IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

lunedì 23 giugno 2014

AFRICA OCCIDENTALE: SECONDA ONDATA DI EBOLA. FUORI CONTROLLO

A scientist separates blood cells from plasma cells to isolate any Ebola RNA in order to test for the virus at the European Mobile Laboratory in Gueckedou (Reuters / Misha Hussain)
 Uno scienziato al lavoro al Mobile Laboratory Europeo di Gueckedou (Reuters / Misha Hussain)
Seconda ondata di epidemia Ebola in Africa Occidentale il virus mortale è ora "totalmente fuori controllo" cosi ha detto un funzionario di Médecins Sans Frontières.

Piu' di 330 persone  sono morte in Guinea, Sierra Leone e Liberia da quando all'inizio di questo anno, si è diffuso Ebola in Africa; questo secondo i dati dell' OMS,  World Health Organization (WHO).

'Most challenging' deadly disease outbreak: WHO speaks out on Ebola dangers
La malattia mortale piu' pericolosa  è scoppiata: la OMS parla dei pericoli di Ebola.

L'operatore di Médecins Sans Frontières (MSF), Bart Janssens,  venersi u.s. ha detto ad
Associated Press che il gruppo medico sta combattendo con l'epidemia e si trova al limite della sua capacità di farvi fronte. Ha anche detto che le organizzazioni internazionali e governative coinvolte, devono aumentare i messaggi educativi verso il pubblico, per quel che riguarda la malattia e mandare piu' esperti della salute sul campo



“La realtà è chiara, si tratta della seconda ondata epidemica e per me è totalmente fuori controllo.”  ha concluso Janssens.

Ebola è una febbre emoraggica con un tasso di mortalità  fino al 90 percento. Le possibilità di sopravvivere aumentano se il paziente cerca aiuto medico non appena i sintomi diventano evidenti
.
I sintomi iniziano  con la febbre, mal di gola e dolori muscolari e si sviluppano poi in nausea, vomito e diarrea, a cui si accompagna una diminuita funzionalità di fegato e reni . A questo livello molti hanno già problemi di emoraggia.

L'unico trattamento disponibile è sia con la terapia di idratazione orale, o di liquindi intravenosi, ma solo il 10 percento delle persone infette sopravvive e non c'è vaccino.

(..)“sono del tutto certo che questa epidemia è ben lontana dall'essere finita e continuerà ad ammazzare  un condsiderevole numero di persone e finirà con l'essere la piu' grande di tutti i tempi", ha aggiunto

Fadela Chaib, una portavoce della OMS- WHO ha ripetuto la preoccupazione di  Janssens ed ha detto che i molti luoghi della epidemia  ed il suo movimento tra i paesi nella regione,  rendono la epidemia di Ebola la più grave in assoluto

L'epidemia è particolarmente problematica perchè ha colpito un'area in cui le persone sono molto mobili e quindi la diffondo in aree ad alta densità di popolazione, come le capitali di
Guinea and Liberia. 


L'epicentro della epidemia è stato in Guinean , nella città di Gueckedou, un grande centro di smistameto regionale.Le precedenti epidemie avevano colpito sparse aree popolate nell'Africa dell'Est o Centro.

Janssens ha detto che il solo modo per fermare la rapida diffusione della malattia, è quello di cambiare il comportamento della gente, cosa che si rivela difficile da attuarsi.
 
“Ancora non c'è un vero cambiamento comportamentale nella gente, così molti malati rimangono nascosti o continuano a viaggiare. E ci sono anche notizie che le pratiche di sepoltura rimangano pericolose,”  ha detto.

Parte della ragione di ciò, ha detto, è che i governi dei paesi colpiti, non si rendono conto della gravità della situazione; ha anche detto che la OMS-WHO non sta facendo abbastanza per spingere i leaders a fare l'azione richiesta.
 
“Serve che ci sia un vero impegno politico, perchè questa è una emergenza molto grande
Altrimenti,  continuerà a diffondersi e per certo si diffonderà in piu' paesi”
  ha detto Janssens.


Il Ministro della Salute della Liberia, Tolbert Nyenswah, ha detto che ufficiali di alto rango nel governo in Monrovia, stanno lavorando per cercare di contenere l'epidemia ed ha insistito sul fatto che solo alcuni casi sono stati registrati in Liberia, prima che l'attacco violento della seconda ondata desse prova di sè

Il problema è esacerbato dal fatto che la malattia ha colpito in alcuni dei paesi piu' poveri, dove i sistemi sanitari hanno scarsi equipaggiamenti e sono fragili.

Janssens ha detto che l' MSF fa fatica a tenere e l'organizzazione sta operando al suo limite con 40 persone nello staff internazionale sul terreno e 4 centri di trattamento, ma servono altri . Ha anche detto che alcuni hanno già fatto 3 turni sul campo e non c'è latro staff con esperienza da far intervenire.

Unni Krishnan, che dirige la "preparatività ai disastri" e le risposte per Plan International, che sta fornendo equipaggiamento alle aree colpite, ha detto anche che governi e organizzazioni internazionali sono ben lontane al vincere la battaglia contro l'epidemia di ebola

“I Paesi colpiti sono sotto l'indice dello sviluppo umano. Ebola sta seriamente incrinando le loro capacità di rispondere con efficacia per contenere la diffusione ,”  ha detto ad AP.


Il mese scorso è stato detto che Ebola si era diffuso nella confinante Sierra Leone, dove piu' di 12 persone , ora viene confermato, sono morte a seguito di questa malattia.

Nessun commento: