IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

domenica 14 luglio 2013

IL SALE E... L'AYURVEDA

http://adlertours.files.wordpress.com/2012/09/ayurveda1.jpg

Il sapore salato, è definito lavana in sanscrito. E' composto dagli elementi Acqua e Fuoco. Ha un'azione riscaldante, pesante, untuosa e idratante. In generale, riduce Vata e aumenta Pitta e Kapha. Esempi di alimenti “salati” sono il sale (salgemma e sale marino), le alghe e il tamari. Per via dell'elemento Acqua, il sapore salato è lassativo e per via dell'elemento Fuoco è antispastico. Come il sapore dolce, il salato ha un'azione nutritiva/anabolica e quindi facilita la presa di peso. La nostra alimentazione moderna si basa largamente su questi due sapori, ecco un motivo dell'aumento dell'obesità e delle patologie metaboliche.



Un pizzico di sale esalta il sapore delle pietanze, ma in eccesso può annullare la percezione degli altri sapori. Cosa che non deve mai accadere, perché il corpo per rimanere in equilibrio deve percepire chiaramente tutti i sei i sapori nel singolo pasto, almeno secondo l'Ayurveda.

Il sapore salato stimola la salivazione, facilita la digestione e l'assorbimento dei cibi e l'eliminazione dei materiali di scarto. Ha un'azione carminativa (espelle i gas intestinali). Se usato nelle giuste quantità, aiuta la crescita, dona energia e mantiene l'equilibrio elettrolitico dell'organismo.


Un eccesso di sale può causare ritenzione idrica e porta ad un aggravamento di Pitta e di Kapha. In alcuni soggetti, quindi, può rendere il sangue denso, viscoso e indurire le arterie. Altri sintomi possono essere: sensazione di calore, rughe, ulcere, disturbi della coagulazione e iperacidità. Di solito, un eccesso di sale peggiora l'aspetto e le patologie della pelle e aumentando Pitta può facilitare la caduta dei capelli. In grandi quantità, il sale provoca il vomito che a sua volta promuove l'eliminazione verso l'alto di un eccesso di Pitta e di Kapha.

Da un punto di vista mentale, il sapore salato è associato ad una sensazione di eccitazione, sicurezza, coraggio, entusiasmo e interesse. Se eliminate completamente il sale dalla vostra dieta, sperimenterete presto stanchezza e perdita di interesse; la vostra vita diventa “insipida”! Invece, se esagerate con il sapore salato allora potreste sperimentare un eccesso di attaccamento alle cose, di possessività, di dipendenza, che sono sentimenti Kapha (elemento Acqua), ma anche sperimentare un eccesso di irritabilità e nervosismo, che sono sentimenti Pitta (elemento Fuoco). Come si dice: una patatina tira l'altra e questo è l'effetto di dipendenza causato dal sapore salato!


 

Nessun commento: