IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO
QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO: ALLOWING FREQUENCIES TO INCREASE YOUR WELL BEING OF MIND AND BODY

sabato 28 maggio 2011

RADIAZIONI: IL PERICOLO E' LEGATO ALLE PICCOLE QUANTITA' QUOTIDIANE ASSORBITE. CHERNOBYL DOCET.

"Cosa ci ha insegnato Chernobyl?


Ci ha insegnato che la pericolosità maggiore non è legata alla quantità massima di radiazioni emesse immediatamente, che colpisce una parte limitata di popolazione direttamente esposta. Il pericolo è legato alle piccole quantità quotidiane che vengono assorbite da milioni di persone. Per di più, questo tipo di assunzione, attraverso l’alimentazione, significa un assorbimento per via interna.

Le cellule vengono esposte per anni o decenni a piccole quantità quotidiane di radioisotopi e quindi di radioattività. Nei bambini soprattutto, ma in generale nei soggetti in via di sviluppo in cui gli organi e i tessuti si stanno formando, la tossicità è ancora maggiore.

È quanto ha scoperto il professore Bandazhevsky nelle sue ricerche e, unicamente per aver diffuso i suoi studi di scienziato indipendente, ha pagato con il carcere e l’esilio. Il ricercatore non si è arrestato davanti ai dogmi ed alle immutabili verità ufficiali ed ha scardinato il sistema di omertà e di compromissione fra l’OMS e l’AIEA.

A livello scientifico ha messo in discussione il modello obsoleto, disegnato dai fisici e non dai biologi e tanto meno dai medici, che tiene conto della cosiddetta dose totale assorbita e che valuta, ma in maniera assolutamente teorica, a tavolino, i rischi come legati direttamente, in modo proporzionale, alla dose totale. Le sue ricerche, condotte assieme alla moglie Galina, a Gomel in Bielorussia, hanno dimostrato che ciò non ha niente a che vedere con quello che realmente succede e, in particolare modo, per quanto riguarda l’incorporamento del Cesio 137 nelle fibre cardiache.

Come afferma Ernesto Burgio, coordinatore del Gruppo ISDE - Medici per l'Ambiente, rivedendo tutti gli studi epidemiologici a partire da Hiroshima e poi soprattutto proprio su Chernobyl, la quantità di patologie che realmente è stata prodotta direttamente dall'esposizione, quindi sulle popolazioni che vivevano in Ucraina, in Bielorussia e nei paesi limitrofi e soprattutto via, via che la nube è stata studiata più a fondo per quanto riguarda gli effetti e la deposizione in particolare del cesio nelle catene alimentari, è stato verificato che c'è un aumento abbastanza marcato delle leucemie infantili in proporzione diretta. Lì dove è stato trovato un livello alto di cesio, in proporzione sono aumentate le leucemie infantili.

Chernobyl, inoltre, è stata un ingrediente fondamentale nell'aumento dei tumori infantili che abbiamo in Italia. Si rileva, addirittura, un incremento nel primo anno del 3% dei tumori infantili che in 15/20 anni significa un aumento veramente significativo.

E che dire dello Iodio 131? C'è stato un aumento notevole di patologie tiroidee in tutta Europa e nelle zone più vicine all'incidente: un incremento di centinaia di volte del carcinoma tiroideo infantile, tumore raro che colpisce la tiroide perché proprio lo iodio 131 si fissa sulla ghiandola producendo una proliferazione cellulare neoplastica.

E gli effetti sull'embrione e sul feto? Le piccole dosi quotidiane di incorporazione interna dei radionuclidi attraverso la madre, interferiscono addirittura sulla programmazione dei tessuti. Lo hanno rilevato gli studi che hanno dimostrato l'aumento delle leucemie attorno alle centrali. Ma non è importante l'esposizione diretta dei bambini a dosi massive, come già accennato e come continuano a pensare, rassicurando, le istituzioni e tutti i centri compromessi con la politica della minimizzazione dell’AIEA e delle lobby interessate al business nucleare: le dosi piccolissime quotidiane, soprattutto per via interna, sono proprio quelle più pericolose.

E dall’undici marzo 2011 è quello che sta avvenendo ai bambini di Fukushima e alle loro famiglie.

Chris Busby, del Comitato Europeo sui Rischi da Radiazioni, usando studi europei dopo Chernobyl, ha predetto 400 mila casi di cancro per la popolazione che vive entro 200 chilometri da Fukushima, compresa la periferia di Tokyo. I cancri includono quello alla tiroide, al pancreas, alla prostata, ai polmoni, alla pelle, alle ossa e la leucemia e qualsiasi altro tipo di cancro che esiste. Questo è quello che causano le radiazioni agli organismi viventi. (Busby ha basato, fra l’altro, il suo studio sulle osservazioni decennali di Tondel sull' aumento di tumori in Svezia. Nel paese scandinavo si è osservato un aumento dell'11% di incidenza dei casi di tumore per ogni 100 kBq/m² di contaminazione radioattiva).

Se Chernobyl è stato un problema mondiale, Fukushima lo è ancora di più. A quasi tre mesi dal terremoto, nessun sarcofago ricopre Fukushima, nessun artifizio messo in atto ha ancora arrestato la fuoriuscita di radionuclidi. A differenza di Chernobyl c’è stata contaminazione del mare e quindi potrà avvenire una contaminazione per via alimentare ancor più difficile da controllare (coinvolgendo pesci, molluschi, uccelli e così via)"

dalla Newsletter di MONDO IN CAMMINO,
Massimo Bonfatti
http://www.mondoincammino.org/


GINKO BILOBA: qui per acquisto

IL GINKO BILOBA USATO CON SUCCESSO NEI TRATTAMENTI DI CHERNOBYL

   

venerdì 27 maggio 2011

ASPARTAME: IL PARLAMENTO EUROPEO DISPONIBILE A RI-VALUTARE LA SUA SICUREZZA


I membri del Parlamento Europeo, Corinne LEPAGE (Cap 21, France) e Antonyia PARVANOVA (National Movement for Stability and Progress, Bulgaria) hanno affermato: "Pare che la Commissione finalmente prenda in considerazione le nostre ripetute richieste per una revisione completa del profilo di sicurezza dell'aspartame, chiedendo alla  EFSA di farlo prima del luglio 2012

Queste sono buone notizie, ma nel frattempo ripetiamo la nostra richiesta perchè ci sia una informazione pubblica sulle incertezze che riguardano le implicazioni della salute e che le donne incinta siano informate sui rischi sospetti per il feto, come votato nel comitato per l'Ambiente".

Ma i Membri del Parlamento Europeo (MEP) hanno aggiunto:
"dovremmo denunciare con quanta poca accortezza l' EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) e la Commissione stiano trattando questo caso fino ad ora; recenti scambi di lettere  tra le NGO (Organizzazioni non governative) e la EFSA sembrano indicare che la EFSA non si è mai presa il tempo per guardare la valutazione originale e che quei dati sono stati persi!!"

Nelle conclusioni delle udienze pubbliche che hanno organizzato nel Parlamento Europeo il 16 marzo 2011,
Corinne LEPAGE e Antonyia PARVANOVA hanno di fatto richiesto all'EFSA di emettere dei dati tossicologici sulla quantità quotidiana ammissibile (Admissible Daily Intake -ADI-) e di ricalcolare  questi dati, sulla base di studi che sono indipendenti dai produttori e guidati dal Good Laboratory Practice.

La richiesta è stata sostenuta dall'Ente Non Governativo francese Réseau Environnement Santé che ha chiesto per lettera all' EFSA di avere accesso agli studi che sono serviti come base per la valutazione originaria di aspartame e che furono condotti dal Comitato Scientifico sul Cibo nel 1984.

Fino ad ora alla commissione non dispiacerebbe riaprire la  discussione nonostante molti studi scientifici mostrino l'impatto potenzialmente negativo dell'aspartame sulle donne incinta cosi come il potenziale cancerogeno del dolcificante.

Per maggiori informazioni, contattare:
Neil Corlett: +32-2-284 20 77 or +32-478-78 22 84
neil.corlett@europarl.europa.eu

si consulti anche:  http://www.alde.eu/

fonte: http://www.rense.com/general94/meps.htm
traduzione Cristina Bassi

SI VEDANO ANCHE:

ASPARTAME E PARKINSON: BRUTTA FACCENDA...

ASPARTAME E MIELE: UN KILLER NATURALE PER FORMICHE E SCARAFAGGI...


PER ACQUISTO QUI
 
La stevia, che si ricava da una pianta erbacea che cresce in Sudamerica, costituisce la vera e forse unica alternativa sana allo zucchero. È 300 volte più efficace di quest’ultimo e assolutamente indicata per i bambini e i diabetici. Con 100 ricette di piatti molto appetitosi e… salutari!

ASSOCIAZIONE ITALIANA DONAZIONE ORGANI (Aido): FARE ATTENZIONE!

29/5/11 GIORNATA DELLA DONAZIONE OVVERO DELLA MORTE PER ESPIANTO

NOI GIOVANI DOBBIAMO APRIRE GLI OCCHI

Noi giovani non siamo certo stupidi, ma a volte a causa della troppa generosità e poca esperienza cadiamo nei tranelli che la società del profitto ci riserva. Capita quindi che qualcuno di noi si iscriva all'Aido, ma poi nel corso del tempo si documenti sulle modalità dell'espianto e scoprendo che avviene su persona a cuore battente e sangue circolante, voglia quindi revocare la propria iscrizione. E' in questo preciso istante che per il malcapitato di turno inizia un'odissea senza fine!

Uno dei tanti casi è quello di A. S. iscrittosi all'Aido di Porto Sant'Elpidio (FM) nel 1988 all'età di soli 20 anni. Venuto a sapere come avviene un espianto di organi (ringraziando il cielo di non aver avuto incidenti negli ultimi 23 anni) ha immediatamente revocato e chiesto alla sede la restituzione del suo atto olografo di iscrizione e le foto personali tramite raccomandata A.R. il 2 Dicembre 2010.

 L'Aido riceve, ma non risponde. Viene presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Fermo il 31 Gennaio 2011, copia all'Aido. La Procura tace, l' Aido anche. Viene informato del fatto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con raccomandata A.R. l'11 Aprile 2011 e copia all'Aido, ma ancora una volta ricevono e tutti tacciono.

Cos'altro dovrebbe fare A. S. per far valere la sua volontà di non donatore e liberarsi dal rischio di essere ucciso con l'espianto? E cosa devono fare quelli che ricevono comunicazioni come soci Aido senza aver mai fatto l'iscrizione, nonostante le rettifiche e gli esposti in Procura?

Chi è l'Aido per non rispettare la legge, mentre Procura e Presidente della Repubblica glissano?

L'Aido in questione ha però trovato il tempo il 20 Maggio scorso per organizzare un incontro dal titolo “Domande e risposte sul tema donazioni e trapianti”: avranno detto che una volta iscritti il diritto di revoca verrà ostacolato nonostante quello che dice la legge?

Avranno spiegato che l'espianto è a cuore battente e sangue circolante? Avranno ammesso che la dicitura sul tesserino “Dono i miei organi dopo la mia morte” è del tutto fuorviante perché non di morte vera si tratta, ma di una convenzione che impone l'assurda “morte cerebrale” su un vivo?

Se poi consideriamo il comunicato Aido del 25 maggio 2011 leggiamo “...donazione come opportunità per salvare la vita”. Di chi?

“...una tragedia può trasformarsi in un segnale di continuità...”. Come la carne di maiale ha continuità nel piatto del carnivoro?

“...anche un segnale negativo, come la perdita di una persona cara, può essere trasformato...”. Gratificati per essere “pezzi di ricambio” e gonfiare le tasche dei medici?

“...il trapianto è una terapia efficace e sicura...”. I morti sul tavolo operatorio durante il trapianto non contano? E i trapiantati imbottiti di farmaci per morire come cavie?

“...sono aumentate le donazioni e i trapianti...”. Allora il Centro Nazionale Trapianti e la stampa dicono falsità quando affermano che sono diminuiti?

“...c'è molto da fare per ridurre drasticamente le liste d'attesa...”. Per cui invitiamo i promotori e attivisti dell'Aido a donare subito da vivi coscienti un rene, parte di fegato, midollo e cellule, come prevede la legge, e di piantarla di fare propaganda tendenziosa e pericolosa sulla pelle degli altri.

Comitato Giovani
Matteo Ciarimboli
COMUNICATO STAMPA

ANNO XXVII – n. 11- 27 Maggio 2011

LEGA NAZIONALE CONTRO LA PREDAZIONE DI ORGANI
E LA MORTE A CUORE BATTENTE
24121 BERGAMO Pass. Canonici Lateranensi, 22
Tel. 035-219255 - Telefax 035-235660
lega.nazionale@antipredazione.org; http://www.antipredazione.org/

ALTRI POST -COMUNICATI STAMPA SUL TEMA:
http://saluteolistica.blogspot.com/search?q=lega+antipredazione+organi

QUANDO LE PATOLOGIE SONO DAI NOMI ALTISONANTI, OCCHIO ALL'INGANNO!

Ancora (qui le altre volte)  un contributo sulla manipolazione della industria della medicina, dalle parole del Dr. Adolfo di Bella, responsabile Pubbliche Relazioni del Metodo Di Bella (il suo forum: http://www.dibellainsieme.org).

(...) Una malattia che suoni il campanello dei potenziali acquirenti e porga con mano guantata il proprio biglietto da visita, istoriato da un altisonante BPCO, Bronco-Pneumopatia-Cronica-Ostruttiva, lascerà a bocca aperta il buzzurro onorato da cotanto personaggio.

Un po’ come accadeva qualche secolo fa, di fronte a personaggi dalle ricche vesti, spadino al fianco, cappello con piume da far trascolorare d’invidia un pavone e, soprattutto, una lunga lista di titoli nobiliari che richiedeva lunghi minuti per essere sciorinata per intero.

Volete mettere le borghesuccie colite, ulcera, emorroidi con la sangueblu Bronco-Pneumopatia-Cronica-Ostruttiva, che impegna la pronuncia quasi come la celebre sopra la panca la capra campa/sotto la panca la capra crepa? E che figurone fa il medico che spara questa complessa diagnosi con disinvoltura, rapidamente, guardando il paziente di traverso e con gli occhi semichiusi dal disprezzo, come a dirgli: Pezzo dasino! Cosa vuoi capire tu di queste cose, ignorante come sei?».

Il fine di abbindolare il cliente, fargli credere si tratti di una nuova malattia prima sconosciuta, ma oggi identificata e curabile grazie ai progressi della ricerca, appare evidente.

Ed ora la solita domanda da plebeo semianalfabeta: ma che è ‘sta Bronco-Pneumopatia-Cronica-Ostruttiva-BPCO? Coscienti del nostro abbrutimento culturale, ce lo facciamo spiegare da numi della scienza:
«La BPCO è caratterizzata da mancanza di respiro, tosse cronica e un’eccessiva produzione di muco. Occasionalmente si verificano casi di notevole peggioramento dei sintomi, denominati esacerbazione o crisi polmonare, che possono durare più settimane. La respirazione viene gravemente compromessa e i pazienti possono avere bisogno di ricovero ospedaliero. Le esacerbazioni sono eventi traumatizzanti, che comportano un maggiore stato d’ansia del paziente, un peggioramento dello stato di salute, un calo della funzionalità polmonare e un maggior rischio di morte».

(...) emerge che non si tratta di una patologia, ma di una serie di sintomi propri di uno stato di infiammazione la cui genesi (la questione è sempre la solita...) può essere quanto mai variegata: fumo, malattie professionali, inalazione di polveri, stati enfisematosi, bronchiti mal curate o cronicizzate da eccessi antibiotici, e così via. Altro che... esacerbazione polmonare!

Una delle cose che non pochi medici sembrano ignorare - approfondiamo l’argomento data la diffusione di patologie bronchiali - è che sia sulla mucosa nasale che sull’epitelio interno del polmone sono disseminate cellule ciliate, così denominate per la loro foggia, pensata da un Tale che prima di creare l’uomo non aveva pubblicato statistiche truccate né ideato acronimi. Le cellule ciliate, per la loro stessa struttura, provocano un movimento convettivo dell’aria inspirata, inducendo un flusso non laminare, ma rotatorio.

(...) Questo significa che l’atto inspiratorio fa affluire una quantità d’ossigeno cospicua, a tutto vantaggio del risparmio nella frequenza respiratoria e di un minor logorio dei polmoni e delle strutture dedicate al loro movimento. In breve: si campa di più e meglio. Pur nella rudimentalità della nostra esposizione, questa, gentili lettori, è Fisiologia.
 
Gli antibiotici, specie se usati impropriamente e per tempo prolungato, uccidono le cellule ciliate, creando col tempo le premesse per un’insufficienza respiratoria e turbe cardiocircolatorie. Basterebbe non incaponirsi a trattare forme virali come fossero batteriche ed usare, fin quando possibile, sostanze come lisozima, vitamina C, vitamina A - totalmente innocue nei dosaggi consigliati, eutrofiche e non inventate da qualche Sir Girolami, ma da quel Tale di cui parlavamo sopra - per eliminare buona parte di situazioni prese golosamente a pretesto per creare la cosiddetta BPCO.

La solita aberrazione - dunque - di confondere (o voler confondere) manifestazione di un male (sintomo) con malattia

(...) In altre parole: il farmaco xy non risolverà mai la patologia, ma darà (e non sempre) quel po’ di sollievo che basta a farlo acquistare da chi avverte un disturbo; e poi riacquistare, e così via. Cosa che non accadrebbe se risolvesse la causa del disturbo. Questa è una delle colonne portanti degli utili dell’attuale mondo farmaco-medico-sanitario e dello sconfinato potere abbinato.

Ma è scomponendo l’acronimo che emerge la parola magica: l’ggettivo cronico!!! Mai risolvere le malattie, ma cercare di prolungarle, cronicizzarle, o farle considerare croniche. Al tempo stesso - attenzione perché è un punto cruciale - produttori di farmaci e salmerie al seguito faranno di tutto perché venga tacitato, con le buone o le cattive, chi parla di cause di determinate patologie, e di tutto farà perché nessuno possa disporre delle sostanze in grado di risolvere davvero queste cause, nessuno possa rendere note e praticare acquisizioni scientifiche ed applicazioni terapeutiche capaci di scronicizzare i disturbi e guarire (o cercare di guarire) certe patologie. Questa è la storia della lotta feroce, rabbiosa, da bava alla bocca - lotta di un Golia vigliacco e tremebondo - condotta contro la Fisiologia, la corretta concezione di Scienza, la pratica medica secondo Scienza e Coscienza, le vitamine, tante sostanze fisiologiche, farmaci vecchi ma insostituibili ed innocui, e chi basa sulla scienza e non su editti e linee-guida un moderno approccio a tanti mali che affliggono l’manità: in particolare al problema cancro.

Il Roflumilast, specialità Daxas, è stato prodotto dalla Nycomed per il trattamento della BPCO.

Ovviamente - come da copione – c’è stata la consueta campagna preparatoria, con dati e statistiche estratti dal cilindro (il 5% degli italiani sarebbe interessato dalla neosindrome, i morti sarebbero 20.000 all’anno nel mondo...); gli studi sono stati pubblicati sul Lancet nell’agosto 2009 e comunicati il mese dopo a Vienna al congresso annuale della ERS (European Respiratory Society). Ma non tutto è andato liscio come altre volte. Anzi, all’inizio le cose sembravano mettersi maluccio, dato che il Panel della FDA aveva votato contro l’approvazione del farmaco. Nycomed è una multinazionale con sede centrale a Zurigo, con un fatturato di appena 3,2 miliardi di € nel 2009, ma una gran voglia di fare meglio. Ha pensato fosse opportuno siglare un accordo con la Merck (fatturato: $12,1 miliardi) per il Daxas, e di puntare comunque sul mercato europeo.

(...) Sia come sia, il farmaco alla fine è stato approvato dalla EMA (corrispondente europeo della FDA), ma con scarso entusiasmo e tutta una serie di specifiche limitative, dubbi e raccomandazioni, mentre il SMC (Scottish Medicines Consortium) ne ha sconsigliato l’impiego senza mi e senza ma. Quanto agli effetti collaterali più comuni (diarrea, nausea, cefalea, perdita di peso), si ammette che non sono ristretti a pochi soggetti con criticità peculiari, ma che appaiono più frequenti del desiderabile.

Tutto qui? Pare di no, dato che nei documenti ufficiali della EMA si parla di «… rischio di disturbi psichiatrici come insonnia, ansietà, depressione nei pazienti che assumono Daxas e con potenziale rischio di suicidio. Da qui, la necessità di valutare attentamente il rapporto rischio-beneficio di questo trattamento nei pazienti con sintomi psichiatrici pre-esistenti o con una storia di depressione e di informare i pazienti di riportare qualsiasi cambiamento nel comportamento, nell’umore ed ogni ideazione di suicidio. Daxas non è quindi raccomandato in pazienti con una storia di depressione associata a ideazione o comportamento suicidario».

E poco oltre: «… potenziale rischio di tumori maligni e la mancanza di esperienza in pazienti con una storia pregressa di cancro. Il trattamento con Daxas non deve essere iniziato o deve essere interrotto nei pazienti affetti da cancro (eccetto il carcinoma delle cellule basali)».

Per non tralasciare nulla, occorre considerare anche il «... potenziale rischio di infezioni: il trattamento con Daxas non deve essere iniziato, o deve essere interrotto, nei pazienti con problemi di infezioni acute gravi. L’esperienza limitata in pazienti con infezioni latenti come la tubercolosi, l’epatite virale o le infezioni da herpes».

Per non fare torto ad alcun aspetto, si rileva anche come un motivo di prudenza sia costituito da «... informazioni limitate o mancanti nei pazienti con insufficienza epatica. Daxas è controindicato nei pazienti con insufficienza epatica moderata o grave... i dati clinici sono considerati insufficienti per consigliare un aggiustamento della dose e quindi bisogna osservare cautela nei pazienti con moderata insufficienza epatica».

tratto da:
PER ACQUISTO QUI:
La prima inchiesta sul mondo delle multinazionali farmaceutiche. Un business senza scrupoli, tra scandali e false malattie

Tra scandali, processi e assoluta mancanza di trasparenza, finalmente un'inchiesta sul torbido mondo delle multinazionali farmaceutiche.
Zerinol, Cefixoral, Zimox, Fitostimoline, Biochetasi, Oki, Moment, Aulin, Tachipirina, Maalox, Xanax, sono solo alcuni dei medicinali stipati negli armadietti delle nostre case.

Ma ne abbiamo davvero sempre bisogno, o è il raffinato marketing dell'industria del farmaco a farcelo credere?

vedasi anche sul tema: la multinazionale del farmaco Eli Lilly è stata accusata di aver promosso Zyprexa per usi diversi da quelli approvati dall’FDA. Inoltre, Eli Lilly avrebbe minimizzato gli effetti indesiderati di Zyprexa, tra cui il rischio di iperglicemia ed il conseguente sviluppo di diabete
tutto l'articolo QUI

martedì 24 maggio 2011

FUKUSHIMA: LA FARSA CONTINUA SULLA VITA UMANA...

"Il governo ha scoperto migliaia di casi di operai  delle centrali nucleari al di fuori della Prefettura di Fukushima, che soffrono di esposizione iterna alle  radiazioni, dopo aver visitato la prefettura, cosi ha detto il capo dell'Ente per la Sicurezza Industriale e Nucleare .


La maggior parte di quegli operai avevano visitato Fukushima dopo il verificarsi della crisi nucleare a seguito dello tsunami e terremoto dell'11 marzo; apparentemente hanno inalato sostanze radioattive, mandate in giro da esplosioni di idrogeno all'impianto nucleare nr 1 di Fukushima

La rivelazione ha obbligato le municipalità locali di Fukushima a considerare un test sui residenti, sulla loro condizione di esposizione interna alle radiazioni.

Nobuaki Terasaka, capo dell'Ente per la Sicurezza Industriale e Nucleare, il 16 maggio ha detto al Comitato per il Budget della Casa dei Rappresentanti, che nel paese c'erano un totale di  4956 casi di operai  che soffrivano di danni interni per esposizione a radiazioni agli impianti nucleari, escludendo l'impianto nr 1 di  Fukushima e 4766 di loro erano operai originariamente di Fukushima che avevano visitato la prefettura dopo la crisi nucleare. Terasaka ha rivelato i dati nella sua risposta alla domanda postagli da Mito Kakizawa, un legislatore del Your Party.

Un altro uomo, un operaio di ca 40 anni ha detto a Mainichi di aver atteso a casa sua, a  ca. 30 km dall'impianto nucleare distrutto, a seguito della esplosione di idrogeno in uno dei reattori guasti. In seguito si è sottoposto ad un test che ha mostrato che la sua esposizione interna alle radiaizoni aveva raggiunto 2500 cpm. (Cycles per minute: una misura per la radioattività)

L'esposizione interna alle radiazioni dura di più e porta con sè maggiori rischi di quella esterna
Si ritiene esposizione interna quella che segnala su tutto il corpo oltre 1500 cpm di radiazione. Se ci sono più di 100.000 cpm di radiazione sulla superficie del corpo, allora si rende necessaria la decontaminazione.

Un edificio speciale - resistente ai terremoti-  con funzioni di base per emergenza per gli operai all'impanto nr 1 di Fukushima ha avuto le porte divelte dall'esplosione di idrogeno ai reattori  1 e 3 nel marzo scorso, rendendo più facile far entrare la sostanza radioattiva

"Mangiavamo là, perciò credo che la sostanza radioattiva sia entrata nei nostri corpi," ha detto un operaio. "Semplicemente bevevamo birra e la buttavamo poi fuori" ha aggiunto

Un operaio 34enne ha espresso preoccupazioni sulla mancanza di un sistema sufficiente per fare dei controlli sulla esposizione interna alle radiazioni. "Molti degli operai intorno a me non si sono sottoposti a checkups
Soprattutto quelli intorno ai 20 anni sono molto preoccupati", ha detto"
tratto da:  http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20110521p2a00m0na021000c.html

"La Tokyo Electric Power Co. (TEPCO) ha ammesso per la prima volta, lo scorso 15 maggio (2011), che la maggior parte del carburante in uno dei reattori nucleari (il numero 1) nella centrale atomica di Fukushima subì il meltdown - fusione- circa 16 ore dopo il terremoto dell’11 marzo che ha successivamente innescato un forte tsunami".

http://mdn.mainichi.jp/mdnnews/news/20110516p2a00m0na028000c.html

Trad. e sintesi  Cristina Bassi

lunedì 23 maggio 2011

GOLDEN VALLEY: HANNO ALTISSIMI LIVELLI DI BARIO NEL SANGUE. LE SCIE CHIMICHE PRIME IMPUTATE

 
2008: dal balcone di Milano


In questo video potete vedere un uomo che denuncia gli alti livelli di bario nel suo sangue; già altre due persone che vivono nella sua stessa contea hanno riscontrato la stessa intossicazione acuta da bario; dove mai potranno assorbire queste persone così tanto bario se le acque che bevono non ne contengono? L'unica risposta plausibile è che il bario lo respirano assieme agli altri prodotti nocivi irrorati con le scie chimiche.

8 marzo 2011, una terza persona nella Golden Valley risulta positiva al test del bario nel sangue.

Come potete vedere dalle scansioni dei risultati di queste analisi di laboratorio i livelli sono tra 130 e 190 mcg/l (microgrammi al litro) quando il massimo livello accettabile per un essere umano è 10 mcg/l.

Quali sono gli effetti del bario sulla nostra salute?
Difficoltà respiratorie 
Aumento della pressione sanguigna
Cambio del ritmo cardiaco
Irritazione dell'apparato digestivo
rigonfiamento cerebrale
Debolezza muscolare
Danni al fegato, ai reni, al cuore e alla milza.



Christina Hollenweger, 59enne di Zurigo,  responsabile marketing e portavoce della Singapore Airlines, lavora da 40 anni nel settore del trasporto aereo. Da sempre è stata affascinata dal cielo. Da qualche tempo l'osserva e vede delle stranezze


ALZATE GLI OCCHI AL CIELO OGNI TANTO... ANZICHE' GUARDARE SOLO LA PUNTA DEI PIEDI. LA PAURA NON FA VIVERE PIU' A LUNGO
















mercoledì 18 maggio 2011

FUKUSHIMA: SITUAZIONE FUORI CONTROLLO!

17 maggio 2011 h 22:08 UK

Il Prof. Christopher Busby, del Comitato Europeo sui Rischi da Radiazioni,  ha detto che la situazione alla centrale nucleare di Fukushima è al presente fuori controllo; lo ha affermato in questa intervista televisiva


“Ovviamente è ora che il governo giapponese prenda controllo sulla situazione. Ma detto questo, è molto difficile dire come sia possibile, poichè la situazione è sostanzialmente FUORI CONTROLLO", ha sottolineato Busby.

"Credo personalmente che sia un problema globale e non solo un problema del governo giapponese", ha aggiunto.

Nelle prime ore di martedi, il Primo Ministro giapponese Naoto Kan , ha detto che il suo governo era determinato a "predersi responsabilità fino alla fine" per l'impianto nucleare giapponese distrutto, quando l'operatore della centrale  ha detto che "un percorso per risolvere la crisi  si sarebbe attenuto alla tempistica esistente" (anche i giaponesi conoscono ben il politichese: aria fritta venduta per concetti senza che chiariscano nulla, ndt)
 Parlando ai media martedi, il vice presidente della TEPCO ( Tokyo Electric Power Co), Sakae Muto ha detto che l'operatore  avrebbe mantenuto il piano rivisto, aggiungendovi però nuovi compiti, come per esempio incoraggiare ad essere preparati per gli tsunami e migliorare le condizioni degli operai.
Le notizie riportate dicono che ci sono segni che i 2 successivi reattori - il 2 e 3- alla centrale di Fukushima possano essersi fusi. Precedentemente era stato confermato che simili problemi erano accaduti al reattore nr 1 durante le prime 16 ore successive al riscaldamento della centrale a causa del terremoto e dello tsunami

PS: il blog di infoholix.net afferma che un "insider" della Tepco abbia spifferato che in realtà il "melt down" è accaduto da subito e non è stato lo tsunami a provocarlo ma il terremoto stesso. L'insabbiamento anche su questa verità (= non c'entra lo tsunami) sarebbe perciò funzionale a non alimentare altro discredito sul fatto che la centrale non era sufficientemente protetta contro i terremoti e a non creare danno economico e di immagine alla grande industria del nucleare. 

domenica 15 maggio 2011

LA DISCARICA TOSSICA CHE GALLEGGIA NEL PACIFICO ADESSO INCONTRA LA RADIOATTIVITA' DA FUKUSHIMA...


detriti di plastica nello stomaco
di un volatile marino morto
L’Oceano Pacifico è avvelenato non solo dalle radiazioni di Fukushima, ma da grandi quantità di spazzatura che galleggiano in vortici. Questa discarica tossica galleggiante è composta da plastiche a base di petrolio e ha contaminato ed ucciso innumerevoli milioni di pesci. Adesso si incontra con le radiazioni di Fukushima: che succederà ancora?

Estratto dall'articolo L’OCEANO PACIFICO: UNA DISCARICA RADIOATTIVA

" L’EPA (Enviromental Protection Agency: Ente di Protezione Ambientale USA) si è rifiutata di testare per radioattività il Golfo dell’Alaska. Nella sua ultima negligenza, l’EPA ha postato il 3 maggio il suo rifiuto a monitorare quotidianamente le radiazioni da Fukushima,“a causa della consistente decrescita nei livelli di radiazione in relazione all’incidente nucleare giapponese”.

I nostri Oceani sono da decenni in un declino devastante e a lungo termine. I mari da tempo non sono più ciò che possiamo pensare che siano: miglia e miglia di acque incontaminate meravigliose e splendenti, dolci brezze marine con delfini o balene che saltano ogni tanto fuori dall’acqua.

L’Oceano Pacifico è anche stato avvelenato da colossali quantità di spazzatura che galleggiano in vortici che sono chiamati NORTH PACIFIC SUBTROPICAL GYRE= Roteazioni Subtropicali del Nord Pacifico . Questa è la discarica tossica che galleggia nell’Oceano Pacifico, composta da plastiche a base di petrolio e che ha contaminato ed ucciso innumerevoli milioni di pesci e mammiferi, inclusi i delfini e le foche.

Nel 1997, queste gradi aree furono scoperte dal Captain Charles Moore mentre stava ritornando dalla California dalle Hawaii, sulla sua imbarcazione, l’ “Algalita” (ora il nome della Fondazione che ha creato). Fece una deviazione attraverso una regione con poco vento, a causa delle correnti oceaniche. Normalmente, questa area è evitata dai naviganti, perché lì i mari sono molto calmi.

Giorno dopo giorno di navigazione, il Captain Moore vede pile infinite di plastica galleggiare per miglia e miglia. Originariamente questa area veniva chiamata “the Great Pacific Garbage Patch”: il cumulo di spazzatura del Grande Pacifico.

(Lontano da essere un piccolo cumolo, si stima che questa area sia il doppio degli USA continentali. Questa zuppa turbinante di spazzatura galleggiante dista circa 500 miglia nautiche dalle coste della California e si estende lungo la parte nord del Pacifico, passa dalle Hawaii e arriva vicina al Giappone

…) persino la più piccola particella di plastica vien scomposta “dall’azione delle onde o dalla luce solare” (chiamata fotodegradazione) e quindi mangiata dai pesci. Una volta mangiate, queste plastiche viaggiano nell’oceano come catena alimentare (dal pesce più piccolo a quello più grande) e poi finiscono nei vostri piatti di pesce. Si veda : www.youtube.com/watch?v=tnUjTHB1lvM

(…) La plastica cambia e riempie di tossine l’equilibrio ormonale e naturale del corpo. E’ una delle maggiori ragioni per cui abbiamo indicazioni ermafrodite nelle rane e altri anfibi. Questa ricerca arriva dagli anni ‘70.

(…) Una categoria di sostanze chimiche industriali è quella degli ftalati, usati come ammorbidenti ed emulsionanti. Queste plastiche vengono trovate in prodotti dai biberon alle borse per frutta e verdura, agli involucri alimentari, ai giocattoli per bambini, ai lubrificanti e in migliaia di prodotti di bellezza.

Emettono tossine invisibili ma altamente pericolose e che si accumulano. Dagli anni ‘70, gli ftalati sono noti per essere degli inquinanti globali. Se ne producono più di un miliardo di libbre all’anno. Prima che venissero commercializzati non sono stati fatti dei test sui loro effetti a lungo termine. Sono elencati come: Dibutyl phthalate (DBP); Diethyl phthalate (DEP); o Butylbenzyl phthalate (BBP). Quando acquistate la più parte dei prodotti che contengono ftalati, per lo più non c’è sulla etichetta un avviso per il consumatore ad indicazione del pericolo. Ora appaiono frequentemente nelle urine umane come biomarker dati dalla quotidiana esposizione.

Gli Ftalati sono una classe di sostanze chimiche estremamente pericolose, note come disgregatori endocrini o ormonali. Significa che queste sostanze chimiche vengono assorbite dal corpo e lo danneggiano disgregandone gli equilibri ormonali (sia negli umani che negli animali). Questo veleno si accumula in noi ed in tutte le altre creature viventi. Possono causare un serio danno dagli inizi della vita stessa: nell’utero, nel DNA dello sperma, nel danno all’organo, nella precoce pubertà, nel cancro ai testicoli, prostata, seno. Gli ftalati sopprimo il corretto funzionamento del sistema immunitario.

Con la catastrofe dei reattori di Fukushima, ora fuori controllo, non esiste ricerca sulla relazione sinergica tra questi distruttori ormonali chimici e l’uranio radioattivo, anch’esso un distruttore ormonale".

By ©Dr. Ilya Sandra Perlingieri, May 14, 2011

fonte: http://aircrap.org/pacific-ocean-radioactive-garbage-dump/331431/
Traduzione e sintesi di Cristina Bassi

l'articolo completo in italiano, QUI

PER DISINTOSSICARSI E  MIGLIORARE LE CONDIZIONI DEL SISTEMA DI DIFESA:


ZAPPER, secondo il sistema della dr Clark



sabato 14 maggio 2011

FUKUSHIMA AGGIORNAMENTI RADIAZIONI: OLTRE 1000 MILLISIEVERTS/H

Quando 7 impiegati della TEPCO e  2 della NISA  sono entrati nell'edificio del  Reattore1 nelle prime ore del 9 maggio (JST),  azione che nell'atmosfera ha rilasciato semplicemente 500 milioni di becquerels di iodio e cesio radioattivi, questi hanno misurato il livello di radiazione al piano terra, che andava dai  600 ai 700 millisieverts/h nel punto di massima rilevazione.

Poi il 10 maggio, per la prima volta dopo l'11 marzo, qualcuno è andato al piano di sopra e là ha misurato la radiazione: cosi alta che l'apparecchio Geiger non ha potuto fare rilevazioni accurate.

E la TEPCO pensa che la massa indistinta totalmente fusa delle barre di combustibile (uranio e plutonio) + il rivestimento (lega di zirconio) + le barre di controllo (bario, cadmio, argento, indio) + i tubi di acciaio inox +  cos'altro c'era dentro il contenitore a pressione del reattore = "corium" (specie di lava risultatante dalla fusione)  stia raffreddandosi in condizione di sicurezza alla base del contenitore a pressione del reattore.

Il Ministro dell'Economia e l'Ente di Sicurezza Industriale per il Commercio e per l'industria Nucleare
(Trade and Industry's Nuclear and Industrial Safety Agency -NISA- ) hanno annuncato l'11 maggio che il livello della radiazione ha superato i 1000 millisieverts/h al secondo piano dell'edificio del Reattore 1 nella centrale nucleare 1 di Fukushima.

La TEPCO si è preparata per l'installazione di un sistema di raffreddamento esterno dentro l'edificio del reattore. Questo livello di radiazione, però,  potrebbe essere troppo elevato per consentire agli operai di entrare e lavorarvi anche se per breve tempo. Il portavoce della NISA, Nishiyama, ha detto che l'elevata radiazione "può condizionare il lavoro per collegare i tubi per il sistema di raffreddamento"

Il luogo che ha registrato l'elevato livello di radiazione era vicino alla valvola del nucleo del sistema di raffreddamento di emergenza. La misura è stata fatta per 5 minuti a partire dalle 12:45PM del 10 maggio
(JST) e a 1.6 metri dal pavimento, il contatore Geiger ha oltrepassato la scala di misurazione  [e non ha potuto misurare oltre i 1000 millisieverts/h].

Un livello di radiazione da 600 a 700 millisieverts/h è stato rilevato al primo piano dello stesso edificio del reattore, il 9 maggio.

fonte: http://ex-skf.blogspot.com/2011/05/fukushima-i-nuke-plant-radiation-on-2nd.html
traduzione Cristina Bassi

ARTICOLI CORRELATI:
FUKUSHIMA: ABBIAMO A CHE FARE CON UN'ENERGIA DIABOLICA

giovedì 12 maggio 2011

QUESTA SCIENZA RADICATA NEL MALE E NELLA DISTRUZIONE...

THE GOD WITHIN
Mike Adams "il Ranger della salute" -Health Ranger  di http://www.naturalnews.tv/ in questo breve documentario " THE GOD WITHIN" (il "Dio interiore") espone la la falsa filosofia che regge la più parte della scienza moderna. Spiega perchè la scienza è radicata nel male e nella distruzione mentre nuoce alla vita sul pianeta . Come? Attraverso gli OGM, i vaccini, le droghe psichiatriche, le armi nucleari : tutti fattori promossi con il marchio della "scienza".

Nel seguito traduco in breve sintesi, poichè il filmato è in inglese.

Adams cita in particolare Stephen Hawking e il suo libro famoso "The Grand Design"- Il Grande Disegno e Francis Crick (scopritore del DNA) e ricorda come molti fisici dell'era newtoniana non tengano conto, non credano nella consapevolezza.

Hawking :
"La fisica convenzionale è molto simile alla medicina convenzionale".
Non è una rivelazione ormai viste le azioni e gli effetti, ma resta sconfortante e certo non mette tranquilli...

"La filosofia è morta, non ha tenuto il passo con lo sviluppo moderno della scienza, particolarmente della fisica"

"Impercettibili" note di arroganza della "scienza"? Secondo questa scienza siamo solo robot, macchine determinate, marionette biologiche, governate da impulsi biochimici

"Le scoperte nelle neuroscienze sostengono la concezione che sia il nostro cervello fisico, seguendo le leggi note della scienza, che determina le nostre azioni e non un ente che esiste al di fuori di queste leggi"

"Sebbene ci pare di scegliere quel che facciamo, la nostra comprensione della base molecolare della biologia, mostra che i processi biologici sono governati da leggi della fisica e chimica, perciò sono determinati quanto le orbte dei pianeti"

Ed eccoci alla ciliegina sulla torta: il determinismo della scienza. Il determinismo che assolve l'individuo dalle sue responsabilità e azioni. Tutto questo in ultima istanza giustifica il genocidio a cui assistiamo (armi nucleari, centrali atomiche, sterilizzazione dei terreni con gli OGM e degli esseri umani che li mangiano, medicina nucleare e chimica, farmacologia tossica, scie chimiche...): dove è il problema ad eliminare solo dei robot?

I paradigni con cui è costruito il pensiero scientifico e i suoi dogmi determinano poi un atteggiamento e delle conseguenze nelle applicazioni di quei "principi". Sarebbe ora di vederlo chiaro e altrettanto chiaramente
capirlo: oppure ancora si crede che abbiamo tanto tempo davanti, per disquisirne?

Crick:
"Le vostre gioie e i vostri dolori , i vostri ricordi e le vostre ambizioni. Il vostro senso di identità personale e il libero arbitrio non sono infatti altro che il comportamento di un'ampia assemblea di cellule nervose e delle molecole a loro associate" (The Astonishing  Hypothesis)   

Niente da fare, gli scienziati "insistono che hanno creato un mondo migliore. "Meglio vivere con la chimica" hanno detto vent'anni fa. E ora, una generazione dopo, abbiamo da gestire il collasso della vita sul pianeta, un collasso cosi grande e disastroso da essere stato chiamato "la sesta grande estinzione della vita sul pianeta" (www.naturalnews.com/031625_m...)


"Geni Fuori Controllo"

Sulla Strada delle Biotecnologie - Un biglietto di sola andata?
Documentario + Cortometraggio + Libretto/inchiesta

PER ACQUISTO QUI

 
 
  
 

Bruce Lipton in Italia"

E' ORA DI ABBANDONARE LE VECCHIE CREDENZE DELLA SCIENZA...

Rimini 1 e 2 Ottobre 2011

Per acquistare il biglietto di ingresso QUI



La Scienza dell'Invisibile ci introduce, in maniera chiara e appassionante, a straordinarie scoperte scientifiche. Un'opera che finalmente ci spiega quei fenomeni fisici che i nostri sensi non percepiscono e che non sono magie o superstizioni, ma costituiscono una "nuova" scienza antica.


Attraverso La Scienza dell'Invisibile, una nuova disciplina scientifica contemporanea, Massimo Citro e Masaru Emoto ci conducono in un affascinante viaggio tra fisica, medicina vibrazionale, spiritualità e filosofia.

Un percorso stimolante che chiarisce fenomeni fisici non percepibili dai sensi umani e dunque invisibili e non misurabili.
PER ACQUISTO QUI

mercoledì 11 maggio 2011

NON VOTARE I SINDACI IN COMBUTTA CON LE LOBBY DEI TRAPIANTI

La Provincia di Bergamo ha firmato un protocollo d'intesa con l'Aido, per la campagna di propaganda “SCEGLI OGGI” insieme al Consiglio di rappresentanza dei sindaci, ASL, Ospedali Riuniti e Coordinamento prelievo e trapianti d'organo, per convincere i cittadini a dichiarare subito la disponibilità a donare organi, tessuti e cellule, cioè ad essere macellati/espiantati. Unico scopo sviluppare il lucroso business dei trapianti.

I Sindaci che hanno aderito, novelli farisei, fanno mala-informazione quando promuovono, tramite i cosiddetti volontari asserviti, la “donazione dopo la morte”.

Tu cittadino pensi alla morte tradizionale, quella vera, in arresto cardio-circolatorio e respiratorio, ma non è così: gli organi si espiantano da persona che ha perso la coscienza, dichiarata d'autorità in “morte cerebrale” su base pseudo-neurologica, mentre il suo corpo è così vivo che viene a pezzi destinato ad altri.

La persona viene incisa dal bisturi mentre il suo cuore batte, il sangue circola, il corpo è roseo e tiepido, urina, può muovere gambe, braccia, tronco. Le donne incinte portano avanti la gravidanza. Le reazioni alla sofferenza prodotta dall'espianto sono impedite da farmaci paralizzanti o da anestetici.

Il tradimento di questi sindaci è particolarmente vile perché nello Statuto dell'Associazione Comuni d'Italia (ANCI) è stabilito che i sindaci devono rappresentare “i principi di pari dignità e pluralismo di espressione”; al contrario con la propaganda a favore degli espianti-trapianti (cosiddetta donazione), favoriscono la dittatura della redditizia chirurgia sostitutiva che fagocita gli organi gratuitamente dai cittadini incautamente generosi, mentre medici, chirurghi, l'ampio indotto e le case farmaceutiche speculano e guadagnano cifre vertiginose. L'assessore proponente, medico, vorrebbe addirittura costituire una illegale anagrafe provinciale per la donazione.

Queste iniziative sono contro legge. Secondo noi il decreto dell'ex Ministra della Salute Livia Turco, sulla base del quale si sono sviluppati accordi tra sindaci, lobby ed istituzioni, emesso in tempi non leciti quando era scaduto il suo mandato nell'imminenza delle elezioni del nuovo Governo (13.04.2008), non vale niente ed è impugnabile.

La legge non la fa la Turco ma il Parlamento, che ha sancito già nel '99 con legge 91 art. 5 che deve essere emanato un Decreto attuativo di 10 direttive per la manifestazione di volontà uniforme in tutta Italia.

E' ormai palese che le lobby sanitarie decidono l'obiettivo e le istituzioni si mettono in moto compatte e collusive al loro servizio. Questa nuova forma di “dittatura democratica” uccide l'intelligenza e la volontà dei cittadini più dei mitra: le autorità odierne imbracciano l'inganno ed il volontariato finanziato come armi di condizionamento e destrutturazione della personalità umana.
Il cittadino deve rendere in vita lavorando come un asino alla macina e quando “sviene” deve morire come un maiale sequestrato e macellato nella sofferenza.

Così leggi ed istituzioni rafforzano il sistema basato sul profitto e sulla predazione.

COMUNICATO STAMPA ANNO XXVII – n. 8- 10 Maggio 2011
Nerina Negrello, Presidente

LEGA NAZIONALE CONTRO LA PREDAZIONE DI ORGANI
E LA MORTE A CUORE BATTENTE - nata nel 1985
24121 BERGAMO Pass. Canonici Lateranensi, 22
Tel. 035-219255 - Telefax 035-235660
lega.nazionale@antipredazione.org; http://www.antipredazione.org/

Chi vuole può diventare socio o dare un libero contributo alla Associazione :
- Versamento su Conto Corrente Postale è n° 18066241 intestato a Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi
- Bonifico bancario IBAN IT35 S076 0111 1000 0001 8066241 su conto corrente presso Banco Posta
- Invio alla sede di un Assegno Bancario non-trasferibile intestato a Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi

IL MAGICO BAOBAB: FONTE DI VIT C, PROBIOTICO, IMMUNOSTIMOLANTE, REGOLATORE DI INTESTINO, GLICEMIA E COLESTEROLO

Chiamato dagli Africani Albero Magico, Albero Farmacista e Albero della Vita, il nome Baobab deriverebbe dal nome arabo “bu- hibab”, ( il frutto dai molteplici semi). Ovunque, in Africa, il Baobab gioca un ruolo essenziale nella farmacopea tradizionale e praticamente tutte le parti dell’albero vengono utilizzate:

Radici
Nell’Africa occidentale le radici sono cotte e mangiate, in tempo di carestia. In Sierra Leone si utilizza il decotto di radice per aumentare la carica sessuale. La polvere di radice secca preparata come una crema viene utilizzata da pazienti affetti da malaria, come tonico. In Zambia un infuso di radici è utilizzato nel bagno dei bambini, per rendere la pelle levigata e morbida.

Tronco
I tronchi cavi degli alberi vivi sono impiegati come serbatoi di acqua , un grosso albero può contenere fino a 9000 litri di acqua. Nell’Africa occidentale il tronco cavo può essere usato come prigione, stalla o magazzino, in Zimbawe la cavità di un albero è usata come sala di attesa per i bus, può contenere fino a 30-40 persone.

Corteccia
Usata come febbrifugo (si usano decotti di scorza, bollita per un giorno), in sostituzione della corteccia di china. Benefica come febbrifugo per i trattamenti antimalaria, diaforetica e antiperiodica.

La scorza, ricca di mucillagini è impiegata come lenitivo per combattere le infiammazioni del tubo digerente. Se tagliata, dalla corteccia fuoriesce una gomma semifluida bianca, che è inodore, senza gusto, acida ed insolubile, ed è usata per pulire piaghe e ulcereLa cenere dalla corteccia ed dei frutti, bolliti in olio vengono usati come sapone.

Legno
Il legno è leggero, spugnoso, facilmente attaccabile dai funghi, se lasciato in acqua per 2 mesi si disintegra lasciando delle fibre che possono essere usate per imballaggio. Il legno può essere usato per costruire canoe leggere, piatti, vassoi, galleggianti per reti da pesca.

Foglie
Le foglie, specialmente quelle giovani sono popolari come gli spinaci vengono consumate crude o bollite, a volte vengono seccate e polverizzate e inserite in zuppe e salse. Sono ricche di vitamina C, acido uronico, ramnosio e altri zuccheri, tannini, tartrato di potassio, catechine etc. Macerate e poi compresse servono per fare lavaggi alle orecchie ed agli occhi dei bambini ammalati, con effetto antinfiammatorio.

Le foglie sono utilizzate nella medicina tradizionale come diaforetiche (=aumentante la sudorazione), espettoranti, astringenti, febbrifughe, per controllare l’eccessiva sudorazione, hanno proprietà ipotensive e antiasmatiche. Sono utilizzate, nelle malattie delle vie urinarie, diarrea, infiammazioni, morsi di insetti, nel trattamento per l’espulsione del “verme della Guinea”.

Polpa del Frutto
Nella medicina tradizionale, la polpa trova impiego come febbrifugo, analgesico antidiarroico/antidissenterico, e nel trattamento di vaiolo e morbillo. In virtù delle proprietà lubrificanti, leganti, e diluenti correlate alla presenza di pectine e glucidi, la polpa del Baobab è stata recentemente impiegata come matrice idrofila in formulazioni farmaceutiche di compresse di paracetamolo e teofillina a rilascio prolungato.

La polpa ricca di Vit C, può essere polverizzata e preparata come una bevanda dissetante, rinfrescante. Le fibre rosse all’interno del guscio avrebbero un effetto emmenagogo (favorente le mestruazioni) .
La polpa è considerata un trattamento radicale nei confronti della diarrea infantile
In 100 g di polpa di frutto del Baobab sono presenti il 75.6 % di glucidi totali, il 2.3 % di proteine e un bassissimo contenuto di lipidi pari allo 0.27% di lipidi totali.

BAOBAB KIT- ACQUISTA
Il frutto del baobab è noto per il suo elevato contenuto in acido ascorbico (Vitamina C), in particolare la polpa può fornire fino a 300 mg di vitamina ogni 100 g, quantitativo pari a circa sei volte quello contenuto in un arancia. Nota da tempo per la sua capacità di prevenire lo scorbuto, la vitamina C trova un impiego sempre più rilevante per le sue proprietà antiossidanti e per la capacità di proteggere l’organismo dai danni indotti dai radicali liberi. Inoltre, è in grado di incrementare l’assorbimento del calcio e la biodisponibilità del ferro, ed è correlata ai processi di prevenzione di alcune patologie degenerative (cataratta oculare, malattie cardiovascolari, arteriosclerosi).

Il frutto contiene inoltre quantità apprezzabili di altre vitamine essenziali, come la riboflavina (vitamina B2), indispensabile per uno sviluppo ottimale dell’organismo e per mantenere l’integrità cellulare di nervi, cute ed epiteli oculari, e la niacina (vitamina PP o B3), importante per la regolazione di molteplici funzioni metaboliche.

In 100 g di polpa sono contenuti in media 293 mg di calcio, 2.31 mg potassio, 96-118 mg di fosforo, e acido a-linolenico (27 mg di acido per ogni grammo, in peso secco di prodotto).

Il caratteristico sapore acidulo della polpa è dovuto alla presenza di acidi organici, quali l’acido citrico, acido tartarico, acido malico ed acido succinico.

La polpa del frutto del baobab fornisce un quantitativo di fibre solubili (22.54%) ed insolubili (22.04%) che possono arrivare fino a circa 45 grammi per 100 grammi di prodotto. La fibra alimentare ha la capacità di influenzare molteplici aspetti della fisiologia digestiva. Il consumo frequente di fibra alimentare, associato ad una dieta ricca in vegetali, cereali e frutta, è stato messo in relazione con la riduzione del rischio di insorgenza di neoplasie dell'apparato digerente, in particolare del cancro colon-rettale. L’assunzione tramite la dieta di alimenti ricchi di fibre è stata inoltre messa in relazione con la riduzione del rischio di sviluppare diverse disfunzioni organiche, quali stitichezza e sovrappeso.

Le fibre non solubili non vengono assimilate dall’intestino ed aumentano il transito intestinale grazie alla loro capacità di aumentare la massa fecale e stimolare la peristalsi; vengono principalmente impiegate per combattere la stitichezza ed indurre un senso di sazietà, che si può sfruttare in un regime di dieta ipocalorica. Inoltre, la polpa del frutto del Baobab, per l’elevato contenuto di fibre (solubili ed insolubili) sembra dimostrare interessanti proprietà, almeno in vitro, sulla stimolazione della crescita di colture di batteri appartenenti alla microflora intestinale. Studi effettuati, evidenziano che la frazione idrosolubile della polpa del frutto possiede effetti stimolanti sulla crescita di bifidobatteri (-Bifidobacterium bifidummA,-Bifidobacterium longum type, -Bifidobacterium infantis type e -Bifidobacterium bifidum B16), e Lattobacilli.

L’attività funzionale dei batteri probiotici si esplica attraverso l’equilibrio della microflora intestinale, il miglioramento della digestione del lattosio, la prevenzione delle diarree, lo stimolo delle difese immunitarie.
Grazie alla capacità dei probiotici di raggiungere l’intestino, ancora vitali ed in numero adeguato, sopravvivendo all’acidità gastrica ed ai sali biliari, si ottiene la colonizzazione diretta del tratto enterico. Delle materie prime chiamate “prebiotici” se  associate ai probiotici ne aumentano le qualità funzionali (vitalità, attività e colonizzazione). Tali sostanze conferiscono al prodotto la caratteristica di “alimento simbiotico”, cioè un alimento che contiene sia probiotici che prebiotici.  La specificità del prebiotico consente di migliorare la vitalità sia dei batteri probiotici presenti nell’intestino, sia di quelli aggiunti con la dieta. 
PER ACQUISTO QUI


5 g al giorno di POLPA sono utili per tutti, uomini e donne, bambini e anziani, perché aumenta la resistenza ai virus (inclusi influenza e raffreddori ed erpes), regolarizza l'intestino e i valori glicemici e del colesterolo, migliora la qualità della pelle, dona forza, energia e resistenza, riequilibra il tono dell'umore e allevia i disturbi mestruali, antianemico, febbrifugo antinfiammatorio, se applicata sulla pelle la nutre prevenendo l’invecchiamento, donando morbidezza ed elasticità.


PER ACQUISTO QUI
L’OLIO estratto dai suoi semi allevia il dolore delle scottature e rigenera i tessuti epiteliali in tempi brevi, donando tono ed elasticità alla pelle.


La foglia è utile per curare l’asma, le infezioni delle vie urinarie, febbrifugo, antirachitico, se applicata esternamente le sue proprietà antiossidantii

martedì 10 maggio 2011

GLI ANIMALI LASCIATI MORIRE A FUKUSHIMA E ALTRI AGGIORNAMENTI...

vedi video
Gli animali di Fukushima sono rimasti all'interno della zona contaminata di 30 km. I loro padroni sono fuggiti. Tutti gli animali sono radioattivi, nessuno può più uscire dall'area. Tremila mucche, trentamila maiali, 600mila polli e un numero imprecisato di animali domestici. I cani sopravvissuti si avvicinano alle rare macchine autorizzate in cerca di cibo. Intorno a loro c'è un silenzio irreale e abitazioni abbandonate. Quasi tutto il pollame è morto. Le mucche e i vitelli, dove non vi sono fattorie con alimentatori automatici, sono morti di fame e di sete. Secondo le autorità giapponesi il 70% dei maiali e il 60% del bestiame è morto.

I proprietari degli allevamenti hanno chiesto di portar fuori dal terreno radioattivo gli animali, o di entrare per praticare una forma di eutanasia. Le richieste sono state negate per la paura di contaminazione. Alcuni hanno ignorato il divieto e sono entrati nella zona proibita per portare in salvo i loro cani, condannando però anche sé stessi.

L’acqua del mare a 30 chilometri dalla centrale nucleare ha una concentrazione di Iodio-131 di 88,5 becquerels per litro, il valore più alto registrato finora. La radioattività è 2,2 volte il limite massimo ammesso per le acque di scarico delle centrali nucleari. La fauna ittica presente nelle acque del Pacifico per decine di chilometri di fronte a Fukushima è contaminata. La radioattività si diffonderà in modo esponenziale quando le piccole prede saranno mangiate da altri pesci.

                                                 SINTESI IN ITALIANO, DAL VIDEO:

Le autorità giapponesi hanno detto di aver scoperto per la prima volta del pesce, che conteneva alti livelli  di materiale radioattivo e che nuotava al largo della costa del Paese sul Pacifico. Mentre le acque radioattive dell'impianto nucleare giapponese si perdono in mare, il Primo Ministro Naoto Kan ha fatto la sua prima visita sul terreno della zona disastrata.

La porta dell'edificio del reattore nr 1 è stata aperta. La TEPCO (Tokio Electric Power Company)  ha aperto la porta del reattore nr 1 della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, poco dopo le ore 20 locali di domenica, per accelerare gli sforzi per ristrutturare il sistema di raffreddamento .

Agli operai sarà dato il permesso di entrare lunedi mattina per iniziare a restaurare le funzioni di raffreddamento. Dopo aver fatto partire un nuovo sistema di filtraggio, la densità delle sostanze radioattive nell'edificio del reattore è scesa a livelli che hanno permesso allo staff di indossare le maschere a volto completo,  per lavorare.
(L' intervistato dice che per questi lavori vengono impiegate persone già con aspettativa di morte, che vengono ben pagate ma che sanno di essere già spacciate) 

Ripercussioni radiazioni in USA
Ci vuole una settimana perchè l'aria viaggi dal Giappone alla California. 1 settimana fa le radiaizoni hanno cominciato a riversarsi nell'atmosfera  in Giappone e sono arrivate ieri (8.5.11 ndt)  
Se non fosse piovuto la radiazione avrebbe potuto essere sospesa in sicurezza e avrebbe potuto cadere in aree meno popolate.  Ora sta piovendo a dirotto su Los Angeles e pioverà per tutta la settimana.

Perchè non ci sono generatori portatili  in Giappone per fornire temporaneamente corrente ed evitare la fusione?

E i media... riferiranno sulla pioggia tossica o staranno zitti per evitare panico?



mercoledì 4 maggio 2011

GRANDE MORIA DI PIPISTRELLI IN USA, CAUSA LA SINDROME DEL NASO BIANCO

Dei 10.000 pipistrelli che da generazioni si ibernano in una cava di ferro grezzo abbandonata, a Durham, solo circa 200 sono ancora vivi. Questi pipistrelli si sono infettati con la sindrome del naso bianco, "White Nose Syndrome", una malattia misteriosa che sta uccidendo le colonie di pipistrelli con un tasso allarmante, per tutto il Connecticut, Massachusetts, New York, New Jersey, New Hampshire, Pennsylvania, Vermont, Virginia e West Virginia.

Alla fine di marzo, il biologo della  Pennsylvania Game Commission, Greg Turner, ha fatto dei controlli sulla collina di  Upper Bucks ed ha trovato quasi una devastazione.
"Osserviamo il 99 percento di declino," ha detto.
Ci sono molte specie di pipistrelli che si ibernano nella cava. E la moria di questi animali può continuare.

"Ci sono solo alcuni sopravvissuti . Speriamo che quelli che sono là sopravviveranno."
Se i pipistrelli che restano sopravviveranno, ci vorranno generazioni prima che la colonia venga ristabilita, ha detto.

"Pipistrelli femmina adulte producono solo un piccolo all'anno. Supponendo che tutti i piccoli sopravvivano, ci potranno essere 75 pipistrelli nuovi all'anno".

Come risultato della perdita,  la contea del Bucks potrebbe avere  molte infestazioni da insetti nelle estati a venire. (Tranquilli ci spruzzeranno altri veleni "per il nostro bene"  per tenerli lontani, ndt)

Spesso chiamato "l'amico del contadino", il pipistrello si iberna ogni inverno e in primavera e nei mesi estivi si ciba, di notte, di tonnelalte di insettiOgni notte, migliaia di pipistrelli  si diffondono per mangiare ogni insetto possibile, incluse le zanzare, portatrici di malattie.

Ogni pipistrello consuma 900.000 insetti all'anno, ha detto Turner.

Questo potrebbe avere un drastico impatto sui coltivatori della zona, che fanno conto sui pipistrelli  quale aiuto per evitare che le larve distruggano i raccolti.

Probabilmente la più parte dei 200 restanti sopravviverà e negli anni futuri speriamo ci sia una ripresa, ha detto Turner.

"Stiamo arrivando al punto, nella contea di Bucks, dove la maggior parte della mortalità è finita e speriamo di cominciare a vedere una crescita il prossimo anno".

Nel genanio 2010 gli scienziati scoprirono dei segni che alcuni pipistrelli di Durham era stati infettati dalla sindrome del naso bianco, ma fu troppo tardi per poterli salvare.

Durante i mesi, la stessa commissione aveva controllato nella cava e contato i pipistrellli. Ma ha dovuto attendere fino alla primavera, quando i pipistrelli si risvegliano dalla ibernazione, per avere una chiara visione di quanti erano morti.

La malattia genera un fungo bianco intorno al naso dei pipistrelli infettati
I pipistrelli così perdono il grasso del corpo necessario per sopravvivere alla ibernazione e alla fine i mammiferi muoiono di fame nei mesi invernali.
Gli scienziati non riescono a definire esattamente come si diffonda la malattia; si sa che viene trasmessa da pipistrello a pipistrello.

Si dice anche che la malattia non costituisce pericolo per gli umani e gli altri animali.

fonte:
http://www.phillyburbs.com/news/local/courier_times_news/disease-wipes-out-bat-colony/article_00a2d8eb-0021-5137-8c6e-c017e2e7145e.html
traduzione e sintesi Cristina Bassi
  
CASETTA PER PIPISTRELLIPER ACQUISTO QUI

martedì 3 maggio 2011

TRAPIANTOPOLI ONLINE: UN MACABRO MONOPOLI PROPOSTO NELLE SCUOLE MEDIE DI MODENA

03 Maggio 2011

USANO I MINORI PER LA PROPAGANDA AI TRAPIANTI LE AUTORITA' MANIPOLANO I RAGAZZINI NELLE SCUOLE MEDIE

“Trapiantopoli”:  Come trasformare un minore in donatore

Il Comune di Modena ha ripetuto l'iniziativa nelle Scuole Medie inferiori, già stigmatizzata nel 2010, sul tema degli espianti-trapianti, dal titolo: “Donazione organi: una lezione dagli studenti medi”, avente ad oggetto una mostra di disegni/video a premio e contestualmente percorsi interattivi e “divertimenti”. Si tratta di 1.300 ragazzi che dopo essere stati “istruiti” sono stati trasformati in “educatori della società civile”.(Iniziativa dal 3 al 7 maggio 2011 presso un centro commerciale).

Esprimiamo a gran voce tutto il nostro sdegno e perplessità avverso un'iniziativa che si rivolge a bambini di tenerissima età e minori in generale, i quali si troveranno immersi in problemi gravissimi ed argomenti di grande crudezza ed impatto emotivo importante.

Non solo, ma ciò che è peggio è che, fin d'ora, viene propagandato nell'ambito di questa iniziativa un gioco on-line, con accesso libero, definito “Trapiantopoli – il gioco della vita”, un progetto raccapricciante realizzato dal Comune di Modena, dall'Aido e da associazioni similari come Admo, Aned, Antf, Aseop, Avis, Avpa col sostegno del Centro Trapianti Emilia Romagna.


Un percorso interattivo tipo Monopoli che, al posto di compravendita di case, terreni e altro, tratta di cessione o guadagno di sacche di sangue, ovvero lo scambio di organi e tra le punizioni anche un turno di attesa nella lista trapianti ecc. Pare a questa associazione difficilmente conciliabile la complessità del tema con la risibilità del gioco: tale materia non può essere svilita a questi livelli. Questa strategia che cosa cela? Pare sia in atto la precisa volontà di scardinare il concetto di identità personale per esercitare i minori all'idea che il corpo sia un semplice composto di parti.

Per gli adulti l'intitolazione stessa, Trapiantopoli, è di grande impatto negativo, posto che può essere associato alle peggiori vicende della politica italiana (assicuropoli, tangentopoli, mensopoli, vallettopoli...) e in effetti questa può essere considerata la peggiore vicenda della sanità italiana.

Non vi è chi non veda che al peggio non c'è limite, ma ciò è davvero troppo se rivolto a minori, in un'età in cui devono prevalere la serenità e la tutela della loro integrità e libera formazione del loro giudizio.

Questa Associazione, nella persona della sua Presidente, più volte è stata querelata e poi processata perché accusata di aver usato espressioni offensive o diffamatorie nei confronti delle associazioni che si servono di siffatto materiale. A fronte di quanto ora descritto, appare addirittura onorevole aver cercato di difendere la dignità degli studenti senza riserva alcuna e sopratutto senza ulteriori scopi, se non quello della trasparenza.

La Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente esprime la sua ferma ed irrevocabile condanna nei confronti di chi si rivolge ai minori, ed anche ad altri, con strumenti di divulgazione inidonei e fuorvianti ed invita i genitori a tutelare direttamente i propri figli con ogni mezzo lecito anche rivolgendosi alla Magistratura competente.

Nerina Negrello
Presidente
LEGA NAZIONALE CONTRO LA PREDAZIONE DI ORGANI  E LA MORTE A CUORE BATTENTE - nata nel 1985

24121 BERGAMO Pass. Canonici Lateranensi, 22
Tel. 035-219255 - Telefax 035-235660
lega.nazionale@antipredazione.org
http://www.antipredazione.org/

domenica 1 maggio 2011

MASSIMA ATTIVITA' SOLARE E PERICOLI PER LA TERRA, I SUOI ABITANTI E LE LORO TELECOMUNICAZIONI...

"Mentre il sole sta giungendo ad un suo massimo solare e si avvicina inesorabilmente un periodo di pericolosa intensità  mai sperimentato da persona vivente, forze strane ed incontrollabili potrebbero essere in costruzione nelle profondità della sua violenta fornace nucleare.
Alcuni hanno predetto degli tsunami solari devastanti che potrebbero portar via la nostra avanzata tecnologia, altri danno voce ad avvertimenti sul fatto che violente esplosioni sulla superficie del sole, potrebbero raggiungere la Terra, aprire una breccia nel nostro campo magnetico ed esporci a miliardi di intensi raggi X ed altre forme mortali di radiazioni che possono causare cancro.
Ora è emersa la prova che qualcosa di potenzialmente più dannoso sta accadendo nelle profondità del nucleo della nostra stella dispensatrice di vita: particelle mai viste prima – oppure una forza misteriosa- vengono sparate fuori dal sole e stanno colpendo la Terra.

Qualsiasi cosa sia… l’evidenza dice che sta influenzando tutta la materia.

QUI  PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO