IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

mercoledì 15 dicembre 2010

QUANDO IL TEMA TRAPIANTI DIVENTA COMPITO IN CLASSE...

 Riporto una comuniczione dell'Associazione Antipredazione di Bergamo: www.antipredazione.org

"Cari Soci e Simpatizzanti,

molto possono fare gli insegnanti nella formazione critica dei propri studenti.

Soprattutto possono impedire che le associazioni pro-trapianti entrino nella scuola a seminare pensieri di morte e di donazione organi. Vi ricordiamo che ci sono stati bambini che si sono suicidati, giustificando il loro gesto con la donazione d'organi: Alberto Fraccaroli, 12 anni di Villafranca (Verona), si è sparato in testa; Andrea, 15 anni, di Torino si è impiccato; S.C., 17 anni di Marsala si è impiccato.

L'aggressiva propaganda nelle scuole sconvolge la mente dei più deboli. Tutti e tre sono stati indotti a credere che il prelievo si effettuasse su morti veri, mentre invece furono atti tragici e inutili.

Dato che la penetrazione nelle scuole è diventata pesante, i professori hanno il dovere di correggere la malainformazione attivamente, per non tradire il ruolo che ricoprono.

Il prof. Franco Damiani ne ha dato prova.

La Segreteria
* * *
Sent: Sunday, November 21, 2010 9:12 PM

Cara signora Negrello, cari consoci,
in una mia classe prima liceo ho assegnato il tema "Il problema dei trapianti". Qualcuno l'ha svolto in modo moderatamente critico (il "commercio di organi").

In sede di correzione ho potuto così spiegar loro la drammatica realtà degli espianti. Ottimo successo: tutti attentissimi, nessuna delle obiezioni che mi attendevo, anzi reazioni del tipo "E' vero, ora capisco...". Che l'espiantando sia vivo lo hanno spontaneamente detto loro.

E ho informato della vostra/nostra esistenza.

Cordialmente
Franco Damiani"

Nessun commento: