IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

mercoledì 15 gennaio 2014

I PERICOLI DEL CADMIO CHE INALIAMO... E NON SOLO CAUSA FUMO DI SIGARETTA

cadmium 
(NaturalNews)
Di recente si è posta l'attenzione sulla tossicità del CADMIO. Non è cosi supertossico come il mercurio, il piombo o l'alluminio, ma è molto tossico. Mediamente non si trova nei cibi o nei vaccini, ma è nel fumo delle sigarette ed è molto insidioso quando viene respirato.

Si stima che il 90% del cadmio da fumo di sigaretta, estenda la sua tossicità negli organi del corpo, mentre ingerire dell'acqua o cibo contaminati da cadmio, ne lascia poi il 5% di accumulo nel corpo. 


Nanoparticelle di cadmio esistono anche in quelle scie chimiche che molti negano esistano (come ad esempio l'italico politico  Mr Renzi, ndt) .

Alcune aree della Arizona, un tempo purissime, hanno fatto rilevare alti livelli di cadmio ed altri metalli pesanti nell'acqua ed aria, dopo irrorazioni  di chemtrail (scie chimiche) o geoingegneria; mentre sui Monti Shasta, in California, dove si sono osservate molte chemtrail, ci sono intollerabili livelli di cadmio e bario sulle vette innevate e nei torrenti

Periodi di intensa irrorazione sono poi seguiti, al suolo,  da forti aumenti di problemi bronchiali e polmonari. Il cadmio e il bario influiscono direttamente sui polmoni. Oltre al cadmio e al bario, in quegli aerosol ad alta quota ci sono anche nanoparticelle di alluminio, che poi finiscono al livello del mare.

Il dr  Russell Blaylock, nonchè
autore, ora in pensione, è preoccupato per l'effetto  neurologico che mostrano di procurare le nanoparticelle di alluminio, quando queste vengono inalate  dagli aerosol della geoingegneria. Il dr Blaylock è ben consapevole del fenomeno delle scie chimiche nei cieli e di cio' che esse contengono. E' convinto che non si tratti di scie di condensazione di particelle ghiacciate.

Il punto è che stiamo inalando  piu' cadmio che in passato, con o senza il fumo di sigaretta. La ricorrente tossicità del cadmio in basse dosi, si accumula nei tessuti, in modo sufficiente da causare danni alle ossa, ai polmoni, infiammazione e danno ai reni. E tutto cio' è anche cancerogeno.
 

http://www.ing.unitn.it/~colombo/metalli_pesanti/images/cadmio.jpg Ma non è tutto...!

Si è trovato ora un nesso tra  il cadmio e la catarrata e in riferimento al fumo di sigaretta: secondo uno studio del New York State Department of Health, i fumatori di sigarette hanno un rischio 3 volte maggiore di
cataratta  , rispetto ai non fumatori.

Uno studio effettuato in vitro, nel 2010 in Texas (test in provetta o colture in vetrini) ha esaminato gli effetti del cadmio  sulle cellule epitelliali dell'occhio umano (HLECs) ed ha scoperto che il cadmio induce danno a quelle cellule, sia in funzione della quantità (alte dosi) che del tempo (basse dosi a lungo).

La cataratta è un progressivo annebbiamento della vista, che diventa opaca al punto da non consentire chiarezza visiva, indipendentemente dalle eventuali misure ottiche correttive applicate dall'esterno .


Lo studio texano ha determinato che il cadmio soffoca l'impiego di glutatione infracellulare (il primario antiossidante  del corpo) nell'area dell'occhio.  Il team texano ha anche scoperto in vitro che mantenere alti livelli di glutatione attraverso un precursore come la N-acetilcisteina, potrebbe aiutare ad avitare la formazione di cataratte , soprattutto se il soggetto smette di fumare o si allontana da aree dense di fumo di sigaretta.


Naturalmente non si fa menzione di scie chimiche, dato si tratta di una università pubblica, ovvero sovvenzionata dalla scienza medica maintream... ma noi ne sappiamo di piu', non è vero?


tratto da: http://www.naturalnews.com/043466_human_eye_cells_cadmium_cataracts.html#ixzz2qNCULdOj
traduzione Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net

Nessun commento: