IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

lunedì 28 febbraio 2011

SOPRAVVIVEREMO?

La vita terrena, si sa, è densa di paradossi. Per esempio...si trovano sementi in diversi siti archeologici dell'Egitto (nella tomba del faraone Tutankhamon c'erano delle anfore colme di olio di nigella sativa=cumino nero), mentre nel presente dove Monsanto imperat, l'agricoltura moderna, e la medicina, danno segni di vera follia.

Pare non sia noto il ruolo di questa pianta nella cultura egiziana, ma questi ritrovamenti ci dicono che i semi e l'olio della pianta dovevano essere attentamente selezionati, perchè dovevano accompagnare il faraone dopo la vita; viene da pensare perciò che avessero un ruolo rilevante nella società. Se è vero che quel che troviamo nella tomba è ciò che aveva valore per chi "se ne andava", restano gli interrogativi sul perchè venivano trovati gli oli essenziali (i profumi) e le sementi nelle migliori tombe di tutti i faraoni...

Tornando al presente: il pianeta è devastato dalle sostanze chimiche altamente tossiche e dai poteri maniacali, megalomani e miopi di multinazionali (e/o dal club degli Illuminati, a cui alla fine tutto converge).

Ergo: sopravviverà qualcosa su questo pianeta?

Negli ultimi mesi abbiamo assistito al "nuovo" tragico fenomeno della moria di pesci per esempio in Louisiana, , oppure agli uccelli che cascano morti dal cielo o i 5 milioni di pesci che sono morti in Kenia nel fiume Mara,  senza poi risottolineare la sofferenza atroce di ciò che è avvenuto ed avviene nel Golfo del Messico.

Dicevamo: qualcosa sopravviverà su questo pianeta? Probabile che microrganismi e funghi lo faranno, ma che ne sarà di umani, uccelli, animali in genere?

Ogni giorno assistiamo ad uno scandalo sul cibo geneticamente modificato e sui rischi ad esso connessi. Per non parlare di quelli delle case farmaceutiche e la loro propaganda di medicine dannose, il loro conflitto di interesse e tutta l’ambiguità ed ipocrisia con gli Enti che dovrebbero regolarle e le multinazionali che stanno distruggendo il pianeta.

Ecco perchè, sentire questo video (in ingl) acquista senso: un trailer di un film portatore di messaggi della civiltà KOGI, nascosta su una montagna a piramide nella Sierra Nevada di Santa Marta, in Colombia, a quasi 8000 di altezza, sulla costa colombiana caraibica.

Il Kogi dice che SENZA PENSIERO NULLA POTREBBE ESISTERE


E questo è un problema: perché non stiamo solo saccheggiando il mondo, lo stiamo banalizzando, stiamo distruggendo sia la struttura fisica che l’esistenza del pensiero. I Kogi credono di vivere per potersi prendere cura del mondo e tenere in funzione il suo ordine naturale ma, anni fa, si sono resi conto che questo compito è reso impossibile dall’attività di miniera e deforestazione che i bianchi stanno facendo.

Nel 1990 si presentarono al mondo attraverso un lavoro con Alan Ereira, che fece un film di 90 ‘ con la BBC1 , in cui questa tribù disperatamente ci ammoniva di cambiare il corso degli eventi. Poi di nuovo si ritirarono …

Quel primo film ebbe un grande sorprendente impatto sul pubblico: resta forse il film più celebre fatto su una tribù e fu ripetuto dalla BBC2 - ma anche in altri Paesi- per 30 volte nello scorso anno in USA appena dopo la sua uscita.

No Existe Vida Sin Pensamiento


fonte: http://www.alunathemovie.com/

Nessun commento: