IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

venerdì 10 gennaio 2014

ALBERI OGM PIU' PERICOLOSI DEL CIBO OGM

tutto l'articolo, traduzione dal dr Mercola, qui

(...) A questo LINK in un eccellente documentario  (A Silent Forest. The Growing Threat, Genetically Engineered Trees) si discute su  come gli alberi OGM possono influenzare in modo avverso i sistemi ecologici su grande scala, con degli effetti che sono potenzialmente catastrofici. Il documentario è principalmente commentato dal dr David Suzuki,2 un genetista che ha vinto dei premi ed è autore di 52 libri.
Come spiega il Dr. Suzuki, il problema con l’ingegneria genetica ha a che fare con il fatto che le piante e gli animali  ingegnerizzati (modificate geneticamente) sono creati usando un trasferimento genetico orizzontale (chiamata anche eredità orizzontale), in contrasto al trasferimento genetico verticale , che è il meccanismo della riproduzione naturale.
Il trasferimento genetico verticale, o eredità verticale, è la trasmissione dei geni dalla generazione dei genitori alla prole  attraverso una riproduzione sessuale  o asessuale, ovvero accoppiando un maschio ed una femmina da una specie.

Nel trasferimento genetico orizzontale, invece, si inserisce un gene da una specie in un’altra completamente diversa, che percio’ rischia di avere risultati inaspettati e spesso imprevedibili.
Chi propone l’OGM, ritiene di poter applicare  i principi della eredità verticale a quella orizzontale e secondo il Dr. Suzuki, questa concezione è erronea in tutti i modi: si tratta di “scienza disgustosa”

(...) Perché alberi geneticamente modificati?
Agli alberi geneticamente modificati si vogliono dare caratteristiche innaturali, come la capacità di uccidere insetti, tollerare erbicidi tossici, crescere velocemente in modo abnorme oppure alterare la composizione del legno.

L’industria della pasta di legno deve rimuovere la lignina  dalla polpa del legno prima di poterla usare per fabbricare la carta, cosa che è una parte costosa del processo. Cosi l’industria biotech sta lavorando per creare alberi con basso contenuto di lignina. Il problema è che la lignina è ciò che da agli alberi la loro integrità strutturale.

E’ cio’ che consente agli alberi di stare in piedi  forti nel vento ed alter condizioni climatiche e di resistere a malattie e danni da insetti e animali. Alberi con basso contenuto di lignina sono piu’ deboli e meno in grado di resistere a questi stress ambientali
Gli alberi con basso contenuto di lignina si decompongono piu’ velocemente, rilasciando piu’ velocemente anidride carbonica nell’atmosfera.

La cosa migliore è che gli alberi non vengano usati per fare la carta, che non ha bisogno di essere fatta dal legno, poiché ci sono altri materiali ecologici  come gli scarti della agricoltura, materiali riciclati, canapa, tabacco e persino  foglie di banana.
Gli alberi da frutta vengono modificati geneticamente per resistere alle malattie. Tuttavia, la contaminazione di alberi da frutta bio o selvatici, da parte di un DNA alterato geneticamente ha già avuto devastanti conseguenze sui frutteti adiacenti

La contaminazione con DNA manipolato geneticamente ha fatto si che molti coltivatori di papaya bio nelle Hawaiian perdessero le loro piantagioni e/o la certificazione “biologica”. Le papaye hawaiiane geneticamente modificate ora hanno cominciato a sviluppare un fungo dalle macchie nere, cosi ogni 10 giorni si è dovuto spruzzarle pesantemente di  fungicidi tossici.
Tutto cio’ è molto tipico di cio’ che accade  con le piante OGM: sono più deboli e piu’ suscettibili  a malattie  e perché restino vitali,  c’è bisogno di somministrare loro enormi quantità di sostanze chimiche, spesso nella forma di erbicidi e  pesticidi.

L’erbicida glifosato, per esempio (l’agente attivo nel Roundup) è stato messo in relazione ad aborti naturali, nascite premature, linfoma di Hodgkin. L’unica a vincere in questo scenario è l’industria biotech perchè produce sia semi OGM che le sostanze chimiche tossiche di cui c’è bisogno per farli crescere. L’industria del biotech ha creato il problema ed anche la “soluzione” che la arricchisce

fonte: http://thelivingspirits.net/php/articolo.php?lingua=ita&id_articolo=666&id_categoria=12&id_sottocategoria=60

SI VEDA ANCHE:



Geni Fuori Controllo - DVD

Nessun commento: