IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

lunedì 9 giugno 2014

GLI ITALIANI NON AMANO LE URLA E VOGLIONO SUSSURRI, MA IL TROPPO E' TROPPO...

orsoni_bersani.jpg

Va bene abbassare i toni, va bene riconoscere i propri errori, ma quando è troppo, è troppo. Farsi prendere per il culo come se dovessimo scontare una condanna a vita da cornuti e mazziati è troppo. Quando, dopo gli scandali, ma ormai più che di scandali che non scandalizzano più nessuno si dovrebbe parlare di cronaca quotidiana, dell'Expo e del Mose, in attesa della Tav, Renzie afferma che "Il problema della corruzione non sono le regole che non ci sono, ma quelle che non si rispettano, il problema sono i ladri, non le regole" è troppo. 

Ma i ladri stanno (anche) nel tuo partito, li avete fatti eleggere voi, avete dovuto aspettare la magistratura per fare il lavoro che avreste dovuto fare voi? Allontanarli a calci. Sembra che ora nessuno conosca questo Orsoni, il sindaco di Venezia, quindi figlio di padre ignoto, così il suo partito di appartenenza assume il ruolo di meretrice, adescatrice, escort (puttana non si scrive più per non urtare la sensibilità dei giornalisti). 

Si discetta con stile bizantiniano, carnevalesco (... dal giudice Carnevale che annullava le sentenze di condanna per i mafiosi in Cassazione per vizi di forma) se Orsoni sia o meno iscritto al Pd. Le foto con Bersani sul palco con una scenografia in cui le lettere "PD" sono gigantesche non fa testo e neppure che il Pd lo abbia candidato

No. Ce l'aveva o no la tessera Pd? In caso negativo che c'entrano i segretari di partito che si sono succeduti in questi anni? Che c'entra il Pd? Nulla. Qui andiamo oltre. Oltre il ridicolo. Oltre la farsa. Oltre la presa per il culo. Oltre l'avanspettacolo.
 

Il meccanismo con cui questo sistema delinquenziale legalizzato si regge è ormai semplice per chi vuole capirlo. Grande Opera Inutile, cifre gonfiate, emergenze costruite ad arte per evitare i controlli, appalti agli amici, tangenti a persone "vicine" ai partiti, l'immortale Greganti docet, e via mazzettando per miliardi di euro che finiscono sui conti pubblici tagliando lo sviluppo del Paese.
 

Di che regole parla Renzie? Di quelle che non ci sono? Della legge anticorruzione che il M5S ha proposto? Della legge sui conflitti di interesse (presenti a mani piene nel suo governo)? Di nuovi strumenti da mettere a disposizione della magistratura resa (quasi) innocua da decine di leggi fatte dal partito unico PD/Forza Italia in vent'anni? O forse allude agli inquisiti candidati nel suo partito alle europee?

Quanti voti sposta la corruzione? Tanti. Di tutti quelli che ne godono, anche di poche briciole gettate sotto il tavolo. Dopo l'astensione, la corruzione è il primo partito del voto. Primum vivere, comunque sia, e a culo tutto il resto


FONTE: http://www.beppegrillo.it/2014/06/va_bene_abbassa.html

 

emendamento__.jpgChe il Partito Democratico sia solo parole non è una sorpresa, ma ora si stanno raggiungendo livelli inimmaginabili. Ieri la senatrice del M5S Barbara Lezzi, con una nota sulla sua pagina Facebook, informava i cittadini che il presidente del Senato Pietro Grasso millantava di voler togliere i vitalizi ai politici mafiosi e corrotti:

"Tg2, ora. Grasso: "Stop a vitalizi a politici mafiosi e corrotti". Solo due giorni fa tutta la maggioranza, SEL compreso, ha bocciato il nostro emendamento che li avrebbe abrogati. Stessa sorte è toccata alla stessa proposta presentata ALL'ARS. Basta annunci e bugie, Partito Democratico, è arrivato il momento di FARE."

Grasso ha pero tralasciato, come fa notare la Lezzi, di dire che pochi giorni prima l'emendamento in questione era stato presentato dai 5 Stelle, ma era stato respinto dalla maggioranza. La stessa Lezzi scriveva, sempre su Facebook, il 2 giugno:

"Torno ora da una giornata lunga 12 ore in commissione bilancio. Poca sostanza per i cittadini. Respinto l'emendamento che consentiva l'abolizione del vitalizio per coloro che si sono resi colpevoli di reati di mafia. I moralisti del PD avevano giurato, in TV, di approvarlo. Ve lo allego, ne siamo fieri."

Ieri Pietro Grasso, riporta Adnkronos, insieme al ministro della giustizia Andrea Orlando, ha "svelato la targa che ufficialmente intitola l'aeroporto Pio La Torre, il sindacalista e segretario del Pci siciliano ucciso dalla mafia il 30 aprile del 1982."

Nel corso dell'evento il presidente del Senato ha dichiarato:

"Bisogna inserire un codicillo che blocchi, da subito e per sempre, ogni tipo di vitalizio per i politici condannati per reati di mafia e di corruzione, estendere la decadenza e la incandidabilità ai parlamentari senza alcun limite, così come per i sindaci ed i consiglieri regionali"

A questo punto ci si chiede come mai Grasso faccia queste dichiarazioni se il suo partito pochi giorni prima ha bocciato la possibilità di eliminare per davvero i vitalizi a mafiosi e corrotti. 
fonte: http://www.tzetze.it/redazione/2014/06/barbara_lezzi_svela_lo_scandalo/index.html  

Nessun commento: