IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

martedì 30 aprile 2013

I 5 RIMPIANTI DI VITA DI COLORO VICINI AL TRAPASSO

NON RIMPIANGERE NULLA DI CIO' CHE
E' SUCCESSO NELLA TUA VITA,
NON PUO' ESSERE CAMBIATO,
RIFATTO, DIMENTICATO.
QUINDI PRENDILO COME
LEZIONE ACQUISITA E
        VAI OLTRE
 

In questo presente dai contorni folli riscalda e ispira leggere cio’ che scrive Bronnie Ware , scrittrice-cantante-autrice australiana, nel suo libro  ‘The Top Five Regrets of The Dying.’
(I 5 grandi rimpianti dei morenti):

“ Quanto segue sono testimonianze raccolte da una infermiera di cure palliative. Ma prima di guardare questa lista dei 5 grandi rimpianti… una cosa:  è importante ricordare che indipendentemente da dove siamo nella vita, non c’è bisogno di rimpianto. Il processo del rimpianto non offre che sofferenza, dal momento che nel rimpiangere qualcosa, permettiamo che il passato detti legge su come dovremmo sentirci ora. Invece, possiamo usare il passato  come punto di riferimento per comprendere  cosa vorremmo e potremmo sistemare nel proseguire la nostra strada. Questi “aggiustamenti” non dovrebbero essere conseguenza di dolore, sofferenza, rimpianto  o giudizio, ma semplicemente come di una scelta nel voler fare le cose in modo diverso.

Impariamo continuamente nella nostra vita, ma possiamo rallentare molto velocemente il nostro apprendimento se restiamo incastrati nell’idea del rimpianto.
Quando devi fare delle scelte o le stai facendo… sii in pace col passato e ricorda che ogni momento è un nuova scelta.

hand 
1. Avrei voluto avere il coraggio di vivere una vita fedele a me stessa, non quella che gli altri si aspettavano da me.
“Questo è stato il rimpianto piu’ condiviso da tutti. Quando le persone capiscono che la loro vita è quasi finita e si guardano indietro con chiarezza, è facile vedere quanti sogni non hanno realizzato. Molte persone non hanno “onorato” nemmeno la metà dei loro sogni ed hanno dovuto morire sapendo che cio’ era imputabile al tipo di scelte che avevano fatto o non fatto. La salute porta una libertà di cui si rendono conto solo in pochi; lo si capisce quando la salute se ne va.”

2. Avrei voluto non lavorare cosi tanto.
“Questa affermazione  è giunti da ogni paziente uomo che ho assistito. Queste persone si erano persi la gioventu’ dei loro figli  e la compagnia della propria partner. Anche le donne hanno parlato di questo rimpianto, ma siccome la piu parte veniva da una vecchia generazione, molte delle pazienti donne  non avevano lavorato per guadagnarsi da vivere. Tutti gli uomini che ho assistito rimpiangevano profondamente di aver speso cosi tanto tempo della loro vita nella routine di una esistenza basata sul lavoro”

3. Avrei voluto avere il coraggio di esprimere le miei emozioni.
“Molte persone hanno soppresso le loro emozioni per mantenere la pace con gli altri. Pero’ il risultato è stato che la loro esistenza è stata mediocre e non sono mai diventati quello che avrebbero potuto veramente diventare. Molti hanno sviluppato una malattia come risultato conseguente  alla amarezza  e al risentimento che avevano in sé.”

4. Avrei voluto stare in contatto con i miei amici
“Spesso non si sono resi conto di quanto fosse benefico avere vecchi amici, se non quando era troppo tardi perché non era piu’ possibile rintracciarli. Molti sono stati cosi catturati nelle loro vite, da aver lasciato scappar via amicizie d’oro. Ci sono stati molti rimpianti per non aver dato alla amicizia il tempo e l’impegno che meritava. A tutti mancano quegli amici che stanno per morire.”

5. Avrei voluto permettermi di essere piu’ felice.
 ”Questo “rimpianto” sorprendentemente è molto frequente. In molti non si sono resi conto, se non alla fine, che la felicità è una scelta. Sono rimasti incollati a vecchi schemi  e abitudini.  Il cosiddetto ‘comfort’ della familiarità aveva inondato le loro emozioni  e le loro vite fisiche.
La paura del cambiamento  aveva fatto si che fingessero con gli altri e con se stessi, di essere contenti
.”

fonte: http://www.collective-evolution.com/2013/04/27/the-top-5-regrets-of-the-dying/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Collective-evolution+%28Collective+Evolution%29

traduzione e sintesi Cristina Bassi

PER ACQUISTO
Il racconto di un neurochirurgo americano che ha scioccato il mondo. Qui l'articolo su The Living Spirits:
IL  DR ALEXANDER: MORTO PER 7 GIORNI, RITORNA IN VITA GUARITO E RACCONTA DELLA VITA ..."OLTRE"

ARTICOLO:

 


Nessun commento: