IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

venerdì 18 gennaio 2013

SPIEGAZIONE SCIENTIFICA PER IL CONFORMISMO LAVA CERVELLO



(NaturalNews) Gli esseri umani sono creature sociali, ma una recente evidenza rivela che questa qualità non è sempre benefica

Uno studio pubblicato lo scorso anno su Science ha trovato che quando una persona viene influenzata pesantemente dai suoi consimili, questi hanno la tendenza a formare false memorie cosi da convincersi di vari ricordi del passato, “modellandosi” così a cio’ che gli altri insistono sia la verità.

"La memoria umana è sorprendentemente suscettibile alle influenze sociali, ma sappiamo molto poco dei meccanismi sottostanti che consentono questo," cosi dice un estratto dello studio.

"Abbiamo esaminato come gli errori di memoria indotti socialmente vengano generati nel cervello,
studiando la memoria di individui impressionati da ricordi di altri. I partecipanti hanno mostrato una forte tendenza a conformarsi  ad errati ricordi del gruppo, producendo sia errori a lungo termine che temporanei, persino quando la loro memoria iniziale era accurata e forte,"  dice un estratto del lavoro

"Le nostre scoperte rivelano come la manipolazione sociale possa alterare la memoria ed estendere le funzioni note dell’amygdala per includere distorsioni mediate socialmente."
La pressione dei consimili convince le persone a credere di avere torto
I partecipanti allo studio hanno guardato un film in gruppi e poi abbiamo fatto loro delle domande, individualmente, sul film. A posteriori. Quattro giorni dopo, abbiamo ancora fatto domande ai partecipanti.

I ricercatori hanno detto che per il 70 percento del tempo, i partecipanti allo studio hanno cambiato le loro memorie  del film per aderire in modo scorretto ai ricordi sostenuti dagli altri del loro gruppo. Una scoperta che si è mantenta vera persino per le domande che i partecipanti avevano inizialmente sentito in modo forte e a cui avevano risposto in modo corretto.

Gli scienziati coinvolti nello studio hanno definito questi lapsus “ errori di memoria indotti socialmente" perché in sostenza hanno scoperto una evidenza: il gruppo aveva causato il cambiamento delle risposte.

"I partecipanti sono stati  collegati ad un imaging a risonanza magnetica , mentre davano le loro risposte. Il loro ippocampo (che svolge un ruolo importante nella memoria a lungo termine e nella navigazione spaziale, ndt) e la loro amigdala (parte del cervello che gestisce le emozioni ed in particolar modo la paura, ndt) si solo illuminate quando hanno cambiato le loro risposte, dopo aver sentito che la  memoria di gruppo differiva dalla loro. Questo non è accaduto quando il computer ha detto loro che avevano torto. In alter parole, la pressione dei consimili ha convinto le persone che avevano torto, anche se messi davanti a fatti compiuti," cosi da una analisi dello studio fatta da The Raw Story.
Nella metà degli errori di memoria, la falsa memoria sostituiva quella personale iniziale, la vera memoria.

Prima di questo studio c’è stata comunque evidenza del fatto che le persone desideravano cambiare le loro storie, anche quando sapevano essere vere, a casa della pressione sociale.
Quel che rende unico questo piu’ recente studio,  condotto da Micah Edelson, unos cienziato israeliano,  "è che ha usato lo scanner di imagining a risonanza magnetica (MRI), mentre le persone rispondevano alle domande degli intervistatori".

Edelson ha trovato che gli ippocampi dei partecipanti allo studio e le loro amigdale, indicavano una attività solo quando essi cambiavano risposte per corrispondere a quelle condivise dal loro gruppo (con cui avevano visto il film) . Ma se un computer diceva loro di cambiare le risposte, i loro ippocampi e le loro amigdale non si attivavano.

tratto da: http://www.naturalnews.com/038716_brainwashing_social_conformity_peer_pressure.html#ixzz2IDjbslZw

traduzione Cristina bassi



 


Nessun commento: