fonte:
http://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2010/10/22/coconut-oil-and-saturated-fats-can-make-you-healthy.aspx
TRADUZIONE, Cristina Bassi
Gli Oli Vegetali per la Nostra Salute - Libro

NOTE AL TESTO:
[2] Prior IA, Davidson F, Salmond CE, Czochanska Z. Cholesterol, coconuts, and diet on Polynesian atolls: a natural experiment: the Pukapuka and Tokelau Island studies, American Journal of Clinical Nutrition, 1981;34:1552-1561.
[3] Dr. Mary G. Enig, Ph.D., F.A.C.N. Source: Coconut: In Support of Good Health in the 21st Century, part 2.
[4] Assunção ML, Ferreira HS, dos Santos AF, Cabral CR Jr, Florêncio TM. Effects of dietary coconut oil on the biochemical and anthropometric profiles of women presenting abdominal obesity, Lipids, 2009 Jul;44(7):593-601. Epub 2009 May 13.
[5] Dr. Mary G. Enig, Ph.D., F.A.C.N. Source: Coconut: In Support of Good Health in the 21st Century.
[6] Baba, N 1982. Enhanced thermogenesis and diminished deposition of fat in response to overfeeding with diet containing medium-chain triglycerides, Am. J. Clin. Nutr., 35:379.
[7] Bruce Fife, ND. Coconut Oil and Medium-Chain Triglycerides.
[8] Raymond Peat Newsletter, Coconut Oil, reprinted at www.heall.com.
An Interview With Dr. Raymond Peat, A Renowned Nutritional Counselor Offers His Thoughts About Thyroid Disease,
[9] Isaacs CE, Litov RE, Marie P, Thormar H. Addition of lipases to infant formulas produces antiviral and antibacterial activity, Journal of Nutritional Biochemistry, 1992;3:304-308.
Isaacs CE, Schneidman K. Enveloped Viruses in Human and Bovine Milk are Inactivated by Added Fatty Acids(FAs) and Monoglycerides(MGs), FASEB Journal, 1991;5: Abstract 5325, p.A1288.
Mitsuto Matsumoto, Takeru Kobayashi, Akio Takenaka and Hisao Itabashi. Defaunation Effects of Medium Chain Fatty Acids and Their Derivatives on Goat Rumen Protozoa, The Journal of General Applied Microbiology, Vol. 37, No. 5 (1991) pp.439-445.
Dr. Mary G. Enig, Ph.D., F.A.C.N. Source: Coconut: In Support of Good Health in the 21st Century.
Hristov AN, Vander Pol M, Agle M, Zaman S, Schneider C, Ndegwa P, Vaddella VK, Johnson K, Shingfield KJ, Karnati SK. Effect of lauric acid and coconut oil on ruminal fermentation, digestion, ammonia losses from manure, and milk fatty acid composition in lactating cows, J Dairy Sci., 2009 Nov;92(11):5561-82.

[10] St-Onge MP, Jones PJ. Greater rise in fat oxidation with medium-chain triglyceride consumption relative to long-chain triglyceride is associated with lower initial body weight and greater loss of subcutaneous adipose tissue, International Journal of Obesity & Related Metabolic Disorders, 2003 Dec;27(12):1565-71.

1 commento:

francy ha detto...

Vero, l'olio di cocco è un alimento incredibile!
Grazie per l'articolo: molto dettagliato e con informazioni precise :)