IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO

QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO
QUANTUM HEALING WITH QXCI-SCIO: ALLOWING FREQUENCIES TO INCREASE YOUR WELL BEING OF MIND AND BODY

mercoledì 20 maggio 2015

I bagni del Pronto Soccorso del San Camillo di Roma, usati come bagni pubblici dai Rom. Una testimonianza diretta

http://media.crimeblog.it/d/d01/san-camillo-roma-586x349.jpg

Dalla pagina FB https://www.facebook.com/patrizia.pieri.9?fref=nf
19 maggio 2015
 
La mia esperienza al Pronto soccorso del S.Camillo, ROMA. (spero che leggano consiglieri, assessori, e quanti sono in questo municipio)

Ho passato ieri quattro ore nella sala d'attesa del pronto soccorso, aspettavo notizie del padre di mio figlio che era stato portato dal cardiologo curante in codice giallo. Monitorato e tutto sotto controllo in attesa di esser ricoverato al reparto. Non ho nulla da dire sul personale medico e paramedico, sono a mio avviso eccellenti, in mezzo a una situazione caotica fanno dei miracoli. 


Ma ho osservato alcune cose e qui voglio dirle, nella speranza che qualcuno intervenga. Nel pomeriggio di ieri ho visto che nella sala c'è un solo bagno. Nel bagno sono entrate, a turno, delle ragazze zingare ( non so altrimenti definire chi lava i vetri ai semafori con gonne lunghe, o, se ben vestite, comunque di questa categoria). Una si è "lavata" e cambiata, l'altra è entrata senza velo e uscita col velo, l'ultima si è letteralmente chiusa dentro per parecchio tempo. 

Loro non avevano parenti in attesa, erano lì per usufruire di un bagno, e fin qui passi , ma il tempo tolto a 50 persone in attesa, e il bagno lasciato in pessime condizioni penso che urti ogni capacità comprensiva di ognuno di noi. Sono tornata a casa per la notte e questa mattina alle 6 e 40 ero di nuovo al Pronto soccorso. Ho capito che alcune persone ci passano la notte, non perché aspettano qualcuno, ma perché essendo un luogo pubblico possono sostare e usufruire del bagno e delle macchinette . 

Ho visto una zingara trafficare alle macchinette che distribuiscono acqua e altro, poi ha salutato l'altra che si chiudeva in bagno.
Dopo un'ora è uscita, con buste, borse e cose da sistemare, si è avvicinata a me chiedendomi di aprirle una bottiglia, ho risposto gentilmente che si doveva rivolgere ad altri, ho fatto un passo indietro, anni fa per dare un'informazione ad una zingara mi sono trovata derubata di un bracciale a cui tenevo molto, senza nemmeno accorgermi, da allora tengo la distanza di almeno due metri, non ha gradito, ha insistito, con fermezza ho detto "si rivolga ad altri ma non a me" mi ha risposto :" sei una puttana come tutte le altre" a quel punto una ragazza che stava li si è messa ad urlare :" chiedi scusa alla signora! questo bagno non è casa tua! " lei "fatti i c...tua" sono passate alle mani, è volata la "cosa" che aveva in mano e voleva aprire, è nata una rissa, sono arrivate le guardie giurate e le infermiere, una infermiera con molta insistenza e pazienza , con fermezza e alzando la voce è riuscita ad allontanarla. 


Ha detto che sono 17 anni che lavora lì e combatte con queste cose. Mi hanno spiegato che non possono fare nulla. Che la sala è un posto pubblico e loro ( le zingare) possono "denunciarli" se li mandano via. Gli altri che bivacchiavano e che si "appoggiano" lì sono andati via.

E' tornata la calma, ma questa esperienza mi lascia di stucco, mettessero bagni pubblici nella città per tutti, mettessero persone a controllare , i sedili sono sfondati, 42 sedili per accogliere forse più di 80 persone, le condizioni igieniche non parliamone, e tra poco ci torno, se trovo le macchie di sangue che stanno da ieri pomeriggio allo sportello dove si prendono informazioni le fotografo e le posto qui.....


Nessun commento: