IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

lunedì 11 agosto 2014

EBOLA IN LOMBARDIA? MA, NO E' "SOLO" MALARIA...


mqdefault

9 AGOSTO:

Panico Ebola al Pronto Soccorso di Gallarate (VA) , questa mattina, sabato 9 agosto, quando il 118 ha chiamato il reparto di Pronto Soccorso dell’Ospedale San Antonio, denunciando un caso di ebola in un africano appena soccorso.

L’uomo, in Italia da solo una settimana, si presume inviato in Lombardia senza controlli dai fanatici dell’operazione Mare Nostrum, e proveniente dalla Costa D’Avorio, è stato trasportato all’Ospedale di Gallarate dove sono stati fatti tutti gli accertamenti. Senza seguire i protocolli di isolamento totale, e non per colpa dei sanitari, ma perché non ci sono i mezzi per farlo.

L’uomo ricoverato all’Ospedale di Busto Arsizio.
Nel reparto di Pronto Soccorso sono scattate infatti tutte le procedure di emergenza sanitaria previste, che però sono ridotte all’allontanamento delle persone presenti. E al blocco di nuovi ingressi.
A quanto si apprende, i sanitari avrebbero escluso Ebola. Il problema è che i test per identificare o meno la presenza di Ebola in un paziente impiegano almeno 24 ore (minimo), quindi ogni smentita è priva di senso. Anzi, è criminale, fino ad analisi compiuta.

Forse l’assessore alla Salute lombardo, oltre a non sapere che non esiste il vaccino, non conosce nemmeno il tempo necessario ad escluderne la presenza con un test?
10 agosto 
Il sospetto caso di Ebola che sabato mattina ha sconvolto il pronto soccorso di Gallarate, nel Varesotto, sembra – e il condizionale è d’obbligo, visto che il test impiega minimo 24 ore, e già ieri smentivano in modo scientificamente inopportuno se non politicamente disonesto – trattarsi di malaria.

L’immigrato era sbarcato una settimana fa dalla Costa d’Avorio.
Ora, la malaria non sarà ebola, ma avere un numero ampio di immigrati affetti da tale malattia, rende possibile l’attivarsi di un focolaio di infezione.
Infatti, basta che le persone colpite da malaria vengano punte da una zanzara, per rendere l’insetto un veicolo d’infezione permanente, visto che poi le zanzare rimangono infettanti per tutta la vita. 

fonti: http://voxnews.info
VEDI ANCHE:

Nessun commento: