IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO
QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO: ALLOWING FREQUENCIES TO INCREASE YOUR WELL BEING OF MIND AND BODY

mercoledì 26 settembre 2012

LA RUSSIA VIETA IMPORT GRANO NK603 MONSANTO...

Un comitato di controllo governativo russo ha richiesto la sospensione di un grano sviluppato dalla Monsanto  dopo che uno studio francese controverso , pubblicato la scorsa settimana, ha detto che le cavie  che hanno ingerito il grano, hanno sviluppato tumori e sono morte prematuramente.

L'ente russo, Rospotrebnadzor, il braccio dei diritti dei consumatori  del Ministro della Salute Russa, ha detto che agli scienziati del governo è stato chiesto di controlalre lo studio. Nel mentre le importazioni del grano, noto come NK603, saranno vietate.

La scorsa setimana, le autorità francesi hanno chiamato dei regolatori per cntin uare l'investigazione sullo studio, portato avanti dai ricercatori della University of Caen, in Normandia. La European Food Safety Authority sha detto che  recensirà la ricerca

In una risposta email, Tom Helscher, un portavoce della Monsanto, martedi ha scritto: “Non crediamo che le scoperte della recente ricerca francese presentino informazioni da giustificare un cambiamento  del determinare la sicurezza del NK603 o il suo stato di approvazione per le importazioni. La sicurezza delf NK603 è ben stabilita poichè rispecchia le rispettive valutazioni di sicurezza  poste dalle autorità regolatrici nel mondo.”

Lo studio, rilasciato mercoledi scorso, ha analizzato 200 ratti in oltre 2 anni di tempo. Ad alcuni gruppo è stato dato il grano OGM, ad altri del grano prodotto con l'erbicida Monsanto, il Roundup e ad altri è stato dato il Roundup nella loro acqua. Lo studio ha trovato che i ratti in questi gruppi hanno sviluppato danno agli organi e tumori e sono morti piu' in fretta di quelli che non sono stati trattati con il grano o l'erbicida.

Lo studio immediatamente ha diffuso controversie con l'industria biotecnologica, fgli scienziati e le organizzazioni di ricerca che hanno messo in discussione lo scopo del lavoro e le metodologie (ma che sorpresa, come mai? ndt) . Molti scienziati hanno fatto rilevare cheil tipo di ratti usato nello studio erano già altamente suscettibili di tumore.

Molti ricercatori hanno sottolineato che l'autore ha chiesto ai compilatori che firmassero un documento in cui si dice che non avrebbero consultato esperti esterni prima della pubblicazione dello studio: un segno , dicono i critici, che gli autori non si sentivano in grado di sostenere una indagine esterna. (e non si puo' nemmeno ridere su questa vicenda... ndt)

I sostenitori dell lavoro, tuttavia, hanno fatto rilevare che è stato lo studio concernente ratti che ha riguardato un lungo periodo di loro nutrizione, molto oltre la duranta di  90 giorni (avete letto bene! ndt) quel che viene prodotto per ottenere l'approvazione del mercato, in cui vengono usati gli stessi tipi di ratti. Hanno anche fatto rilevare che i ratti trattati, nonostante del tipo propenso al tumore usato nello studio, hanno sviluppato tumori ad alto tasso rispetto ai ratti non trattati.

(...) I termini, spiegati da Andrew Kimbrell del gruppo di difesa, The Center for Food Safety, si sono basati su "il legittimo e serio timore della Monsanto, negli anni, che cerca di sopprimere la scienza che è contraria agli interessi delle corporazioni.".  L'azienda, ha aggiunto Kimbrell, "avrebbe fatto un enorme lavoro di PR preventivo, prima della pubblicazione."
 
FONTE: http://www.stltoday.com/business/local/724f0fb6-075b-11e2-bf8b-0019bb30f31a.html
traduzione: Cristina Bassi

SI VEDANO ANCHE:
 
 

lunedì 24 settembre 2012

LE FREQUENZE ELETROMAGNETICHE: CONDIZIONANO LA MENTE E DISTRUGGONO IL SISTEMA NERVOSO



Lo scienziato britannico ora in pensione dall’intelligence militare, Barrie Trower, che ha per anni lavorato nel settore microonde e armi segrete, ha  detto apertamente e fornito documentazione scientifica sui seri pericoli delle frequenze elettromagnetiche.


Ha detto che durante gli anni ’50 e ’60, durante la Guerra Fredda, per caso ci si rese conto che i microonde potevano essere usati come armi segrete. Questo quando i Russi mandarono raggi contro l’ambasciata Americana durante la Guerra Fredda, cosa che causò, a tutti quelli che lavoravano all’ambasciata , cancro, cancro al seno, leucemia e quant’altro. Ci si rese quindi conto che i microonde di basso livello,  erano l’arma segreta perfetta da usarsi contro gruppi dissidenti nel mondo, perché li si puo’ far ammalare, provocare loro cancro, cambiare la loro attitudine mentale sulla vita senza che si rendano minimamente conto di venire irradiati.

Lo spettro elettromagnetico è una banda  che va dai raggi gamma e raggi x, onde di energia molto alta,  e ritorna giu’attraverso la luce visibile, che è anche una forma di radiazione, quindi si dirige verso microonde infrarosse,  tv e radio. Ora le sole che veramente hanno una influenza su di noi nell’industria della comunicazione, sono le microonde e queste hanno una speciale capacità di interferire con l’acqua, che è poi il modo in cui funzionanoi forni a microonde. E noi siamo fatti di acqua.

Tutti i nostri segnali elettrici e chimici nel corpo, hanno a che fare in qualche modo con l’acqua. Quindi l’industria ha preso la parte peggiore possibile dello spettro elettromagnetico e l’ha data ai piccoli e ai grandi (per quel che riguarda i cellulari).

Gli effetti terribili del Wi-Fi e della radiazione del cellulare, sulle ragazze

Trower: Ho tre documenti di ricerca. Sono un consulente scientifico di 5 organizzazioni. Parte delle mie competenze è di leggere documenti scientifici internazionali e poi ritradurli in una lingua che la piu’ parte delle persone possa  comprendere. Questo è come faccio la consulenza.

Ho tre documenti che mostrano che bassi livelli di microonde possono interferire con la genetica nei follicoli ovarici. Ora quel che questo significa nella lingua di ogni giorno è che è diverso che per i ragazzi; le ragazze quando nascono hanno fino a 400 uova nelle loro ovaie.

Il microonde può da nneggiare la struttura genetica, sappiamo come, in quelle ovaie. Quindi quando la ragazza cresce, si sposa ed ha figli, se ha una figlia questo danno genetico particolare sul mitocondrio è irreparabile. Non c’è nulla che lo possa riparare. (qui 
http://inthesenewtimes.com/2010/04/24/barrie-trower-on-microwave-radiation-stealth-warfare-and-public-health/ tutta la trascrizione della intervista – in inglese-  con Barrie Trower ) 


“Il 24 agosto 2010, Mr. Barrie Trower, un fisico britannico ex esperto in armi alle microonde e che lavoro’ per la Marina Britannica (Royal Navy) e i Servizi Segreti Britannici, tenne una conferenza  alla università di Toronto sugli effetti salutistici del WiFi ed altre forme di radiazione microonde.

Mr. Trower usci’ pubblicamente sulla cosa perchè era preoccupato, poichè le frequenze di microonde e le intensità a cui sono sottoposti i bambini nelle scuole, sono simili a quelle usate per le armi al microonde.  Diede al Dr. Havas una copia di una conferenza che aveva tenuto al Re del Botswana nella prima parte di questo anno (Aprile 2010) e quel documento puo’ essere visto  
 
Link all’articolo al Toronto Star, 26 Augosto 2010:  ”U.K. Expert Warns against Wi-Fi.”
Qui il PDF delle sue credenzialità e la presentazione al Parlamento Gallese.

Se volete sentire Mr. Trower , eccovi serviti:
Se siete andati un po’ in giro sotto questi nostri cieli metallizzati e avete notato queste antenne per cellulari che proliferano, avrete notato quante di esse sono state diabolicamente collocate vicino o direttamente a scuole, istituzioni, strutture mediche, file di negozi, uffici e aree domestiche.

TUTTO L'ARTICOLO QUI:
http://thelivingspirits.net/php/articolo.php?lingua=ita&id_articolo=562&id_categoria=12&id_sottocategoria=60

sabato 22 settembre 2012

AVOCADO: COME PIANTARLO IN CASA...



Dopo aver letto delle numerose proprietà dell’avocado nell’articolo Avocado: storia, proprietà e usi, ecco delle semplici istruzioni per piantare questo meraviglioso frutto a casa vostra. 
La prossima volta che vi capiterà di mangiare un avocado o di usarlo per preparare una fresca insalata o una bella macedonia non gettate via il nocciolo.



La moltiplicazione per seme è la più facile, perciò una volta mangiato il vostro bell’avocado non buttate via il grosso seme, ma ripulitelo ben bene dai residui di polpa.

Quello di cui abbiamo bisogno all’inizio è semplicemente di qualche stuzzicadente ed un bicchiere di plastica: si deve tenere il seme di avocado in sospensione sull’acqua nel bicchiere, e per farlo si piantano 4 stuzzicadenti perpendicolari fra loro  sulla parte superiore del seme, così da creare dei supporti che appoggino sulle pareti del bicchiere riempito di acqua. Importante: il seme deve essere con la punta rivolta verso l’alto! (vedi immagine a lato)

A questo punto posizionate il bicchiere in un luogo mediamente illuminato e ricordatevi di aggiungere acqua man mano che evapora.  Con un po’ di pazienza il seme inizierà prima a far spuntare una radice dalla parte inferiore, e poi si spaccherà facendo fuoriuscire la piantina vera e propria dalla parte superiore. Il tempo per la germinazione varia enormemente, può essere di un paio di settimane come di un paio di mesi, ed a volte la germinazione non avviene affatto; conviene quindi preparare una piccola “batteria” di bicchieri, nel mio caso ad esempio la germinazione è avvenuta in due semi su tre.

Quando spunta la fogliolina togliete i 4 stuzzicadenti e posizionate il seme con le radici e il germoglio in un vasetto e ricordate che, trattandosi di una pianta tropicale, necessita di calore e umidità ma evitate di bagnare eccessivamente il terriccio che dovrà essere sempre ben drenato.





Fruttificazione
Per avere dei frutti bisogna fare un innesto con un’altra pianta che già produce i frutti oppure c’è anche l’opzione impollinazione tra maschio e femmina.
L’avocado, come tante piante subtropicali, ha un maschio ed una femmina come il Kiwi, raramente é anche ermafrodite e quelli che si trovano in commercio generalmente sono maschi.
Infatti l’avocado coltivato in un clima troppo freddo diventa maschio, e ha bisogno di una certa temperatura per diventare femmina durante la germinazione, il problema é che i frutti di avocado che noi possiamo ottenere in Italia provengono da coltivazioni intensive nei paesi tropicali e vengono raccolti ancora troppo giovani perché non son destinati alla coltivazione, e per poterli mandare in Europa, vengono refrigerati e terminano la loro maturazione nello scaffale del supermercato, il tutto quindi in ambienti troppo freddi per poter ottenere piante femmine. Il modo migliore é quello di ottenere frutti già maturi da paesi tropicali e poi piantarli in casa, ma per questo é necessario avere qualcuno che ci porta i semi.

Suggerimenti
Durante l’inverno, trasferite il vaso contenente la pianta di avocado in un luogo caldo e soleggiato.
Se l’avete già piantata nel terreno, invece, ricordatevi di coprirla con un telo di plastica per evitare gli shock termici che potrebbero essergli fatali.

L’avocado é una pianta molto forte ma non resiste la solitudine, se volete piantarle contate sul fatto di dover piantarne più di due per poterle vedere crescere bene.  Se piantate un seme di avocado germoglierà ma difficilmente crescerà oltre il metro; invece, se gli mettete altre piante vicino, esso ricomincerà a crescere molto in fretta anche oltre due metri se in giardino. In pochi anni la vostra piantina diventerà uno splendido albero che va dai 6 ai 20 metri di altezza.

FONTE: http://www.dionidream.com/come-piantare-il-seme-di-avocado/

SI VEDA ANCHE:

http://saluteolistica.blogspot.it/2008/09/la-salute-nella-dottrina-delle-firme.html

giovedì 20 settembre 2012

TUTTO L'EMISFERO NORD CONTAMINATO DALLA NUBE RADIOATTIVA DI FUKUSHIMA



"Il giornale scientifico di peer review Science of the Total Environment riporta:


"Enormi quantitativi di radionucleidi antropogenici sono stati rilasciati dai reattori nucleari collocati a  Fukushima (nord-est del Giappone) tra il 12 e il 16 marzo 2011 a seguito di un terremoto e tsunami. La radioattività dell'aria a livello del suolo è stata monitorata in tutto il globo, immediatamente dopo l'incidente di Fukushima. Questo sforzo globale è stata una opportunità unica per tracciare il movimento di massa d'aria in superficie  in luoghi diversi e nell'emisfero nord.
***
L'analisi dei movimenti della massa d'aria tra il 12 e il 16 marzo hanno mostrato che la massa d'aria è stata dispiegata verso est dall'area di Fukushima e si è biforcata in un ramo nord e uno sud fuori dal Giappone (Fig. 3). Questa biforcazione verso est di masse d'aria, è in accordo con la simulazione della dispersione potenziale della nube radioattiva dopo l'incidente nucleare di Fukushima (Weather OnlineWebsite of United Kingdom, UK, 2012).

Questo lavoro dimostra chiaramente  quanta poca dissipazione è avvenuta durante questo tempo, a causa  della natura  del sistema di circolazione rapido di aria globale, la nube radioattiva  ha contaminato tutto l'emisfero nord durante un spazio di tempo relativamente breve.


Note:  Anche la West Coast (Costa occidentale) del Nord America è a rischio di radiazione dall'oceano. Il Dipartimento di Sicurezza Nazionale  e l'Amministrazione della Sicurezza Nucleare (The Department of Homeland Security and National Nuclear Security Administration ) recentemente hanno mandato elicotteri in volo a bassa quota sopra la Baia di San Francisco, perchè testassero le radiazioni. Ma sicuramente non renderanno pubbliche le loro scoperte.

La Russia ha scaricato nell'oceano 19 navi radioattive e 14 reattori nucleari

I governi, incluso Russia e Usa, hanno tenuto celate delle fusioni nucleari per 50 anni e tenuto nascosti  i pericoli di radiazioni per 67 anni. I governi hanno anche tenuto nascosti scarti nucleari nell'oceano. Come fa notare l'Ente Internazionale per l'Energia Atomica
( International Atomic Energy Agency),  13 paesi usarono l'oceano come discarica per "smaltire" scarto radioattivo tra il 1946 e 1993
.

Dal 1993, è vietato fare discarica nell'oceano secondo un accordo con un numero di trattati internazionali, incluso la Convenzione di Londra del 1972, la Convenzione di Basilea e MARPOL 73/78.

Come ha riportato il mese scorso il gruppo norvegese ambientalistico della Bellona Fondation,
la Russia ha appena ammesso di aver scaricato nell' oceano 19 navi radioattive piu' 14 reattori nucleari- alcuni dei quali con materiale fissabile-:

Il catalogo degli scarti buttati in mare da parte dei Sovietici, secondo documenti visti da Bellona e che oggi sono stati pubblicati dal quotidiano norvegese Aftenposten, include 17.000 containers di scarto radioattivo, 19 navi contenenti scarto radioattivo, 14 reattori nucleari, inclusi 5 che che ancora contengono combustibile nucleare spento; 735 altri pezzi di macchinari pesanti altamente contaminati da radioattività  e il sottomarino nucleare K-27 con i suoi 2 reattori  pieni di combustibile nucleare.

***
Un gruppi di esperti dalla Norvegia e Russia questa settimana comincerà una spedizione nelle aree del Mare di Kara, che secondo il rapporto pubblicato dalla Russia si afferma fosse usato come discarica nucleare fino ai primi anni '90

FONTE: http://www.zerohedge.com/contributed/2012-09-18/scientific-paper-%E2%80%9C-fukushima-radioactive-plume-contaminated-entire-northern-h

trad. e sintesi Cristina Bassi



mercoledì 19 settembre 2012

GLI ORRORI DEI SUCCESSI MONSANTO, VISIBILI SU CAVIE






Per la prima volta, la conseguenza salutistica di un OGM e di un pesticida ampiamente usato , sono stati estesamente valutati in un test su animali alimentati per lungo tempo [con cibi OGM] ; sono seguite dettaggliate analisi come mai prima d'ora, da parte di enti ambientalistici e alimentari, governi, industrie e centri di ricerca.

I due prodotti testati sono usati molto comunemente: (i) un mais transgenico reso tollerante al Roundup, la caratteristica condivisa  da oltre l'80% del cibo OGM per umani e animali e (ii) lo stesso Roundup , l'erbicida piu' usato sul pianeta. Il processo di approvazione regolamentare richiede che questi prodotti vengano testati su ratti quali surrogati di umani.

La nuova ricerca ha avuto questa caratteristica: 2 anni di prova di alimentazione su 200 ratti, i cui risultati sono stati monitorati su piu' di 100 parametri.

(...) i risultati , che inducono a seria preoccupazione, includono aumento e piu' rapida mortalità con effetti ormonali non lineari e in relazione al sesso. Le femmine hanno sviluppato significativi e numeroris tumori alle mammelle e problemi alla ghiandola pituitaria e reni. I maschi sono morti principalmente per serie deficenze croniche epatorenali. Il team del Prof Seralini alla università di Caen sta pubblicando questo studio dettagliato in uno dei giornali scientifici online di peer-review piu' imporanti a livello internazionale, per cio' che rigarda la tossicologia del cibo. Questo il 19 settembre 2012.

Le implicazioni sono estremamente serie. Dimostrano la tossicità, sia dell'OGM con le piu' diffuse caratteristiche  transgeniche che del piu' usato erbicida , anche quando se ne ingeriscono bassissime quantità (che corrispondono a quelle che si sono trovate in superficie  nell'acqua del rubinetto). In aggiunta, questi risultati chiamano in questione l'adeguatezza dell'attuale processo di regolatoria, usato in tutto il mondo da enti  coinvolti nella valutazione della salute, del cibo e delle sostanze chimiche e delle industrie che cercano la commercializzazione di prodotti.

In vista di queste scoperte, i ricercatori considerano che le autorizzazioni di mercato per questi prodotti dovrebbero essere immediatamente riviste. La durata del test, 90 giorni, dovebbe essere estesa a 2 anni per gli OGM in agricoltura. In aggiunta, tutti i pesticidi dovrebbero essere testati nelle loro formulazioni (non nel solo principio attivo) per 2 anni, inclusi i livelli molto bassi. Inoltre, in futuro il processo di test della regolatoria  per il biotech e i prodotti dei pesticidi, dovrebbe essere trasparente, aperto alla indagine pubblica, soggetto ad una recensione indipendente  e portato avandi in modo indipendente

Nel frattempo dovrebbe essere obbligatorio etichettare tutti gli OGM presenti nel cibo e nel mangime inclusi i prodotti da allevamento da animali  che sono stati nutriti con OGM. In ultimo, la natura di tutti i composti presenti nelle formulazioni dei pesticidi dovrebbe essere resa pubblica..

*"Long term toxicity of a Roundup herbicide and a Roundup-tolerant genetically modified maize". Food and Chemical Toxicology, Séralini G.E. et al. 2012.

I risulttai di questi esperimenti, la storia e le sue implicazioni sono state spiegate  in un libro:
« Tous Cobayes ! »
Per dettagli: www.criigen.org; contact criigen@unicaen.fr,  +33 (0)2 31 56 56 84 

Contact Laurent Payet Press Agent, Professor Gilles-Eric Séralini
Phone: +33 6 89 95 48 87
Email: Laurent@lp-conseils.com

traduzione e  sintesi, Cristina Bassi

si vedano anche:


CAMPAGNA "PARMIGIANO DELLA BASSA." IN SOSTEGNO AI TERREMOTATI DELL'EMILIA



COMUNICATO DI MONDO IN CAMMINO:
massimo bonfatti
Portavoce "Progetto per la Bassa"
http://www.mondoincammino.org/perlabassa.php

Vi informo che ieri abbiamo ritirato presso il caseificio "La Cappelletta" di San Possidonio (MO) il formaggio parmigiano nell'ambito del progetto"Il formaggio della Bassa" a sostegno della filiera casearia fortemente danneggiata dal terremoto del maggio scorso. Pur essendo stata un'operazione un po' complessa, siamo riusciti a rispettare i tempi previsti dal progetto e fra pochissimi giorni riceverete una mail di conferma per il ritiro, con i riferimenti logistici e di orario (questo breve lasso di tempo serve a suddividere le forme in base alla pezzatura e ai destinatari).

In tutto sono stati ritirati 600 kg di parmigiano, grazie alla Cascina Didattica Bricco di Carmagnola, che ha messo a disposizione il mezzo frigorifero abilitato per simili trasporti.

Considerando che il progetto "Il formaggio della Bassa" comprendeva due aree di riferimento (Nerviano e Carmagnola), sono stati ordinati in tutto 1.250 kg di parmigiano.

Ringraziando tutti coloro che hanno aderito a questo progetto, ricordo che la situazione post sisma nella Bassa terremotata è ancora grave (benchè pochi media ne parlino) e che molte persone vivono ancora accampate con l'autunno e l'inverno alle porte.

Invito, pertanto,a continuare a sostenere le iniziative del "Progetto per la Bassa" e a rilanciare la campagna per le donazioni, diffondendola anche fra i propri amici, parenti, conoscenti.
Prego di consultare il sito http://www.mondoincammino.org/perlabassa.php che è stato rinnovato e di prestare particolare attenzione alla pagina dei progetti http://www.mondoincammino.org/perlabassa.php?name=microprogetti , tenendo conto che non tutti  sono stati ancora elencati, essendo in fase di programmazione.

Grazie per l'aiuto che potrete e vorrete dare.
Resto disposizione per eventuali richieste o chiarimenti.

martedì 18 settembre 2012

BARIO E ALLUMINIO IN ECCESSO NEL'ACQUA PIOVANA. LO DICONO LE ANALISI.


Vi propongo diverse analisi di laboratorio e articoli di giornale che mostrano come da Orvieto a Firenze a Genova l’acqua piovana presenta massiccie quantità di metalli come l’alluminio e il bario che il nostro corpo riesce a tollerare solo in bassissime concentrazioni.

Il Bario
Il Bario, non ha ottenuto la copertura mediatica che il piombo, arsenico e mercurio hanno ricevuto negli ultimi anni. Tuttavia, il bario è altrettanto pericoloso per la salute come tutti gli altri metalli e si presenta regolarmente nelle forniture di acqua pubblica.
I composti di bario che si dissolvono in acqua possono essere nocivi per la salute umana. L’assorbimento una notevole quantita’ di bario solubile in acqua può causare paralisi ed in alcuni casi persino la morte.I piccole quantita’ di bario solubile in acqua possono indurre in una persona difficoltà di respirazione, aumento della pressione sanguigna, variazione del ritmo cardiaco, irritazione dello stomaco, debolezza muscolare, cambiamenti nei riflessi nervosi, gonfiamento di cervello e fegato, danni a cuore e reni. L’inalazione di bario può causare l’irritazione temporanea dei polmoni. L’ingestione accidentale o intenzionale di bario può provocare diarrea, vomito ed dolori addominali. L’esposizione umana a livelli pericolosi di bario in acqua potabile contaminata può causare problemi  al cuore, al fegato, allo stomaco, ai reni ed in altri organi. Quando il bario viene assorbito, può rimuovere il potassio all’interno delle cellule e causare effetti di vario genere nel tono muscolare, nelle funzioni del cuore ed nel sistema nervoso.

Quindi l’esposizione a piccole quantità di bario, disciolto in acqua, può causare ad una persona sana questi problemi:

1.     Difficoltà respiratorie
2.     Aumento della pressione arteriosa
3.     Variazioni del ritmo cardiaco
4.     Irritazione dello stomaco
5.     Debolezza muscolare
6.     Alterazioni nei riflessi nervosi
7.     Danni al cervello, fegato, rene e cuore

Il bario è usato spesso in leghe bario-nichel per gli elettrodi dello spark-plug, in tubi a vuoto come essiccante ed agente per la rimozione dell’ossigeno. Inoltre è usato in lampade fluorescenti: impurita’ del solfuro del bario creano fosforescenza dopo esposizione alla luce.
I composti del bario sono usati dalle industrie di gas e petrolio per fare fango perforante. Esso facilita la perforazione attraverso le roccie lubrificando la trivella.
I composti di bario sono inoltre usati per fare candele, vernice, mattoni, piastrelle, vetro, e gomma. I clorati ed i nitrati di bario danno ai fuochi d’artificio un colore verde.


L’Alluminio
Per quanto riguarda l’alluminio abbiamo già trattato gli effetti negli articoli: I danni dell’Alluminio: dove si trova, effetti e rimedi naturali e University of British Columbia: L’alluminio è strettamente legato al morbo di Alzheimer.

Ecco la tabella dei valori consentiti dalla legge di metalli nell’acqua potabile e minerale tratta dal libro «Qualcuno vuol darcela a bere» di Giuseppe Altamore:

Confrontate i valori rilevati con i valori presenti nella tabella per capire se sono normali o c’è qualcosa che non va.

Firenze
Il blog ilcielosufirenze lo scorso luglio hanno raccolto un campione di acqua piovana a Firenze e fatto analizzare la presenza di alluminio e bario nell’acqua dal laboratorio certificato Accredia. Il responsabile ha spiegato che il valore dell’ alluminio di recente e senza motivo è stato spostato da 50 a 200 ug/L, e non sa come è possibile che dalle analisi risulta presente il valore del bario dato che esso non deve essere presente sia nell’acqua potabile sia in quella piovana e per questo non è mai stato stabilito un valore limite.

Ecco il risultato dell’analisi:

Qualche mese dopo, a settembre, è stato raccolto un altro campione di acqua piovana dopo il passaggio di numerosi aerei che avevano lasciato scie nel cielo.
Ecco il risultato:

Il valore dell’alluminio è aumentato di circa 27 volte e quello del bario è schizzato alle stelle, ben 32 volte maggiore. E ricordiamo che il bario non dovrebbe nemmeno esserci.

Orvieto
“Siamo in attesa di ulteriori dati della Arpa di Perugia – ha detto – per avere la tranquillità che i dati di alluminio contenuti nell’acqua possano tornare sotto controllo. Ieri in via assolutamente cautelativa a fronte di un dato che ci dava la presenza di alluminio nella misura di oltre 1000 microgrammi per litro contro un limite di 200 è stata emessa una ordinanza cautelativa ed è stato istituito un punto di informazione telefonico del Comune”, il Sindaco Concina. Questa notizia risale al gennaio 2010 ed è tratta dal sito orvietonews.

Pistoia

Quarrata in provincia di Pistoia, la concentrazione di bario risultava essere di 5 milligrammi per litro ovvero 5000 ug/L!! Questo è stato rilevato lo scorso gennaio e quello che segue è il relativo articolo del Tirreno.


Sempre in provincia di Pistoia, a Monsummano Terme, sono state condotte lo scorso giugno della analisi di laboratorio dell’acqua piovana allo scopo di rilevare se e in che quantità fossero presenti alluminio e bario.

Ecco i risultati:


Basilicata
Bario e Boro nelle dighe Lucane: “ cosa sia dovuta la presenza di Bario in quantità superiori ai limiti stabiliti dalla legge, non lo sappiamo. Sta di fatto che i composti di Bario sono usati dalle industrie di gas e petrolio per fare fango perforante e che il Bario può avere effetti tossici sulla salute umana. Piccole quantità di bario solubile in acqua possono indurre in una persona difficoltà di respirazione, aumento della pressione sanguigna, variazione del ritmo cardiaco, irritazione dello stomaco, debolezza muscolare, cambiamenti nei riflessi nervosi, gonfiamento di cervello e fegato, danni a cuore e reni. Anche il Boro può essere nocivo per la salute umana. Il Boro può infettare stomaco, fegato, reni e cervello.” Notizia del gennaio 2010 tratta da http://old.radicali.it/view.php?id=151420

Genova
L’articolo che segue di gennaio di ques’anno mostra come è stata rilevata la presenza di 670 ug/L di alluminio nell’acqua potabile a Genova. L’allarme è nato, dopo analisi effettuate nei serbatoi della scuola “Pascoli”.


Nuoro
Alluminio e Manganese oltre la norma sono stati rilevati nell’acqua potabile a Nuoro in Sardegna. La notizia è del 21 dicembre scorso, e quello che segue è uno stralcio dell’articolo pubblicato su http://lanuovasardegna.gelocal.it:
“L’acqua di Nuoro non è potabile ed il sindaco, Alessandro Bianchi, ha emanato oggi un provvedimento cautelativo a tutela della salute pubblica che vieta l’uso dell’acqua per uso potabile e per la preparazione degli alimenti in tutta la città.
La decisione è stata presa a seguito delle analisi compiute dall’A.R.P.A.S. sui campioni d’acqua, prelevati dagli ispettori d’Igiene del Sian in alcuni punti significativi dell’intera rete cittadina, che hanno evidenziato valori di alluminio e manganese al di sopra dei limiti stabiliti dalla normativa in vigore.”

fonte: http://www.dionidream.com/analisi-alluminio-e-bario-oltre-la-norma-nellacqua-piovana/
 __________________

ALTRI POST CORRELATI QUI:
http://saluteolistica.blogspot.it/search?q=scie+chimiche

lunedì 17 settembre 2012

QUEGLI ESPERIMENTI SEGRETI NEI CIELI E LE CONSEGUENZE SULLA NOSTRA SALUTE


bye bye blue skies...

Da piu' di 20 anni, le persone in tutto il mondo, prima in USA poi in Canada, hanno notato delle tracce persistenti e strane nel cielo, fatte da aerei.

Nel mentre, le persone sono sempre piu' malate (Alzheimer, cancro, autismo, SM, etc.). Lo stesso con alberi, piante e animali. C'è un nesso? Ci sono degli spray illegali nel cielo, fatti di particelli metalliche
(bario, alluminio, litio...) e microorganismi?
Per che scopo?
I militari, gli scienziati i governi,  rispondono sempre che  tutto è normale e che non fanno queste cose.

D'avvero è cosi?

Questo documentario prova il contrario. Alcune informazioni che esso rivela sono sempre state cancellate da militari stranieri. Un viaggio dal Nord America all'Europa, dall' Africa all' Asia.

TERZANI: LA VITA UNA PER TUTTI. LE RIVOLUZIONI, MASSACRI PER TUTTI...


domenica 16 settembre 2012

ALTRO SEGNO DI FOLLIA IN GIAPPONE: APPROVATE 2 NUOVE CENTRALI NUCLEARI

Fukushima Diary Il governo giapponese non smantellerà le centrali nucleari.Hanno approvato la costruzione di 2 altre centrali  nucleari in Aomori e Shimane.
_________

" Il 15 Sett 2012, Edano, Ministro dell'Economia Commercio e Industria si è incontrato con il governatore di Aomori e con i capi del governo locale nella città di Aomori ed ha approvato la costruzione e la riattivazione degli impianti nucleari a Oma (Aomori) e Shimane.

L'impianto nucleare di Oma nucleare appartiene a J-power (sono al 37.6% della costruzione) e quello di Shimane a The Chugoku Electric Power Co. Inc. (sono al 93.6% della costruzione)

Quelle costruzioni sono state bloccate a seguito del 3/11. Questa sarà la prima riattivazione di costruzione di impianto nucleare dall'incidente di Fukushima.

Il governo giapponese, il 14 Setttembre 2012,  ha deciso di mettere fuori fase l'energia nucleare nel decennio del 2030... approvando cosi  un enorme cambiamento nella politica energetica nazionale, 18 mesi dopo che il disastro di Fukushima ha lasciato tracce di forte opposizione della popolazione alla energia nucleare, in una nazione cosi soggetta a terremoti.

Questo fine significa che la  la 3a economia maggiore del mondo si è posta l'obbiettivo di eliminare una fonte di energia che prima del marzo 2011, con il disastro di Fukushima, forniva circa il 30 percento della elettricità del Giappone. Prima del disastro, la nazione aveva pianificato di incrementare il ruolo della energia nucleare.


Il cambio della politica giunge dopo che la Germania e la Svizzera hanno deciso di mettere fuori fase l'energia nucleare e che l'Italia ha deciso di far cadere il progetto di reintrodrre l'energia nucleare sulal scia di cio' che è successo a Fukushima.

Tuttavia, poichè hanno deciso di rendere attivi per i prossimi 40 anni questi impianti nucleari di recente costruzione, continueranno a generare energia fino al 2050, cosa che contraddice la politica del 2030.


In totale, ci sono 12 progetti per costruire nuove centrale nucleari in Giappone".

Source 1 2 3-
fonte:
http://fukushima-diary.com/2012/09/jp-gov-to-restart-the-construction-of-2-nuclear-plants/
traduzione Cristina Bassi



Una madre di un operaio di Fukushima [...] E' grazie al fatto che mio figlio ed altri giovani operai che ogn giorno fanno i turni a Fukuichi e nella zona evacuata per decontaminare, che oggi voi potete vivere. NON DIMENTICATE!
L'amico di mia figlia, continua a lavorare a Fukuichi anche se nelle sue urine c'è sangue.
Ci sono molti figli come loro . Voglio che sappiate questa verità.

sabato 15 settembre 2012

"IL GOVERNO TECNICO" CONTRO L'AGRICOLTURA LOCALE


Chi controlla il petrolio controlla le nazioni, chi controlla il cibo controlla il popolo“, è questo il pensiero di Henry Kissinger, ex Segretario di Stato dell’era Nixon e Ford e membro portante del gruppo Bilderberg.

Forse la possente azione dell’Unione europea, imbastita per dare l’assalto alla sovranità alimentare dei singoli stati, ha avuto origine da questo spassionato consiglio del famoso politico statunitense.
Fin dal 1998 è in vigore una direttiva comunitaria che riserva la commercializzazione e lo scambio di sementi alle ditte sementiere (Monsanto e altre multinazionali) vietandolo agli agricoltori. Ciò che i contadini hanno fatto per millenni è diventato un reato. Per far fronte a questa imposizione sono nate varie associazioni di volontari impegnati nel recupero delle varietà antiche e tradizionali, con lo scopo di preservare e distribuire a chi le richiede, sementi fuori dal catalogo uffìciale affidato alle mani delle multinazionali.

Con sentenza del 12 luglio, la Corte di Giustizia della UE ha confermato il divieto di commercializzare le sementi delle varietà tradizionali e diversificate che non sono iscritte nel catalogo ufficiale europeo.
Con questa sentenza sono messe fuorilegge anche le suddette associazioni di volontari. Essi sono criminali delle sementi, sporchi tradizionalisti che mirano alla condivisione incontrollata del bene comune.
Ma non è finita qui.

Il nostro premier golpista Mario Monti ha fatto ricorso alla Corte Costituzionale contro l’agricoltura a “chilometro zero”. In pratica il governo vuole bloccare alcuni atti normativi della Regione Calabria, rea di aver legiferato oltre la sue competenze stabilite in materia.

Secondo il governo oligarchico la legge regionale contiene delle disposizioni che, nel favorire la commercializzazione dei prodotti regionali, ostacolerebbero la libera circolazione delle merci in contrasto con i principi comunitari. In sostanza, la normativa regionale viene considerata alla stregua di un provvemento di natura quasi autarchica tale che i prodotti regionali avrebbero un vantaggio considerato contrario al principio di libera circolazione delle merci rispetto ai prodotti extraregionali.

(Qui troverete il Comunicato ufficiale del governo tecnocrate contro l’agricoltura a “Km zero”)
E’ chiaro che il ricorso mira a liberare il campo alle multinazionali da qualsiasi tipo di concorrenza.
Distruggono le aziende locali, devastano il tessuto sociale e rendono il popolo completamente dipendente da strutture extraterritoriali e multinazionali senza scrupoli. Annientano la tradizione, distruggono l’identità e le coscienze per imporre il loro progetto di governo mondiale.
Il controllo delle sementi, quindi dell’agricolura, e di conseguenza degli alimenti è il chiaro segno che si aprono il varco per l’introduzione delle colture Ogm.

Attentano alla basi della coesione sociale. L’agricoltura, ricordiamolo, è un bene comune nato 10.000 anni fa. Da quando l’uomo ha fatta propria questa arte, sono nati i primi centri urbani, le prime aggregazioni civili, è stata la base dello sviluppo della società che oggi andiamo demolendo.
Il culto dell’ugualianza e dell’omologazione sta per convertire le diversità agro-alimentari.
Quando tutto il cibo apparterrà alle multinazionali come faremo? E’ questa l’anticamera della nuova schiavitù?

link correlati:

Il codex alimentarius, la paura alimentare del nuovo millennio

Autore: Italo Romano / Fonte: http://www.oltrelacoltre.com/?p=13437


LEGA PREDAZIONE DI ORGANI: DONNE ALL'ERTA"




comunicato:
 
Donne all'erta! Il ddl 3291 è diventato legge.

Giovedì, 13 settembre,  il Senato ha dato il via libera definitivo, allo sviluppo dell'espianto-trapianto tra viventi sani (precisiamo sani perchè anche quelli in coma sono vivi) di polmone, pancreas, intestino, che vanno  ad aggiungersi ai già noti prelievi di rene e di parte di fegato, nonché di midollo, sempre da viventi sani. 

Saranno soprattutto le donne, le madri, ad essere colpite e menomate sotto ricatto "affettivo" meglio classificato come ricatto famigliare e sociale.

Questa è la società dell'orrore.

Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi

giovedì 13 settembre 2012

CRISI ALIMENTARE? UN BENGODI PER LA SPECULAZIONE . LA BERKLAYS SU QUESTO HA GUADAGNATO MEZZO MILIARDO


DI TOM BAWDEN
www.independent.co.uk
 
La Barclays ha guadagnato almeno mezzo miliardo di sterline in due anni speculando su generi di prima necessità come grano e soia, confermando le accuse che le banche traggono profitti profumati dalla crisi alimentare globale.
La Barclays è la banca britannica, più coinvolta nel commercio di materie prime alimentari ed è una dei tre maggiori attori globali, insieme ai giganti bancari americani Goldman Sachs e Morgan Stanley, che investono nella ricerca del “World Development Movement”.

La scorsa settimana il gigante commerciale Glencore è stato attaccato per aver detto che la crisi alimentare globale e l’aumento dei prezzi sono una "buona" opportunità di business.
Il grado di coinvolgimento della Barclays nella speculazione alimentare è venuto alla luce guardando i numeri della Banca Mondiale che dimostrano che i prezzi degli alimentari, a livello mondiale, hanno toccato il massimo storico nel mese di luglio, a causa degli scarsi raccolti negli Stati Uniti e in Russia e hanno registrato un aumento senza precedenti, del 10% in un solo mese.

Il fatto che anche una sola banca sia coinvolta nei mercati agricoli fa crescere le preoccupazioni che la speculazione alimentare potrebbe contribuire a spingere i prezzi base tanto in alto da innescare un'ondata di rivolte nei paesi più poveri del mondo, perché i prezzi raggiungerebbero livelli non più alla portata delle loro popolazioni.
E nemmeno il Regno Unito è sfuggito all’aumento dei costi dei prodotti alimentari. Secondo l'Ufficio Nazionale di Statistica, negli ultimi sette anni i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati in media del 37,9 per cento, per il presentarsi di una domanda sempre più ricca e crescente di alimentazione da parte di una popolazione mondiale in aumento.
Oli e grassi sono aumentati del 63 % nel Regno Unito in questo periodo, i prezzi del pesce del 50,9 %, pane e cereali del 36,7 %, la carne del 34,5 % , e le verdure del 41,3 %. Nel mese di aprile, la media dei prezzi dei prodotti alimentari britannici è aumentata del 4,2 % cento rispetto a un anno prima.
Rob Nash, consulente del settore privato di Oxfam, ha dichiarato: "Il mercato alimentare sta diventando un parco giochi per gli investitori, piuttosto che un luogo di mercato per gli agricoltori. La tendenza dei grandi investitori a scommettere sui prezzi alimentari sta trasformando il cibo in un asset finanziario, che può esasperare il rischio di picchi dei prezzi che colpiscono i più poveri."
Il Rapporto sul Movimento dello sviluppo mondiale stima che nel 2010 e nel 2011 la Barclays ha guadagnato 529 milioni di sterline dalle sue "attività speculative sugli alimentari". La Barclays ha guadagnato 340 milioni nel 2010, per le sue speculazioni sui prezzi al rialzo di prodotti agricoli di base come mais, frumento e soia sono. L'anno dopo, la banca ha guadagnato meno - solo 189 milioni – perché i prezzi sono scesi - ha detto il WDM.
Le entrate di Barclays e di altre banche, che derivano da negoziazione di qualsiasi cosa, dal grano e mais al caffè e cacao, si prevedono in aumento anche quest'anno, con prezzi ancora una volta in rialzo. I prezzi del mais sono aumentati del 45 % dall'inizio di giugno e il grano ha fatto un salto del 30 %.
La Barclays fa la maggior parte delle sue "speculazioni alimentari" con la creazione e la gestione di fondi che raccolgono e investono il denaro dei fondi pensione, delle compagnie di assicurazione e di gente facoltosa per comprare una varietà di prodotti agricoli pagando in cambio tutte le spese e le commissioni. La banca ammette di non investire denaro proprio in questi prodotti.
Da quando la deregolamentazione nel 2000 ha permesso la creazione di questi fondi, gli istituti come la Barclays hanno incanalato complessivamente la sorprendente cifra di US$ 200 miliardi (£ 126bn) di denaro contante verso investimenti in prodotti agricoli - secondo la Commissione Commodity Futures Trading US.
Il predominio della Barclays nel commercio di materie prime è dovuto al suo ex amministratore delegato Bob Diamond, che era il banchiere più pagato in Gran Bretagna fino a quando non è stato costretto a dare le dimissioni il mese scorso a seguito di una multa di £ 290 milioni per il tentativo di manipolare il tasso di interesse Libor. Come capo della Barclays Capital ha potenziato il commercio in prodotti agricoli.
Trattare con il riconosciuto mal di testa che provocano le speculazioni ad alto livello sul cibo sarà un altro lavoro già contenuto nel gonfio portafoglio di Antony Jenkins, che, giovedì scorso, è stato promosso alla successione di Diamond.
Christine Haigh, responsabile politica delle campagne del World Development Movement e uno degli analisti-ricercatori, hanno dichiarato:
"Non c'è dubbio che il più grande giocatore sui mercati delle materie prime di tutto il Regno Unito speri che quest'anno possa fare più utili con l'aumento dei prezzi alimentari anche se il suo comportamento rischia di alimentare una bolla speculativa che provoca fame e povertà per milioni di persone tra le più povere del mondo."
Le banche e i fondi speculativi in genere sostengono che la speculazione non fa quasi nessuna differenza sulla volatilità dei prezzi dei prodotti alimentari e che, su questa relazione, non è stato provato nessun collegamento definitivo. La Barclays ha rifiutato di fare commenti su quanto denaro ha già guadagnato con il commercio di prodotti agricoli.
La banca ha difeso il suo operato, sottolineando che il commercio dei cosiddetti “future” - un accordo per acquistare o vendere una certa quantità di un prodotto, ad un prezzo determinato in una data convenuta - ha aiutato le parti, come agricoltori o panettieri a coprirsi dal rischio di salita o di discesa dei prezzi.  
"I nostri clienti sono società di investimento, produttori e consumatori, che, tra le altre cose, cercano il nostro aiuto per gestire i rischi."
La Barclays ha anche rifiutato di commentare se ha pensato che enormi speculazioni possano spingere i prezzi e la volatilità verso l’alto. Un portavoce ha detto: "Ci rendiamo conto che c'è una percezione che l’entrata nei mercati dei future agricoli da parte di alcuni attori interessati possa influenzare indebitamente i prezzi delle materie prime. Infatti, continuiamo a monitorare attentamente le tendenze del mercato e le ricerche in atto su questo tema. ".
Analisti di Barclays Capital hanno ammesso, in una nota ai clienti nel mese di febbraio, che la speculazione ha spinto in alto i prezzi. La Barclays ha detto: "Il secondo driver chiave è che gli investitori sulle materie prime hanno ricominciato a mettere soldi nelle commodities delle materie prime quando all'inizio del 2012 il settore era pesantemente sottoesposto."
Gli altri driver sono lo stato della "salute dell'economia globale" e "il tempo e la geopolitica".

Tom Bawden
Fonte: http://www.independent.co.uk
Link: http://www.independent.co.uk/news/business/news/barclays-makes-500m-betting-on-food-crisis-8100011.html
09-01-2012
Traduzione per www.ComeDonChisciotte.org a cura di ERNESTO CELESTINI

mercoledì 12 settembre 2012

IL BIOLOGO FRANCIS MANGEL DENUNCIA LA GEOINGEGNERIA CLIMATICA, ALIAS LE SCIE CHIMICHE

ALLUMINIO, BARIO, STRONZIUM.... MISURATI RACCOLTI NELL'ACQUA PIOVANA E I CUI VALORI SONO ALTI ANCHE NEL SUOLO. IL BIOLOGO E' SPECIALIZZATO IN COLTIVAZIONE BIOLOGICA.