IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

giovedì 25 ottobre 2012

TERREMOTO DELL'AQUILA: CONDANNATI SCIENZIATI PER OMICIDIO COLPOSO

 "6 scienziati italiani  ed un ex funzionario di governo sono stati condannatia a 6 anni di prigione per il terremoto dell'Aquila del 2009: una corte regionale li ha trovati colpevi di omicidio colposo

Il Pubblico Ministero  ha detto che gli imputati hanno fatto affermazioni falsamente rassicuranti prima del terremoto , mentre la difesa ha sostenuto che non ci sono modi per predire gravi terremoti.

Quello dell'Aquila, di magnetudo 6.3, aveva devastato la città e ucciso 309 persone. Molte scosse minori avevano scosso l'area nei mesi precedenti, prima che il terremoto distruggesse buona parte del centro storico.

Al giudice Marco Billi ci sono volute piu' di 4 ore per raggiungere il verdetto nel processo che era cominciato nel settembre 2011. Gli avvocati hanno detto che si appelleranno contro la sentenza. Poichè, in Italia, le condanne non sono definitive fino almeno dopo il primo grado di appello, è improbabile che gli imputati dovranno immediatamente affrontare il carcere.


‘Un caso allarmante’

I 7, tutti membri della Commissione Nazionale per la Previsione e Prevenzione di Grandi Rischi- sono stati accusati di aver fornito "informazioni inesatte, incomplete e contraddittorie” circa il pericolo delle scosse di terremoto sentite  il 6 Aprile 2009, cosi riportano i media italiani.
In aggiunta alle loro sentenze tutti sono stati interdetti da un lavoro nei pubblici uffici , cosi dice La Repubblica.
Nella affermazione finale , il PM ha citato uno dei suoi testimoni, il cui padre mori nel terremoto; questi ha descritto come Guido Fioravanti avesse chiamato sua madre a circa le h 23.00, la notte del terremoto, proprio dopo la prima scossa.

“Ricordo la paura nella sua voce. In altre occasioni sarebbero fuggiti, ma quella notte, con mio padre, si sono ripetuti quello che la commissione rischi aveva detto loro. Quindi sono rimasti.”

‘Una sentenza affrettata’
Il giudice ha anche ordinato agli imputati di pagare le spese processuali  e i danni.
Reagendo al verdetto contro di lui, Bernardo De Bernardinis ha detto: “Credo di essere innocente davanti a Dio e agli uomini”. “La mia vita da domani cambierà,” ha detto l'ex vicepresidente del dipartimento tecnico della Protezione Civile, secondo La Repubblica.
“Ma se in tutte le fasi del processo giudiziario sarò condannato, accettero' le mie responsabilità.”

Un altro, Enzo Boschi, ha descritto se stesso come “afflitto” e “disperato” dopo la lettura della sentenza.“Pensavo che sarei stato assolto. Continuo a non comprendere di cosa sono stato accusato.”
(Enzo Boschi: “Pensavo di essere assolto ancora non capisco di cosa sono accusato”. Fu proprio Boschi, nel 1985, ha diffondere l’allarme, in base ad analisi storico-statistiche, per un’imminente sisma nell’area della Garfagnana che poi non si verificò. E anche in quel caso fioccarono denunce, per procurato allarme. fonte: http://www.dirittodicritica.com/2012/10/23/terremoto-aquila-grandi-rischi-processo/)

Uno degli avvocati della difesa, Marcello Petrelli, ha descritto la sentenza come “affrettata” e “incomprensibile”.
Si veda anche  QUI (BBC)

fonte: http://zen-haven.com/laquila-quake-italy-scientists-guilty-of-manslaughter/
trad. Cristina Bassi

GLI IMPUTATI

Bernardo De Bernardinis, former deputy chief of Italy's civil protection department
  • Franco Barberi, Capo della Commissione Granvi Rischi 
  • Enzo Boschi, ex presidente dell'Istituto Naizonale di Geofisica
  • Giulio Selvaggi, direttore del Centro Nazionale Terremoti
  • Gian Michele Calvi, direttore del Centro Europeo  di Ingegneria sismica
  • Claudio Eva, fisico
  • Mauro Dolce, direttore dell'Ufficio Rischi terremoti della Protezione Civile
  • Bernardo De Bernardinis, ex vice-presidente del DSipartimento tecnico della Protezione Civile 

Nessun commento: