IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

mercoledì 21 novembre 2012

7 ANNI, UZBEKO E TALENTO INCREDIBILE: DIRIGE UNA ORCHESTRA


EDUARD YUDENICH, 7 anni. Nel video dirige Strauss, Ouverture "The Bat". Orchestra di Stato degli Studenti. Conservatorio dell'Ukbekistan.

Diffcile non pensare ai talenti da altre vite... a tal fine rimando al seguente interessantissimo articolo: 

SULLE MOLTE VITE DELL'ANIMA, LA REINCARNAZIONE, LA COSCIENZA UNIVERSALE 
E L'ANIMA OLOGRAFICA

un estratto:

"L’anima Olografica
Dunque come facciamo combaciare propriamente la prova della sopravvivenza dell’anima individuale e della reincarnazione, con l’idea di una coscienza universale che è alla base di tutto?
 
Sebbene le fonti spirituali piu’ profonde attraverso le epoche, diano indicazioni della verità,  la soluzione piu’ semplice ed anche elegante la possiamo attingere dai recenti decenni, grazie alla scoperta dell’ologramma.

Vuol dire che bisogna applicare questo principio non già al cervello, non alla memoria e nemmeno all’universo come tale, ma piuttosto alla stessa coscienza dell’anima:
La coscienza dell’anima è olografica. Siamo sia aspetti individuali della Fonte che totali rappresentazioni olografiche di essa e  questo contemporaneamente.Tuttavia questo non significa che la individualità dell’anima sia in sè una illusione. Il principio dell’ologramma è che  la parte contiene il tutto, pur restando completamente distinguibile da esso.

L’altro messaggio che giunge chiaro e forte dalla ricerca della “infra-vita” (tra-le-vite), così come dalle fonti spirituali piu’ profonde, è che il libero arbitrio e la responsabilità personale regnano sovrane. Questo è cio’ che ci permette di comprendere dai nostri errori e di crescere come anime. Quindi ogni anteprima della vita successiva, vista tra le vite, rappresenta semplicemente le maggiori probabilità e le minori possibilità e non c’è una punizione karmica o predestinazione.

Infatti l’idea del karma in sè presumibilmente ha esaurito la sua utilità, perchè è chiaro che le dinamiche sul come le nostre attitudini, intenzioni ed esperienze nutrono i futuri che noi stessi ci creiamo, sia tra le vite che nella vita, sono ben piu’ complesse e non possono essere  ridotte a “semplicistiche” leggi.
Per concludere: pare che “non ci siano imperfezioni nel grande piano”. 

Il mondo fisico non è un abominio creato da angeli caduti. Né il ciclo della reincarnazione è qualcosa da cui si deve fuggire a tutti i costi, sia ottenendo improvvisamente la illuminazione per vedere attraverso la illusione, che imparando a rinunciare a tutti gli attaccamenti per non generare piu’ karma.
Sebbene faremmo bene a tendere ad un livello di distacco emozionale e di equilibrio  e meditare regolarmente è assolutamente impagabile per cercare di far avanzare i nostri ‘sè superiori’, la vita deve essere vissuta e bisogna fare esperienza!

Quindi dove finisce il tutto? La prova della “infra-vita” di nuovo supportata dalle piu’ profonde fonti spirituali suggerisce che continuiamo a reincarnarci fino a che abbiamo esaurito tutte le possibilità di crescita sul piano fisico. E questo è solo “la fine dell’inizio” del viaggio dell’anima, perchè ci sono molte altre opportunità per nuove esperienze in altri regni.

Per quanto concerne l’idea di “riunione con la Fonte”, il concetto dell’Anima Olografica suggerisce in primis che non ci separiamo mai da Essa e che Essa è sempre dentro di noi e noi dentro di Lei.
E che ne è della domanda da un milione di dollari: quale è il senso dell’universo in primis e come l’essere umano si inserisce in tutto “il quadro piu’ grande”?

L’obbiettivo primario della Sorgente, della Fonte, è diversificarsi nei miliardi di aspetti del sè, dell’anima olografica che opera nei vari regni in tutto l’universo, è fare esperienza di tutto cio’ che è  e puo’ essere. Quindi come aspetto individualizzato della Fonte che ha scelto di reincarnarsi su questo pianeta, stiamo semplicemente adempiendo ad una piccola parte di quell’obbiettivo, nel momento in cui raggiungiamo un equilibrio di tutte le esperienze disponibili  per mezzo di questo “percorso”

tutto l'articolo tradotto qui:

http://thelivingspirits.net/php/articolo.php?lingua=ita&id_articolo=587&id_categoria=11&id_sottocategoria=13
traduzione per The Living Spirits, Cristina Bassi
By Ian Lawton,fonte originale: http://www.wakingtimes.com/2012/11/16/reincarnation-the-interlife-universal-consciousness-the-holographic-soul/


Nessun commento: