IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Translate

CLOROFILLA LIQUIDA

mercoledì 30 novembre 2011

ASHWAGANDHA: PER SORRIDERE ALLA VITA

Ashwagandha, il ginseng indiano che fa sorridere alla vita

Una pianta "adattogena" contro stress, ansia, infiammazioni…
Forse chiamarla ginseng indiano è più semplice che non utilizzare il suo vero nome "Ashwagandha" o quello scientifico "Withania somnifera", anche perché il termine ginseng ci fa comprendere immediatamente che tipo di pianta può essere e su cosa può agire.

Infatti, questa pianta, è nota per essere un rimedio adattogeno in grado di rafforzare le difese dell'organismo conto gli attacchi esterni e le influenze negative dello stress. Ma anche contro ansia, infiammazioni… e problemi sessuali.

Assai conosciuta nella medicina Ayurvedica, l'ashwagandha è stata utilizzata sin dall'antichità come rimedio contro i disturbi sessuali (in quanto ritenuta un buon afrodisiaco); contro i disturbi del sonno e l'insonnia; nel trattamento delle malattie dell'apparato respiratorio come bronchite e asma; come tonico per il fegato e contro l'ulcera; come astringente e antinfiammatorio.

 (...)  a causa dell'effetto sedativo della pianta, viene suggerito di non assumerla in associazione con farmaci ansiolitici o in concomitanza di interventi chirurgici che prevedano un'anestesia generale.

tratto da: http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?ID_blog=26&ID_articolo=1479&ID_sezione=31

ASHWAGANDHA AYUREVEDICA PUKKA
PER ACQUISTO

Questi integratori contenenti 90 capsule vegetariane con oltre 500mg di pure erbe biologiche, sono certificate dalla Soil Association. Tutte le miscele sono state effettuate dal nostro erborista ed esperto di ayurveda Sebastian Pole, utilizzando antiche ricette unite alla migliore qualità di erbe.


Ashwagandha:
L’ashwagandha in India è usata soprattutto come tonico, in particolare per problemi di emaciazione sia negli adulti che nei bambini, e come tonico della funzione sessuale sia maschile sia femminile. Vengono riconosciute alla pianta anche proprietà tonificanti per rinforzare le giunture, le ossa, i muscoli e i tessuti, apporta beneficio al sistema nervoso. Dosha: Vata Kapha

POST CORRELATO:

METABOLISMO, AYURVEDA E FUOCO...

lunedì 28 novembre 2011

INFANZIA: PROTEGGERLA DALLA VIOLENZA E MANIPOLAZIONE DEL SISTEMA

Con l'avvento della televisione e la successiva diffusione del computer e dei videogiochi la realtà dei bambini è significativamente cambiata.
Bambini Pisco-Programmati spiega come è cambiata. Oggi molti genitori, pedagogisti ed educatori esprimono preoccupazione per i forti condizionamenti mediatici a cui il bambino è soggetto. Ma in che modo il bambino viene condizionato? Quali effetti hanno le manipolazioni mediatiche sul suo comportamento? Quanto e in che modo la personalità del bambino risente del bombardamento pubblicitario? Quali effetti negativi hanno i videogiochi?

Il libro risponde a queste e a molte altre domande, permettendo a genitori ed educatori di fare chiarezza e di essere in grado di proteggere il bambino dalla "programmazione mediatica" a lui diretta. 


Oggi il 90 per cento dei teenager possiede un proprio televisore, una percentuale che resta molto alta – attorno al 60 per cento – anche per i bambini di 5-6 anni.Oltre un terzo dei ragazzi ha un PC personale, e i due terzi hanno almeno una consolle per videogiochi.
 
Le cose non vanno meglio per il cellulare: quasi la metà delle bambine delle elementari (e il 39 per cento dei maschietti) e quasi tutte le ragazze delle superiori (il 98 per cento, mentre i coetanei maschi si fermano al 90) ne possiedono uno. In media, i ragazzi passano davanti a uno schermo cinque ore e 18 minuti al giorno e una volta e mezza rispetto a quello passato assieme ai genitori. 

È sempre più facile trattare i bambini come esseri delicati, vulnerabili e in pericolo, da tenere sotto una campana di vetro invece di attribuire loro un ruolo attivo nella creazione di regole volte a promuovere e proteggere i loro interessi.

Intervistando circa 3000 bambini e 300 adulti, Mayo e la coautrice Agnes Nairn, professoressa di marketing alla EM-Lyon Business School in Francia e alla Rotterdam School of Management dell'Erasmus Universiteit, nei Paesi Bassi, mostrano in quali modi e forme i bambini siano quotidianamente bombardati da slogan e immagini che fanno leva sui loro sogni e ne sfruttano i punti deboli.

Spiegano perché le bambine torturano le loro Barbie, cosa provano i ragazzini per David Beckham, perché le mamme siano più in gamba dei papà, come mai i bambini delle famiglie più rigide tendano a diventare i consumatori più sfrenati e, soprattutto, perché l'eccesso di marketing porti all'infelicità.

Questo preciso, inquietante racconto è una lettura essenziale per chiunque sia interessato alle più profonde implicazioni del mondo commerciale in cui viviamo.

 Questo libro, si rivolge soprattutto a te, Donna che sei la maggiore interessata. Vorrei trasmetterti le basi per svolgere al meglio il tuo ruolo di Madre, valorizzando tutto il tuo meraviglioso potenziale.
Ma mi rivolgo anche a te, Uomo, affinché tu prenda coscienza del ruolo particolarmente importante che sarai chiamato a svolgere, nel momento in cui saprai di diventare Padre.
Dal contenuto di queste pagine potrete facilmente intuire con quanta gioia io mi rivolga alla Donna per aiutarla a ritrovare la sua giusta collocazione nella famiglia e nella società, nonché il ruolo affidatole dalla Natura.
Sarà bene che anche i giovani di qualunque età ricevano queste nozioni, per avere le idee chiare quando sarà giunto per loro il momento di formarsi una famiglia.

 "Secondo me la donna è colei che salverà il mondo; una donna è colei che tiene la chiave della vita, una donna è colei attraverso la quale si manifesta il Grande e Potente Impulso di Amore portatore di Vita”A dire questo era Peter Deunov, un maestro di una Scuola di Vita, un insegnante spirituale nella tradizione cristiana non ortodossa. In anni assai difficili, dal 1914 al 1944, tra le 2 guerre mondiali e in Bulgaria, egli trasmise i suoi insegnamenti anche sul tema “Donna” e in questo testo è riportata una sintesi.  info per acquisto

POST CORRELATO:
 

giovedì 24 novembre 2011

PROBLEMI ESISTENZIALI ED ETA' ANAGRAFICA...


Se avete passato i primi -anta, vi  sarà piu' facile ricordare che ci sono state problematiche di vita (crisi, aspirazioni, interessi, conflitti, ...) diverse a seconda dell'eta'/periodo della vita. A confermare cio' e con argomenti e indicazioni è un metodo di psicologia astrologica, creato decenni fa dai coniugi HUBER (Svizzera) che, per altro, si ispirò alla Psicosintesi.

Nello specifico mi riferisoc alla lettura del PUNTO dell'ETA', ovvero un "racconto esistenziale"  attraverso cicli di vita di 6 anni, a partire dal momento in cui nasciamo (l'ascendente nel linguaggio astrologico) .

VEDIAMO ALCUNE DI QUESTE FASI ...

Dai 42 a 48 anni: TRASFORMAZIONE
La società ci chiama a confronto. La vita ci chiede di andare oltre la superficie e di capire lo scopo profondo dell'ambiente in cui viviamo, della comunità e se necessario di lavorare per questa realizzazione. Se ci fermiamo alla forma esteriore, all'apparenza, allo status sociale, non troveremo né l'energia, né il tempo per concentrarci sui valori interiori. Questo è il tempo di trasformazione, di morte e rinascita. Molti degli ideali che ci hanno animato nella nostra gioventù, ora si confrontano con la realtà nel modo più crudo, portando spesso a galla crisi di notevole entità. Se ancora ci portiamo dentro vecchi stereotipi, questi devono essere rinnovati, rigenerati oppure appassiranno e dovranno scomparire. Ecco la crisi della mezza età che avanza: la vita ci chiede di cambiare radicalmente le abitudini di pensiero. Fino ad ora avevamo una spiegazione della vita solo in chiave personale, ora è tempo di una filosofia globale che consideri tutti.

Dai 48 a 54 anni: NASCITA SPIRITUALE
Lo spirito ci chiama a raccolta, l'esistenza deve essere rivista. Le grandi domande ("che senso ha la vita"?) devono essere approfondite ed esaminate. Se ci rifiutiamo di farlo arriva la frustrazione e la ben nota crisi per la mancanza di significati. Sta diventando troppo tardi per raggiungere degli obiettivi che siano solo personali: se insistiamo in questo comportamento, rischiamo di isolarti nell'ambiente. Se ancora siamo attaccati agli impulsi egoistici e caparbi che chiedono gratificazione personale, corriamo il rischio di comportarci in modo infantile. La vita ora chiede partecipazione al gruppo, alla comunità, alla società e dovremmo farlo mostrando originalità di pensiero e di filosofia, che deve tener conto di valori che vanno oltre i nostri egoismi.

 Dai 54 a 60 anni: l'AUTORITA'
Autorità o autoritarismo? Ecco la prova del fuoco: fino ad ora abbiamo accumulato conoscenze, capacità e veri valori spirituali, oppure esercitato potere con arroganza, violenza coercizione? Nel primo caso è giunta l'ora di esprimere vera autorità, quella che poggia sulla competenza e sul distacco dall'obiettivo da raggiungere. Il tempo è perciò maturo per raccogliere riconoscimento pubblico, maggiori responsabilità e anche funzioni di guida nella comunità a cui appartieniamo, sia essa una famiglia, un gruppo, una città, un'azienda. Ma se fino ad ora abbiamo rincorso solo potere personale e sviluppato predominio e coercizione, cadremo vittima dell'autoritarismo, la conseguenza più triste e deleteria del cattivo uso del potere nella vita.

Dai 60 ai 66 anni: l'EVOLUZIONE SPIRITUALE
E' tempo di donare al mondo piuttosto che aspettarsi qualcosa dal mondo. Il punto più alto della visibilità esteriore è dietro di noi, nel ciclo precedente: ora è saggio ritirarci dalla febbrile attività pubblica. Sentiamo i ricordi delle molte e ricche esperienze degli anni precedenti: ci può venire voglia di scrivere una autobiografia. La vita ci chiede ora di trasferire la nostra comprensione del mondo a coloro che sono più giovani e che possono farne tesoro. Le amicizie diventano più selettive , il numero dei contatti diminuisce, ma chi resta è veramente un amico. E' tempo di calma ed obiettività per considerare i problemi dell'umanità al di fuori degli interessi personali. I grandi ideali dovrebbero diventare più chiari davanti a noi stessi e spesso coloro che sono tra i 24 e 30 anni, sono affascinati ed interessati alle grandi mete che sappiamo far loro intravedere.

Si, non è proprio come racconta il mondo delle celebrities o della pubblicita' che vuole tutti eterni bamboloni ma.. provare a riflettere su questi spunti "spirituali" (attinent al signfiicato della vita), male non farebbe...


QUI tutte le fasi d'eta' 

lunedì 21 novembre 2011

DAL SANTUARIO DEI PIPISTRELLI: COSA SIAMO ANCORA CAPACI DI FARE...


... COME UMANI...

dal Santuario dei Pipistrelli : http://www.batworld.org

per adottare un pipistrello: http://www.batworld.org/adopt-a-bat-now/

Casetta Nido per Pipistrelli Casetta Nido per Pipistrelli. acquista

sabato 19 novembre 2011

TRAPIANTI E TRAFFICO D'ORGANI: UN SOFFIO DI MORALITA' IN UN CONGRESSO MEDICO

Al Congresso della Federazione Europea dell’International College of Surgeons (Roma 10-12/11/11) è stata presentata dal Prof. Dr Rocco Maruotti una relazione intitolata “Etica Chirurghi & Società”. 
L’importanza della relazione consiste nel fatto che per la prima volta in un congresso di chirurghi sono stati toccati argomenti fin qui considerati tabù: ad esempio come le organizzazioni ospedaliere premino chi collabora al raggiungimento delle quote prestabilite di donatori o come i governi minaccino di passare alle donazioni forzate qualora non vengano raggiunti i livelli di donazioni fissati.
E’ stato dimostrato come le organizzazioni ospedaliere di procacciamento di organi promuovono attività aggressive (richiesta aggressiva di donazione, educazione aggressiva nelle scuole, perseguimento aggressivo del consenso, segnalazione aggressiva dei “potenziali” donatori, definizione “aggressiva” della morte). L’oratore si è chiesto se non sia da considerare aggressione un tale comportamento eticamente e giuridicamente condannabile.
La parte centrale della relazione è stata dedicata agli aspetti di psicologia applicata all’etica: la disapplicazione morale. L’attività di procacciamento di organi è stata analizzata con le tecniche generali di analisi che si utilizzano nell’esame di eventi ed azioni come le condanne capitali, il genocidio, le esecuzioni di massa, il giustificazionismo, l’eufemizzazione del linguaggio, il vantaggio utilitaristico, la diffusione di responsabilità, la minimizzazione delle conseguenze e la disumanizzazione dell’aggredito.
Sono state presentate immagini che hanno provocato una profonda impressione nei chirurghi presenti. I chirurghi sono stati inoltre colpiti dalla presentazione di documenti che certificano l’abbandono da parte degli stessi trapiantisti di quelli che definivano i principi etici irrinunciabili: prelievo da cadavere vero, consenso informato e definizione certa di morte. I trapiantisti ora ammettono che il prelievo avviene da soggetto vivente, per cui si dovrebbe utilizzare l’anestesia per evitare dolore al soggetto che espiantano.  
I trapiantisti affermano che informare correttamente il pubblico e le famiglie comporterebbe per loro un disastro con blocco finale delle loro attività e che non esiste una definizione di morte univoca, ma piuttosto infinite definizioni su persona viva che ha perso la coscienza.
E’ stato accennato anche al traffico di organi nei paesi dell'occidente dai trapiantisti sempre negato. Ormai è certo che nelle stesse università americane, dove si tuonava contro il traffico di organi, vi era un consolidato sistema di traffico di organi, che viene sistematicamente silenziato dalla stampa ed ignorato dalle associazioni mediche che si rifiutano di parlarne e di prendere provvedimenti.

Questa chiarezza in ambito medico ci fa sperare in un possibile, auspicato, risveglio morale.
Cordiali saluti.
La Segreteria
www.antipredazione.org

venerdì 18 novembre 2011

LA CHEMIOTERAPIA POTREBBE DANNEGGIARE IL CERVELLO NEI CASI DI CANCRO AL SENO

"La chemioterapia potrebbe danneggiare il cervello nei pazienti affetti da cancro al seno": è quanto hanno detto alcuni sceinziati mettendo in guardia.

Uno studio d'avanguardia ha scoperto che pazienti con cancro al seno che si erano sottoposti al trattamento - che utilizza la medicina per uccidere le cellule cancerose-
avevano significativamente meno attivita' nella parte del cervello responsabile per la memoria e la programmazione, rispetto a color che non erano stati trattati in questo modo.


Dei ricercatori della Stanford University credono che le scoperte fatte potrebbero spiegare il fenomeno "cervello chemio" ( 'chemo brain' ): un termine usato per descrivere un pensiero annebbiato e vuoti di memoria a seguito di sedute di chemioterapia.

L'autrice principale, Shelli Kesler ha detto:  'Questa è una enorme convalida per queste donne che dicono ai loro dottori che "qualcosa in me non sta funzionando" 
La ricerca ha coinvolto 25 pazienti con cancro al seno, che erano state trattate con la chemioterapia: 19 pazienti con cancro al seno chr avevano avuto operazione chirurgica e altri trattamenti e 18 donne sane.

(...) le 25 pazienti che erano state trattate con la chemio , hanno fatto piu' errori nei test cognitivie la scansione loro fatta ha rivelato una attivita' ridotta in parti del cervello responsabili per la memoria, il controllo cognitivo e la pianificazione.


La Kesler ha aggiunto: 'Questo indica che quando una paziente riporta che sta lottando con questo tipo di problemi, c'è una buona probabilita' che ci sia stato un cambiamento nel cervello".

Lo studio, pubblicato negli archivi di Neurologia (Archives of Neurology) supporta le scoperte fatte precedentemente; i pazienti di cancro da lungo tempo lamentano effetti collaterali neurologici, come la perdita di memoria a breve raggio ed in casi estremi, perdita della vista e e persino demenza a seguito della chemioterapia.

Ma di regola i medici non hanno dato retta a queste lamentele attribuendole allo stress causato dalla diagnosi di cancro e dal suo trattamento.

La Keslerha detto che il prossimo passo è iniziare ad indagare quali pazienti sono piu' vulnerabili a questo tipo di deficit causato dalla chemio, amministrata sia sotto forma di pasticche, che via iniezione o endovena.


Uno studio del 2008 fatto dalla University of Rochester Medical Center (URMC) e dalla Harvard Medical School ha collegato una medicina ampiamente utilizzata nella chemio, il 5-fluorouracil (5-FU), al deterioramento delle cellule cerebrali sane.

Un altro autore eminente, Mark Noble ha detto:  'E' chiaro che, in alcuni pazienti, la chemioterapia pare attivare una condizione degenertiva nel sistema nervoso centrale'.


trad e sintesi Cristina Bassi

mercoledì 16 novembre 2011

COLESTEROLO ALTO? NON SI MUORE, ANZI...


La gran parte degli studi dimostra che nelle donne livelli di colesterolemia più elevati della norma non costituiscono un fattore di rischio cardiovascolare, anzi sono protettivi per numerose malattie.

Già nel mio libro “Mangia Grasso e Vivi Bene” avevo riportato le conclusioni di alcune ricerche (1):

- il ricercatore francese, Dr Bernard Forette, aveva scoperto che le donne anziane con livelli di colesterolo molto alti vivevano più a lungo. Al contrario, nelle donne con valori molto bassi la mortalità era cinque volte maggiore. L'autore di queste ricerche metteva in guardia dall'uso delle statine in questi soggetti;
- in un congresso della NHLBI (National Heart, Lung and Blood Institute-USA) i ricercatori, esaminando tutti gli studi a disposizione sull'argomento, giunsero alla stessa conclusione, cioè che la mortalità è maggiore nelle donne con bassi livelli di colesterolo rispetto alle donne con livelli più alti.

A conferma di quello che già sapevamo, è giunto un recente studio norvegese, durato 10 anni, i cui risultati ribadiscono che le donne con livelli di colesterolemia elevati vivono più a lungo e hanno un ridotto rischio di infarto e ictus rispetto a quelle con livelli più bassi (2). Ma gli uomini non devono temere, perché la stessa cosa vale anche per loro. 

Vediamo i dati:
- rispetto alle donne che hanno valori di colesterolo sotto i 193mg/dl, quelle con valori oltre 270mg/dl mostrano una riduzione della mortalità del 28% e una riduzione del rischio cardiovascolare del 26%;

- rispetto agli uomini che hanno valori di colesterolo sotto i 193mg/dl, quelli con valori oltre i 270mg/dl hanno un rischio di morte ridotto del 11% e un rischio cardiovascolare ridotto del 20%.
Pertanto, questo studio mostra che avere il colesterolo sopra i 193mg/dl fa vivere più a lungo, soprattutto le donne e che il più delle volte la prescrizione delle statine non solo è pericolosa, ma non ha alcuna base scientifica. Ma d'altronde, tutta la teoria lipidica (grasso = infarto) non è mai stata verificata. Una teoria diventata dogma per soddisfare le brame di lucro delle aziende che vendono farmaci contro il colesterolo e delle industrie che ci propinano oli di semi, margarine e malsani alimenti dietetici.
Bibliografia
1) F. Perugini Billi Mangia Grasso e Vivi Bene. Ed. Junior. Alzano Lombardo 2006.

2) Petursson H et al.  Is the use of cholesterol in mortality risk algorithms in clinical guidelines valid? Ten years prospective data from the Norwegian HUNT 2 study. J Eval Clin Pract. 2011 Sep 25.

lunedì 14 novembre 2011

OMEOPATIA E OMEOPATI ANCORA SOTTO ACCUSA IN QUESTA BAGNAROLA ITALICA

articolo tratto da Omeopatia33

Scandali omeopatici
di Simonetta Bernardini

Un lungo déjà-vu quello dello scorso fine settimana, segnato dalla tragica morte di un bambino di quattro anni avvenuta a Tricase, un paese in provincia di Lecce. L'odore dello scandalo più forte di quello della tragedia: è morto un bambino, ma era figlio di un omeopata, ma era curato con l'omeopatia.

Siti internet e quotidiani mobilitati e giornalisti indaffarati alla ricerca di dichiarazioni. E a fare le dichiarazioni, dalla parte della "scienza", i soliti noti, gli antiomeopatici nazionali. Dichiarazioni che si potevano leggere ad occhi chiusi, tanto erano uguali alle stesse di sempre. "I farmaci omeopatici non hanno alcuna efficacia" sentenzia il Prof. Ugazio, presidente della SIP; "Nei medicinali omeopatici non c'è nulla" ribadisce il Prof. Garattini (incurante di sapere che, invece, almeno nei medicinali omeopatici molecolari c'è un universo di molecole attive). 

 
E ancora: "Omeopati come astrologi" (una variante degli stregoni, per intendersi). Ma ecco la nuova proposta del professore: che li radino, gli Ordini dei Medici, questi medici che praticano l'omeopatia o l'agopuntura! Che importa se in tutto il mondo in prestigiosi ospedali universitari si aprono centri ospedalieri di medicina integrata? Basta ignorarlo. Quel che conta è cercare di riprendersi i cittadini che si auspica siano smarriti da cotali dichiarazioni e riportarli dalla parte della medicina "giusta", quella per la quale, se i bambini muoiono, non è mai colpa della medicina.

Ne approfitta anche il Comitato nazionale di Bioetica per ribadire che i genitori non hanno il diritto di scegliere l'omeopatia per la cura dei loro bambini. Via anche la patria potestà, quando si tratta di omeopatia. Eppure in venti anni non ricordo più di tre casi di pazienti deceduti per i quali si poteva avanzare l'"aggravante" della cura omeopatica o pseudo tale. Certo, un numero enorme di perdite, giacché anche una sola perdita è enorme. Ma un numero insignificante, purtroppo, nel novero delle cause di morte imputabile all'errore medico. 

Ed è proprio questo il punto. L'errore medico è il punto. Una vita umana che viene perduta quando si cura con la medicina convenzionale si chiama "errore medico" e la medicina non c'entra, non è colpevole. Ma quando quel paziente si cura con l'omeopatia, allora tutta la medicina omeopatica è colpevole, tutti i medici diventano, nella bocca del Solone di turno, colpevoli e con loro anche tutti i pazienti diventano colpevoli di curarsi con "l'acqua fresca". 

Speriamo che un domani si possa assistere ad un cambio di scenario e che, davanti ad un altro disgraziatissimo evento, i giornalisti si affannino a cercare altri pareri (ve ne sarebbero tanti) altri medici, convenzionalissimi e per niente sensibili all'omeopatia, ma disponibili ad argomentare con contenuti non preconcetti. Guadagneremmo tutt'altra informazione e qualche pagina di buon giornalismo al servizio della verità.”

In occasione di altri fatti analoghi, già ebbi modo di esprimere la mia opinione. Vorrei aggiungere, alcuni ulteriori e più recenti dati:

- in poco più di due anni, in Italia sono stati 329 i decessi dovuti alla pratica, o meglio mal-pratica, della medica convenzionale. Un fenomeno in crescita (1).
- le morti dovute ai farmaci sono ben 40.000 ogni anno, stando alle ultimissime stime (2)
- la prescrizione multipla di farmaci negli anziani, pratica abituale e spesso ingiustificata, è la più frequente causa di mortalità ospedaliera in questa categoria di pazienti (3).

Le varie discipline mediche, tradizionali e non, possono essere tutte utili nel migliorare la qualità della vita e nel curare le malattie, ognuna con i propri pregi e limiti. Bisognerebbe smetterla di fare gli sciacalli e avventarsi contro le medicine non convenzionali ogni qualvolta c’è un insuccesso o purtroppo una morte dovuti queste pratiche, dato che sul versante della medicina accademica in quanto ad insuccessi e morti non siamo per nulla messi bene.


Bibliografia
1) Commissione di inchiesta su errori: 329 i decessi i due anni. Da: DoctorNews.it
2) Farmaci, Federanziani: 40 mila morti ogni anno e 10 miliardi per le reazioni avverse. Da:  http://it.paperblog.com
3) La quinta causa di morte per anziani? Gli effetti collaterali dei farmaci. Da:www.naturalmentemeglio.it

articoli correlati:

domenica 13 novembre 2011

MORTI PER VACCINO: I GENITORI RACCONTANO

“Posso assicurarsi che la morte indotta da vaccinazione non è nè veloce nè indolore. Impoteenrte ho osservato mia figlia mentre soffriva di morte lenta proggressiva e lo faceva urlando ed incurvando la schiena per dolore, mentre il vaccino faceva cio' che si intendeva facesse assaltando il suo sistema immunitario immaturo. I veleni usati come conservanti si infiltravano nel suo piccolo corpo, sopraffacendo i suoi organi vitali uno ad uno, fino a farli crollare. Questa è una immagine che mi dara' la caccia per tutta la vita, e spero che nessun altro genitore debba mai testimoniare la stessa cosa. Una pena di morte considerata troppo inumana per i criminali piu' violenti di questo paese, fu invece dichiarata per la mia piccola, innocente, meravigliosa bambina: una morte da inizione letale".
Christine Colebeck
la cui figlia è morta 24 ore dopo aver ricevuto una iniezione letale di vaccini  
DPT (tetano, difterite, polio)  e OPV (antipolio). 
Colebeck, Christine. Death By Lethal Vaccine Injection.
www.ratbags.com/rsoles/vaxliars/colebeck.htm
_______________________________________________

"Ci sono stati vari racconti di aborti avvenuti dopo aver ricevuto dei vaccini, ma la pressione per promuovere le inizioni di vaccino antisuina è stata cosi grande,  da esseer statao offferto gratuitamente ad ogni donna incinta, anche se le inizioni sono cariche di mercurio"

__________________________________________________


"Mia figlia Lyla Rose Belkin è morta il 16 settembre 1998
all'eta' di 5 settimane,  15 ore dopo aver ricevuto la sua seconda iniezione di vaccino di epatite B. Era una bambina vitale, sveglia, di 5 settimane, quando la tenni per l'ultima volta tra le mie braccia. Non potevo imamginare, quando mi guardava intensamente negli occhi con tutta la innocenza e la mervaviglia di ogni nuovo nato, che sarebbe morta quella notte".

Michael Belkin Testimony to Congress. Tuesday, May 18,1999
www.whale.to/vaccines/belkin.html  Lyla Rose Belkin died on September 16, 1998
www.curezone.com/forums/m.asp?f=370&i=1
 _____________________________________________

 IL QUALE AGGIUNGE:
" Si dice che il clero della  Chiesa durante l'Inquisizione veramente credesse che la sua missione fosse torturare uomini, donne, bambini innocenti e non c'è dubbio che molti pediatri veramente credano nei loro vaccini, non ha nesuna importanza se poi questi nuocciono ai bambini.  Come gruppo continuano a indossare paraocchi e a seguire quello che i loro superiori medici dicono. Questi superiori sono corrotti fino al midollo, quinid nessuna sorpresa se la medicina non è piu' veramenter la pratica della medicina.  Non so proproip come chiamarla, ma di certo la professione è carica di perosne che hanno infranto un giuramento, poichè fanno cosi tanto danno anche se hanno giurato di non farne nessuno".

 traduzione e sintesi Cristina Bassi, www.thelvingspirits.net

                                                                     

sabato 12 novembre 2011

AGENZIA NUCLEARE: IN EUROPA INSOLITA ANCHE SE BASSA RADIOATTIVITA'

 aggiornamento 12.11.11:
Radioactive dust over Sweden

Bassa concentrazione di isotopo iodio-131 inDanimarca, Svezia, Rep. Ceca, Polonia, Austria e Ungheria.
________________________

11 Novembre, 2011





VIENNA — Livelli di radiazioni molto bassi , superiori alla normalita' ma che "sembrano non porre pericoli per la salute", sono sttai registrati nella Repubblica Ceca ed altrove in Europa, cosi ha detto venerdi la International Atomic Energy Agency
Questo ufficio dice che  le cause non sono note, ma che non si tratta del risutato del disastro nucleare in Giappone, a Fukushima Daiichi, che ha diffuso radiazioni su tutta la terra nel marzo scorso.
I livelli molto bassi di iodio 131 sono statai misurati nell'atmosfera , ha detto l'ente che aggiunge che un simile isotopo perdera' molta della sua radioattivita' in 8 giorni.





 Copyright 2011 The Associated Press. All rights reserved. This material may not be published, broadcast, rewritten or redistributed.

giovedì 10 novembre 2011

UN GUARITORE DESCRIVE GLI "ILLUMINATI"...



“Alcuni erroneamente pensano che gli Illuminati o i Satanisti siano mediocri e cerchino vantaggi scorretti nel tradire la societa’.
Gli Illuminati ricercano e selezionano quelli che sono dotati, specialmente spiritualmente.
Come è tipico, approcciano la persona di talento, offrendogli fama e fortuna e promesse di grande scalata all’interno della loro organizzazione.
E’ noto come Satana in persona faccia le sue offerte a certi individui. E non ha le corna o un coda appuntita. E’ bello, incredibilmente intelligente e affascinante. Come nel film con Al Pacino, The Devil's Advocate (L’avvocato del Diavolo). Nonostante questo è il padre di tutte le menzogne.
Si, Satana è una vera entità: i demoni sono organizzati e lui è il leader. E’ uno spirito (ovvero non in carne ed ossa ndt). Conosco personalmente 3 persone che hanno avuto la stessa esperienza: a loro è stato offerta fama e fortuna se fossero andati dalla sua parte. Questi 3 individui non sono noti.

Allo stesso modo, il Nuovo Testamento registra come Gesu’ fosse stato avvicinato  da Satana e come gli venissero offerti i regni del mondo, se solo si fosse prostrate ad adorarlo.

Attentamente collocano i loro intellettuali nelle universita’. Li ho scoperti insegnare (non educare a) come screditare la moralita’ e la religione. “Loro” fuorviano i giovani celando verita’ o persino falsificando la scienza. Alcune citta’ sono dominate da satanisti: sono nei governi delle citta’, nella polizia, nei vigili del fuoco. Sono collocati nei posti piu’ alti della politica, nei tribunali negli studi legali da costa a costa.
(si rifereisce agli Usa, ndt)

Sono nelle nostre chiese. Sono coinvolti persino alcuni noti evangelisti; insegnano dogma e peccato anzichè perdono e amore. Sono nelle professioni di aiuto come la medicina e la psicologia. Ma non sono li per aiutare, ma per mungere la gente di tutto il denaro che possono. Offrono connivenza per mandare in fallimento ogni medico che scopra cure facili e poco costose, o qualsiasi psicologo che denunci l’omosessualita’ o l’abuso sessuale in rituali.

Nella mia esperienza, lo strumento che usano è quello di porre in ridicolo o far vergognare per depistare le persone dalla verita’. Tuttavia, hanno paura di essere scoperti e se ho dei sospetti su di loro o a questo alludo, tagliano la corda.

Avendo lavorato con molti satanisti che sono fuggiti, posso dirvi che gli Illuminati e i Satanisti non si basano sulla fiducia, ma sulla paura di venire scoperti per crimini a cui hanno partecipato. Non si fidano tra loro. Infatti i membri in genere sono gelosi  tra loro e si odiano.

I Satanisti generazionali abusano sessualmente dei loro stessi figli, durante i rituali. Questi eventi sono filmati. Quando un certo governatore appoggia un candidato presidenziale che non è stato una scelta degli Illuminati, sui giornali locali viene reso pubblico il suo uso di prostitute costose. Cosi la sua vita e la sua carriera vengono meritatamente rovinate.  Sebbene la stampa da tempo fosse ben consapevole di queste sue tendenze.

Oggigiorno, in politica non andate da nessuna parte senza avere del fango addosso: cosi vi si puo’ controllare. Se non siete uno di loro, non avrete pubblicita’. Potreste anche trovarvi in prigione per false accuse. Gli Illuminati non potrebbero essere dove sono oggi, senza l’aiuto dei loro lacchè nella stampa di tutto il mondo.

Quando il loro sistema economico fallira’ (ossia molto presto) saranno i primi a scannarsi tra loro. Potranno persino istigare la Terza Guerra Mondiale, come membri di alto rango dei governi di Usa, Russia, Cina
Suggerisco percio’ che vi prepariate in fretta. Stivate abbastanza cibo per i vostri cari,  perché vi basti per un anno o piu’. Noi che rifiutiamo di alzare la spada  contro i nostri fratelli dovremo separarci fisicamente dal caos certo, per la nostra reciproca sopravvivenza e beneficio.

Stregoni e streghe sono il livello piu’ basso all’interno dei satanisti. Credono di aver imparato a utilizzare i demoni per creare distruzione e riceverne vantaggio. In realtà è proprio il contrario. I loro demoni possono confonderli o infuriare la gente al punto da fare azioni selvagge o persino commettere suicidio.

I demoni possono impossessarci di noi se glielo permettiamo. Tentativi di possessione di solito avvengono quando uno sta scegliendo di fare un grande cambiamento, positivo, della propria vita. I demoni vogliono fermare il vostro progresso ad ogni costo. 

I demoni possono operare sul piano fisico. Possono creare dei rumori sordi la notte. Possono creare delle ferite fisiche, morsi, tagli, abrasioni e persino malattia. Vengono in forme, misure e forze diverse. Una forza molto potente puo’ letteralmente far si che un edificio in pietra venga scosso dalle sue fondamenta.

Ma i demoni hanno potere su di noi solo se glielo permettiamo. E glielo permettiamo nutrendoli con le nostre paure, senso di colpa, vergogna, avidita’, rabbia furiosa, cupidigia, o sete di potere, anche se non sempre ne siamo consapevoli.

Per quei pochi a cui questi sono visibili, la piu’ parte dei demoni sono mostruose entita’ non umane deformate. Attraverso Hollywood, (la macchina di propaganda di Satana), la nostra cultura ora riflette la stessa bruttezza nelle arti e spettacoli di intrattenimento.

Programmi TV volgari, musica rock,anche le liti e le discussioni li attraggono nelle nostre case. Persino la musica rock cristiana li attrae. Sono attratti dalla bruttezza della musica. Non sono necessariamente le parole che li attirano o respingono.

L’uso delle droghe che alterano la mente e l’alcol, ci debilitano e permettono loro di avere controllo su di noi. Ecco perché vengono commessi cosi terribili crimini sotto la loro influenza. La promiscuità apre alle loro influenze oltre al fatto di aggiungere e condividere il “fardello karmico” con ogni partner sessuale. Ecco perché coloro che sono promiscui ammucchiano un sacco di problemi nelle loro vite, soffrono di molti problemi di salute e di carattere emozionale e invecchiano piu’ velocemente del resto degli altri.

Disfarsi dei demoni non è cosi difficile. Affermare con fermezza il nome di Dio o Cristo li caccia via. Ma se lo fate con paura o rabbia rimangono e vi ridono in faccia. Si nutrono della vostra paura o rabbia e si rafforzano”.
by Mendel
http://www.henrymakow.com/illuminati.html
 
traduzione e sintesi: Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net
 “Anche se vado per una valle oscura, non temo alcun male, perché tu sei con me. Il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno sicurezza."

PER AQUISTO
L'autore parte dal presupposto, dimostrato fra l'altro da una nota fisiologa statunitense, che alcuni parassiti intestinali possono essere causa scatenante di tali patologie purtroppo occulte, cioè non facilmente evidenziabili con le classiche indagini mediche, biochimiche o strumentali. La base teorica su cui si delinea questa particolare visione è l'instaurarsi di un 'Vuoto di Potere' psicosomatico che provoca una disinformazione del sistema biologico di regolazione e controllo.

A causa di questa 'disinformazione' che si basa sui principi della Fisica Quantistica e della Medicina Vibrazionale e di Biorisonanza, l'organismo umano può essere preda di 'alieni', cioè di parassiti intelligenti che andranno a reinformare e riorganizzare, grazie al loro formidabile istinto di sopravvivenza e di propagazione della specie, il sistema biologico della cui struttura e territorio si sono impadroniti.