IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

sabato 8 febbraio 2014

EPILOBIUM PARVIFLORUM PER DISTURBI DELLA PROSTATA

L'ipertrofia della prostata benigna colpisce circa la metà degli uomini a partire dai 30-40 anni. Una prostata normale ha delle dimensioni poco più grandi di una noce. Siccome circonda per un tratto l'uretra, basta una leggero aumento delle sue dimensioni, soprattutto nella sua parte più interna, che subito questo si traduce in fastidiosi sintomi urinari: difficoltà ad urinare, incompleto svuotamento della vescica, frequenti minzioni notturne, ecc. Con il tempo il restringimento può portare ad una vera e propria grave occlusione.


Nelle sue fasi iniziali, è possibile rallentare la progressione dell'ipertrofia adottando una serie di contromisure: dieta, attività fisica, peso forma e farmaci. Per quanto riguarda le terapie, diverse soluzioni naturali possono risultare molto efficaci ed evitare il ricorso a farmaci di sintesi, non privi di effetti collaterali.

Tra i vari rimedi naturali che si possono prendere in considerazione c'è l'Epilobium parviflorum. Chi ha letto il volume “La Salute della Farmacia del Signore” della famosa guaritrice austriaca Maria Treben conosce bene questa pianta medicinale, utilizzata da secoli nella medicina popolare e “rilanciata” dalla Treben sotto forma di tisana per i disturbi della prostata. In effetti ai tempi degli scritti della Treben, agli inizi degli anni '80, di questa pianta non si sapeva più nulla e sul mercato era praticamente irreperibile. Nella tradizione erboristica italiana l'impiego di questa pianta è praticamente sconosciuto.

L'Epilobium parviflorum è diffuso ed abbondante in tutta l'Europa centrale. E' una pianta erbacea alta 50-60 cm con piccoli fiori violetto-chiari e cresce sulle rive dei corsi d'acqua, sui suoli umidi e ricchi di sostanze nutritive. Sulle nostre Alpi si trova dall'alta pianura fino alle medie quote. Si utilizzano le foglie e i fiori.

Studi scientificiSull'epilobio sono stati condotti diversi studi che confermano il suo impiego in campo urologico.  I principali componenti attivi dell'estratto acquoso (tisana), la oenotenina B e l'ellagitannina dimerico-macrociclica, sono in grado di indurre la Endopeptidasi Neutra (NEP), capace a sua volta di ridurre la proliferazione delle cellule prostatiche.
Oltre ad un'azione amtiproliferativa, l'epilobio ha mostrato di possedere proprietà antibatteriche, soprattutto contro l'E. Coli, antinfiammatorie e antiossidanti.

Forme farmaceutiche e dosi- Tisana (Treben) – un cucchiaino da dessert colmo per 250 ml di acqua. Portare ad ebollizione e spegnere subito. Coprire e lasciare riposare brevemente. Filtrare e assumere due tazze al giorno, al mattino a digiuno e alla sera, mezz'ora prima di cena
- Tinture – 30-40 gtt x 3 volte al giorno, in mezzo bicchiere di acqua.
Le cure vanno protratte per diversi mesi.


Bibliografia
- Balazs, A et al Comparison of free radical scavenging activity and phenoloid content of Epilobium parviflorum Schreb. 2003. Acta Horticulturae (597): 185-190.
- Battinelli L et al Antimicrobial activity of Epilobium spp. extracts. Farmaco. 2001 May-Jul;56(5-7):345-8.
- Ducrey B et al Inhibition of 5 alpha-reductase and aromatase by the ellagitannins oenothein A and oenothein B from Epilobium species. Planta Med 1997 Apr;63(2):111-4.
- Lesuisse D. et al, Determination of Oenothein B as the Active 5-alpha-Reductase-Inhibiting Principle of the Folk Medicine Epilobium parviflorum. J. Nat. Prod., 59 (5), 490 -492, 1996. np960231c S0163-3864(96)00231-5.
- Steenkamp V et al Studies on antibacterial, anti-inflammatory and antioxidant activity of herbal remedies used in the treatment of benign prostatic hyperplasia and prostatitis. Journal of Ethnopharmacology, Volume 103, Issue 1, 3 January 2006, Pages 71–75.
- Treben M La Farmacia del Signore Ed Annsthaler (Austria), 19° edizione.
- Vitalone A et al Anti-proliferative effect on a prostatic epithelial cell line (PZ-HPV-7) by Epilobium angustifolium L, Farmaco. 2001 May-Jul;56(5-7):483-9.
- Vitalone A et al Extracts of various species of Epilobium inhibit proliferation of human prostate cells. J Pharm Pharmacol. 2003 May;55(5):683-90.

Nessun commento: