IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

lunedì 17 novembre 2014

USA: UN UMANOIDE RETTILIANO SORPRENDE DEI CICLISTI IN ARIZONA

Desert 
 By Cryptozoology News February 13th, 2014

Arizona. (Cryptozoology News) — Un gruppo di 3 ciclisti hanno riferito di aver visto un umanoide rettiliano, nel mezzo di una pista che si trova nel deserto di Sonoran.
I ciclisti stavano facendo le 24 ore della Old Pueblo, lunga 17 miglia, quando hanno avvistato la creatura


“E’ una gara dura,” ha detto G. Johnson, 34anni, un businessman di Tucson. “E’ un circuito di 24 ore, percio’ è necessario preparasi con cibo e acqua. In certi momenti vorresti solo tornare indietro e desidereresti non aver mai cominciato una cosa simile. Ma poi quando vedi cosa la natura li ha da offrirti…beh… non rimpiangi piu’di essere partito.”


Johnson dichiara che insieme a due altri amici, si trovava a metà strada quando qualcosa di terrificante ha fatto pensare a tutti loro di cancellare la gara.
 

“Stavamo pedalando da circa… non so, forse 9 ore; ci prendavamo delle pause ogni tanto. Poi Michael dice che ha bisogno di fermarsi un minuto. Aspettiamo che finisca, quando all’improvviso vediamo questa lunga figura che attraversa la pista. Puo’ essere stato alto circa 6 piedi, molto molto magro, e con un’andatura goffa, come una scimmia…o un uomo con delle malattie, una roba piuttosto robotica,” ha detto a Cryptozoology News [fonte dell’articolo]. Secondo i testimoni oculari, 2 degli uomini stavano guardano lo strano animale mentre il terzo uomo, Michael, non si rendeva conto di cio’ che stava accadendo.
 

“Poi tutto cio’ che ricordo di Michael è che dice: cosa diavolo è quello? O qualcosa del genere. Ma sembrava fosse molto lontano. Forse ha usato un’altra parola di “diavolo” . Il fatto è che ci eravamo avvicinati un po’ alla cosa . Non chiedermi perchè…forse per vederlo meglio, non sapendo cosa fosse.”
Quindi, Johnson dice che la creatura “sente parlare Michael ” e, sembra prendere nota degli intrusi: la sua testa fa un giro di 280 gradi.

 
Public Domain
“Quindi si ferma e fa un contato d’occhi con me e cosi posso vederlo chiaramente. Gli occhi erano un po’ come quelli del serpente ma neri e con una riga gialla nel mezzo dell’occhio. Aveva scaglie verdi e rosse sul volto e sulla testa. Il colore rosso era come quello della sabbia del deserto e sembrava anche che assomigliasse alla sabbia. Non aveva naso ma solo due buchi su di esso. Non ho visto né orecchie né capelli. Una bocca rossa, qualcosa che assomigliava ad una bocca, aveva del sangue intorno, ma non sembrava stesse sanguinando.  Sembrava una immagine. Mi ricordava un camaleonte, ma anche una persona.”
 

Poi pare che la  creatura avesse alzato le sue “lunghe braccia con degli artigli strani che sembravano un ramo pieno di spine”  per salutarli emettendo un forte suono battendo i denti, mentre rapidamente se ne scappa via, in un modo che ricorda al testimone “una lucertola che cerca di nascondersi.”
 

“Sembrava che ci stesse esaminando e poi è scappato via nel deserto. Pensammo di tornare indietro per la stessa strada da cui eravamo venuti, ma poi pensammo che non aveva importanza, dato che in ogni caso eravamo a metà del percorso. Eravamo spaventati, ad essere sinceri. Nessuno di noi aveva mai visto una cosa simile.  
 

E’ durata solo pochi secondi ma sembrava che fossero molti di piu’, almeno per me. Cosi dopo averne discusso per un po’ , decidemmo di andare a finire il percorso”.
Johnson crede che cio’ che hanno visto sia vero e non un prodotto  della loro immaginazione. 


“Quando si leggono queste storie online o si vedono in tv, beh …si pensa che… questi sono matti, o hanno bisogno di attenzione, ma questa esperienza mi ha fatto diventare uno che ci crede.
 

Devono essercene parecchi di loro da quelle parti . Se ce n’è uno, ce ne dovrebbero essere almeno 2, no? So che la piu’ parte della gente non  crederà ad una sola parola di quel che ho detto, anch’io ero cosi un tempo.
 

Non gliene faccio una colpa per questo. Ma questi là ci sono. Ora, non sto dicendo che è un alieno o un chupacabra o qualcosa di simile. Quel che dico è che non ho mai visto nulla di simile nella mia vita. Ma non sono un biologo, quindi che ne so.”
 

Nella comunità UFO sono famose le teorie di basi “aliene” che descrivono le entità come umanoidi  di aspetto rettiliano. Leggende di Indiani Americani del sud ovest, raccontano di una storia di creature sotterranee che sono vissute vicine agli umani per migliaia di anni.
 

Le persone che vivono vicino al confine con il New Mexico riportano di aver visto strane luci nel cielo ed un bizzarro fenomeno.
Creando indirettamente una linea sottile tra la criptozoologia e la ufologia, lo scrittore Mac Tonnies, nel suo libro The Cryptoterrestrials: A Meditation on Indigenous Humanoids and the Aliens Among Us, propone l’idea che certi “avvistamenti” alieni potrebbero essere attribuiti all’esistenza di un gruppo di specie umanoide, endemica alla terra.


Fonte: http://cryptozoologynews.com/reptilian-humanoid-confuses-bikers-sonoran-desert/
Traduzione: Cristina Bassi

Nessun commento: