IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

sabato 23 aprile 2016

Il dr Bircher antisignano di dieta vegetale e cruda e contrario alla carne, alimento povero di energia

 
















Lugano – In primavera c’è un’innata propensione, una sentita esigenza di rinnovare il Proprio organismo, il desiderio di sole, aria, passeggiate e cibi freschi. In poche parole di salute, di benessere psicofisico. Non a caso le fiere del benessere si susseguono all’inizio della bella stagione in ogni dove. Un tempo, le Alpi svizzere erano il “paradiso della salute internazionale”. Terme, sanatori, cliniche erano situate in magnifiche località dove attingere tanta aria e acqua purissime. Gli stranieri amavano soggiornare tra la Svizzera interna e il Canton Ticino semplicemente per rigenerarsi oppure per curare le loro patologie, tanto che la Svizzera, a cavallo tra Ottocento e Novecento, era definita il “sanatorio d’Europa” per il corpo e l’anima. In questo scenario si muoveva un nostro connazionale assurto alla gloria nell’ambito della medicina alternativa e oggi citato e riproposto a livello mondiale, il medico zurighese Max Bircher Benner (1867 Aarau-1939 Zurigo).
 
Considerato tra i più grandi terapisti mondiali di tutti i tempi, il dr. Bircher Benner (Benner è il cognome della moglie che egli aggiunse al suo), venne sminuito e ridicolizzato dai suoi colleghi: aveva idee semplici e chiare su come evitare o curare le malattie, ma troppo avanzate per poter essere digerite dai medici di allora (ma anche di oggi). Idee basate su stile di vita e alimentazione improntate alla salubrità. Idee che, nonostante le controversie con gli accademici tradizionalisti, gli valsero il riconoscimento di illustri personaggi affetti dai più svariati mali e da lui guariti. Ospiti del suo Sanatorio furono personalità come gli zar di Russia, i membri di famiglie reali europee, Hermann Hesse, Rainer Maria Rilke, Sir Stafford Cripps (Ministro di Affari Esteri di Churchill), Golda Meir e Thomas Mann. Secondo lui, non alle pillole occorre rivolgersi, ma a corretti comportamenti se si vuole preservare la propria salute. Famoso in tutto il mondo è il suo birchermuesli, un piatto a base di avena e frutta fresca.

Maximilian Oskar Bircher nacque in una famiglia agiata fino a quando un’importante affare andato male del padre Heinrich, notaio a Aarau, depaupera i fondi della famiglia.
Nonostante ciò, Max riesce a laurearsi in Medicina all’Università di Zurigo. Per qualche tempo è medico generico in un quartiere operaio zurighese, ma, attratto dai metodi di cura alternativi, viaggia in Europa per approfondire, oltre all’ipnosi e altre discipline, i metodi di acquacura di Sebastian Kneipp a Berlino, la terapia dietetica della clinica di Heinrich Lahmann a Dresda e l’idroterapia di Wilhelm Wintemitz a Vienna.

Tornato a Zurigo, apre una clinica per la terapia fisica, idroterapia ed elettroterapia. Decide di chiamarla Lebendige Kraft, ossia “forza vivente”. Sebbene vi siano appena sette posti letto, la piccola clinica è situata nella zona ricca di Zurigo, cosicché alcune persone abbienti iniziano a provare le sue cure e, una guarigione dopo l’altra, la voce dell’efficacia di quelle nuove terapie circola in fretta. Ma a cosa di preciso erano dovute quelle guarigioni?

Il medico svizzero non solo aveva fatto tabula rasa degli insegnamenti medici canonici appresi sui libri, ma aveva compreso a fondo l’importanza del cibo vegetale crudo.
Secondo la sua visione i vegetali crudi oltre ad offrire vitamine naturali (al contrario di quelle inorganiche della farmaceutica), minerali e ormoni, sono dei veri e propri antibiotici naturali potenti e privi di effetti collaterali.

Questi assunti sono oggi confermati dalle ricerche scientifiche internazionali, anche se poco divulgate.
È stato accertato come le cellule vive dei vegetali sollecitino una digestione ottimale, in pratica il cibo vegetale crudo è digeribile in metà tempo di quello cotto. E gli effetti fermentativi che taluni lamentano e che i medici stessi attribuiscono all’ingestione di fibre vegetali, non sono per nulla dovuti a verdure e frutta ma agli altri cibi, animali e industriali, che hanno un costo digestivo enorme e formano un terreno ideale alle fermentazioni. I vegetali crudi hanno una funzione eccezionale ed essenziale per l’organismo: da qui parte la rivoluzionaria terapia del dr. Max Bircher Benner.

Convinto che i cibi siano vettori di energia vivificante rintracciava quest’ultima solo nei vegetali e non già nella carne di animali. La carne, secondo lui, costituiva l’alimento più povero di energia poiché proveniente da animale morto e per aver subito la cottura. Naturalmente presentò questo assunto ai suoi colleghi medici nel 1900 con l’effetto di venire deriso ed etichettato come ciarlatano. La sua reputazione di accademico venne definitivamente distrutta. In seguito, le sue convinzioni sono state confermate anche, per esempio, da misurazioni in Angstrom dovute alle ricerche dell’ingegnere e ricercatore francese André Simoneton (1871-1947).
 
biotensore per misurare oscillazioni e vitalità di oggetti e cibi e rimedi
per info acquisto: info@thelivingspirits.net
Quest’ultimo, ammalato, era guarito grazie ad un’alimentazione ricca di vegetali. Incuriosito, indagò le frequenze vibrazionali degli alimenti, che riuscì a misurare secondo parametri biofisici sul concetto di Einstein (1879–1955) secondo cui tutto ciò che vive emette radiazioni. Ciò fu dimostrato da Simoneton: più le vibrazioni sono alte più l’alimento sarà di qualità superiore. Nella scala Simoneton il cibo crudo vegetale, e specialmente la frutta fresca, è quello che vibra fino alle altissime frequenze dei raggi infrarossi. 

Nel 1949 scoprì che alcuni cibi emettevano radianze basse che a lungo andare potevano generare malattie. Alimenti morti o inferiori quali cibi cotti o conservati, pasticceria industriale, alcool, sale, zucchero, carni, salumi, uova, latte, tè, caffè, bevande sintetiche, marmellata, formaggi, pane bianco, hanno radiazioni Angstrom da quasi nulli o inferiori a 5.000. Alimenti superiori come verdura cruda e fresca: 8.000 Angstrom, mentre la frutta fresca arriva fino a 10.000 Angstrom.
scala Bovis- biometer per verificare i valori delle ocillazioni
acquistabile con il biotensore
Katherine Milton, una eminenza dell’ecologia alimentare e ricercatrice presso l’Università di Berkley afferma che: «La prevalenza diffusa di problemi di salute legati all’alimentazione, in particolare nei paesi altamente industrializzati, suggerisce che molti esseri umani non stanno mangiando in un modo compatibile con la loro biologia».

Non tutti i cibi forniscono energia vitale: dunque, Max Bircher Benner aveva ragione.
Le sue convinzioni sul cibo cominciarono a propagarsi non solo presso la popolazione zurighese. Nel 1903, esce il suo libro intitolato “Brevi fondamenti della terapia nutrizionale, sulla base della tensione energetica in cucina” e in poco tempo aumenta la richiesta delle sue terapie, tanto che nel 1904 trasferisce la clinica, ampliandola, in una zona boschiva fuori Zurigo, su una collina chiamata Zürichberg. 

Ribattezza la clinica “Sanatorium Lebendige Kraft” (Sanatorio Forza Vivente).
Così si svolgeva la giornata dei ricoverati sotto le direttive del dr. Bircher Benner: levarsi dal letto alle 6 del mattino, fare una passeggiata prima di colazione respirando ossigeno
rinvigorente del bosco, trascorrere la maggior parte della giornata all’aria aperta intervallando le attività della clinica quali massaggi, bagni di sole, docce fredde, danza e musica; andare a dormire alle 21:30. Cibo vivo e rivitalizzante era offerto agli ospiti della clinica.

Banditi caffè, tè, alcol, cioccolata, tabacco, carni, pietanze molto cotte e prodotti industriali. La dieta era incentrata sul suo famoso muesli (composto da una mela grattugiata, avena, una manciata di noci con un po’ di latte fresco oggi sostituibile con latte di mandorle o di nocciola o di avena, ecc), verdure crude o al vapore e tanta frutta.
Le medicine erano da lui prescritte solo in caso di estrema necessità. Nel 1927, dichiara pubblicamente la sua rinuncia alla carne.

Il dr. Birker Benner soffrì molto della definizione di ciarlatano attribuitagli dai medici suoi contemporanei. Oggi è finalmente vendicato dalle prove scientifiche (ricerca di Cambridge (2000) in primis, The China Study (2012), e altre similari delle maggiori Università mondiali che dimostrano le correlazioni tra malattie da acidificazione dovuta ai cibi animali e industriali. Le analisi chimiche hanno comprovato le sue intuizioni circa le proprietà nutrizionali e curative di verdura cruda e frutta fresca.


venerdì 22 aprile 2016

giovedì 21 aprile 2016

Le proprietà nutrizionali del Topinambur

Topinambur, proprietà e benefici

Il topinambur è il tubero della pianta Helianthus tuberosus L., noto anche come carciofo di Gerusalemme. Favorendo lo sviluppo di batteri utili svolge un' azione probioticarafforza quindi l’attivitàimmunostimolante. Scopriamolo meglio.

Proprietà del Topinambur

Il topinambur, pur presentandosi come un tubero, è un alimento ipocalorico (circa 30 kcal per 100g di alimento fresco) poiché contiene per l’80% acqua oltre ad avere frutto-oligosaccaridi (unità di fruttosio terminanti con glucosio) come l’inulina (circa il 10% del peso fresco ma comunque in proporzione variabile a seconda del periodo), che conferiscono al topinambur un potere calorico inferiore rispetto a quello delle patate.

L’amido presente nelle patate è, infatti, totalmente digeribile dal nostro organismo in forma di glucosio, mentre i frutto-oligosaccaridi del topinambur non seguono lo stesso destino durante il transito intestinale.

Fanno parte della cosiddetta fibra alimentare solubile che può essere solo parzialmente metabolizzata dalla microflora intestinale favorendo lo sviluppo dei batteri utili quali bifidobatteri e lattobacilli a scapito dei batteri potenzialmente patogeni (azione probiotica)

Oltre a circa il 15% di carboidrati (inulina, asparagina, betaina, colina, fruttosio) contiene anche proteine (2-3%) e sali minerali tra cui potassio (circa 400 mg), fosforo, calcio e magnesio. È particolarmente ricco di vitamine A (circa il 2%), vitamina B e vitamina H (che resiste a tutte le cotture) e la cui mancanza produce stanchezza, inappetenza, sonnolenza e dolori muscolari.

fonte: http://www.cure-naturali.it/topinambur/3791

mercoledì 20 aprile 2016

Post Fukushima in Giappone: nascono bambini con piu' gambe e braccia

Untitled (4)

(NaturalNews) Cinque anni dopo l'incidente nucleare di  Fukushima , i residenti locali riportano un marcato aumento di gravi danni di nascita, ma a causa di un costante  occultamento da parte delle autorità giapponesi  ed una seria mancanza di studi scientifici al riguardo, il pubblico riceve scarsissima informazione su questo

Una trasmissione del febbraio 2016 su LaborNet TV ha mostrato interviste ad evacuati dall'area colpita vicino all'impianto nucleare di Daiichi, che hanno fornito storie di prima mano su bambini nati con arti aggiuntivi a causa della  polimelia, un difetto strutturale alla nascita.


Gli intervistati hanno anche riportato che un gran numero di bambini nati morti, cosi come i tanti aborti  eseguiti a causa di "gravidanze svantaggiose", in altre parole , gravidanze in cui sono stati riscontrati in via prenatale dei difetti congeniti che hanno spinto i medici a raccomandare procedure abortive.  

>>> tutto l'articolo qui:
 
 

domenica 17 aprile 2016

Giuliana Conforto: l'uomo ha diversi corpi, quello visibile contiene gli altri





Giuliana Conforto, astrofisica:
 
“.... i bosoni, ovvero particelle senza spazio nè tempo che PORTANO INFORMAZIONI, stanno dovunque e non hanno limiti. Sono stati scoperti negli anni 70. L'ipotesi è che queste particelle messaggere COMPONGANO ALTRI CORPI DELLO STESSO ESSERE UMANO perchè gli atomi sono vuoti. La morte quindi non è che il distacco del corpo di luce dal corpo fisico, ma l'identità non muore. L'UOMO potrebbe avere DIVERSI CORPI, uno visibile [il fisico] che contiene gli altri, è un contenitore di altri corpi. La morte è solo un distacco, uno svincolo dal corpo visibile, siamo eterni. Noi qui siamo in un film-matrix, la realtà vera è quella fuori.
La luce dominante dell'universo è “oscura” e gli strumenti "scientifici" osservano la luce elettromagnetica [la luce visibile] , che come detto è meno del 5 per cento".
(tratto dal video di cui sopra)

Ho scritto in maiuscola i concetti che sono riscontrabili e sperimentabili con i trattamenti di cui parlo con la qxci-scio.

Riflessione: La realtà in cui siamo nel presente, NON è riformabile e modificabile all'interno dello stesso paradigma che l'ha creata. Un paradigma limitato alla percezione sensoriale che decodifica SOLO il 5% della luce visibile, il restante CHE NON SI VEDE e non si RICONOSCE , eppure ESISTE e interferisce con l'esistente quindi anche noi.

I libri di Giuliana Conforto: 

L'eresia di Giordano Bruno  Il Parto della Vergine  Baby Sun Revelation  

venerdì 15 aprile 2016

Informatore del CDC confessa la FRODE VACCINO-AUTISMO






 da youtube:
Lo slogan del CDC è “salvare vite umane e proteggere le persone“: dopo aver visto questo video non è possibile fare a meno di pensare “quali vite?” e “quali persone?” cercano di salvare. Probabilmente vogliono proteggere loro stessi e qualche industria del farmaco, perché non vi è altra risposta sensata per giustificare lo scandalo di proporzioni immani che sta prendendo corpo negli Stati Uniti.
Il Dr. William Thompson, scienziato di livello mondiale del CDC, pentito illustre, dopo essersi reso conto di una gigantesca falsificazione dei dati in uno studio che pretendeva di sconfessare la tesi che i vaccini causano autismo, è ora in grado di silurare il CDC con le sue informazioni privilegiate sul tema.



BANNER VL Argento 200x154 05 KONIG

giovedì 14 aprile 2016

Il sangue dei vegani combatte la crescita del tumore 8 volte meglio di quello degli onnivori

dieta-vegan-cancro

Dr.Ornish – La dieta vegana potrebbe inibire la crescita del cancro 8 volte meglio Ornish e il suo team di ricercatori ha trovato 93 uomini con cancro alla prostata in fase precoce che si sono offerti di rinunciare a radiazioni, chemioterapia e chirurgia. Poi i pazienti sono stati assegnati ad un gruppo che ha modificato il proprio stile di vita, includendo una dieta vegana a bassa percentuale di grassi (10% sul totale calorico) insieme ad altri comportamenti sani (come camminare 30 minuti sei giorni alla settimana ed esercizi di meditazione) e un gruppo di controllo, che si è limitato a guardare e aspettare.

Dato che il cancro alla prostata è il cancro più diffuso tra gli uomini, anche il Dipartimento della Difesa ha fornito il finanziamento per lo studio. Un anno dopo, i risultati sono stati conteggiati e pubblicati nel numero di settembre 2005 del Journal of Urology, la rivista ufficiale dell’Associazione Urologica americana.


Entro la fine dello studio, 6 dei pazienti del gruppo di controllo avevano abbandonato perché i loro tumori erano in crescita e non potevano più aspettare.
Non un solo paziente del gruppo che seguiva la dieta vegana ha subito la stessa sorte. Infatti, mentre l’attività media del cancro è aumentata nel gruppo di controllo, misurata con test PSA, i marcatori tumorali erano DIMINUITI nel gruppo vegano.

 
Entro la fine dell’anno il tasso di crescita del cancro, come misurato dai test (vedi grafici figura 1 e 2), era enormemente differente tra i due gruppi. Per i pazienti a dieta vegana, i marcatori tumorali erano nettamente calati.


 Figura 1
grafico-sangue-veg
Figura 2

Ma lo studio non si è fermato qui, essendo questi risultati a dir poco rivoluzionari.
Forse una dieta vegan incrementa la forza anti-cancro del sistema immunitario?
Ornish ed i suoi colleghi ricercatori erano intenzionati a venirne a capo.


Hanno quindi preso colture di cellule tumorali umane e le hanno incubate con il sangue prelevato dai pazienti affetti da cancro, alla fine dell’anno. Il siero del sangue prelevato da chi faceva parte del gruppo di controllo ha solo debolmente inibito le cellule tumorali, riducendo la loro crescita solo del 9%, ma il siero preso da coloro che hanno trascorso l’anno consumando una dieta vegana ha inibito la crescita del cancro del 70%, quasi una differenza di 8 volte!


E Ornish ha scoperto che quanto più i pazienti si erano attenuti al programma, migliori sono stati i loro risultati, più il loro cancro sembrava essere in remissione e meglio il loro stesso sangue riusciva ad uccidere le cellule tumorali in laboratorio.

Fonte italiana (con grafico esaustivo) (clicca qui)
Fonte originaria (qui il testo integrale, in inglese)
Titolo: Intensive lifestyle changes may affect the progression of prostate cancer
(I cambiamenti intensivi di stile di vita possono influenzare la progressione del cancro alla prostata)
Autori: Ornish D, et al. 2005.
Pubblicato su: Journal of Urology. 174:1065-70.


tratto da: http://www.vegetariani-roma.it/il-sangue-dei-vegani-combatte-la-crescita-del-tumore-8-volte-meglio-di-quello-degli-onnivori-bastano-2-settimane-di-dieta-vegetale-per-alzare-le-difese-contro-il-cancro/

Pritikin center: 2 settimane di dieta vegana per aumentare la morte delle cellule tumorali del seno del 20-30%

Ornish e i suoi ricercatori si sono chiesti se lo stesso potesse avvenire con il cancro al seno. Questa volta però non hanno voluto attendere un anno per i risultati: hanno quindi prelevato un campione di sangue a 12 donne e poi chiesto loro di consumare una dieta vegana a basso contenuto di grassi per 14 giorni. Alla fine hanno prelevato un altro campione.
Hanno preso questi campioni e li hanno testati su 3 differenti tipi di cancro al seno: il loro sangue ha avuto il potere di rallentare e interrompere la crescita delle cellule tumorali, grazie ad appena 2 settimane di dieta vegana.
La crescita del tumore è diminuita del 6,6, 9,9 e 18,5% rispettivamente per i 3 tipi di tumore al seno considerati, mentre l’apoptosi (ovvero la morte delle cellule tumorali) è aumentata del 20, 23 e 30%.

Quindi c’è da chiedersi: che tipo di sangue vogliamo?
Uno che non ha effetti sulla crescita tumorale, oppure vogliamo un sangue che è capace di rallentare e bloccare il cancro in ogni angolo del nostro corpo?

grafico-pre-post
 Figura 3 – Morte delle cellule tumorali con sangue vegan

(*)apoptosi = indica una forma di morte cellulare programmata.
Si tratta di un processo ben distinto rispetto alla necrosi cellulare, e in condizioni normali contribuisce al mantenimento del numero di cellule di un sistema.
Ad esempio, durante il suo sviluppo, l’embrione umano presenta gli abbozzi di mani e piedi “palmati”: affinché le dita si differenzino, è necessario che le cellule che costituiscono le membrane interdigitali muoiano (questo processo si chiama appunto apoptosi, e non necrosi)


Fonte originaria (qui il testo, in inglese)
Titolo: Effects of a low-fat, high-fiber diet and exercise program on breast cancer risk factors in vivo and tumor cell growth and apoptosis in vitro.
(Effetti di un basso contenuto di grassi, di una dieta ricca di fibre e di un programma di esercizio sui fattori di rischio di cancro al seno, nella crescita delle cellule in vivo del tumore e l’apoptosi in vitro) (per il significato di apoptosi vedi a fine pagina)
Autori: Barnard RJ, Gonzalez JH, Liva ME, Ngo TH.
Pubblicato su: Nutr Cancer. 2006;55(1):28-34.


Fonte: http://www.societavegetariana.org/site/modules/news/article.php?storyid=380
Fonte: http://campagnadisobbedienzaciviledimassa.blogspot.it/2013/05/il-sangue-dei-vegani-combatte-la.html

Divento Vegano   Alimentazione Naturale

mercoledì 13 aprile 2016

Valdo Vaccaro e la lettera di G. Lannes a Mattarella, sulle scie chimiche




LETTERA DI GIANNI LANNES A MATTARELLA SULLE SCHIE CHIMICHE

Ciao Valdo! Gianni Lannes ha pubblicato sul suo blog http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/ una lettera che ha indirizzato al Presidente Mattarella 
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2016/03/scie-belliche-due-parole-al-presidente.html 

IL PRESIDENTE NON GLI DARÀ ASCOLTO

Personalmente ritengo che il Presidente non darà ascolto a Lannes, tuttavia trovo che la lettera sia scritta molto bene e forse vale la pena di segnalarla ai lettori assieme, magari, ad uno dei tuoi magistrali commenti. 
Elena


*****

RISPOSTA

TESTO DELLA LETTERA DI GIANNI LANNES   (sottotitoli di VV)

SI RENDE CONTO O NO CHE SIAMO NELLE MANI DI UN MANIPOLO DI CRIMINALI?

Alla cortese attenzione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
Signor Presidente, Mi rivolgo a lei in qualità di uomo, padre e scrittore. Sicuramente non le sfuggirà il panorama mondiale di distruzione, malattie e morte che attanaglia madre Terra e l'umanità, alimentato dall'ingordigia e dalla bramosia di dominio di una manciata di folli umanoidi soprattutto in Occidente, che controllano le leve del potere economico e comandano quello militare.

IL CIELO ITALIANO TRASFORMATO IN GIGANTESCA CAMERA A GAS

Oggi come ieri e l'altro ieri così da ben 14 anni, il cielo italiano è stato trasformato in una gigantesca camera a gas, da velivoli che atterrano e decollano da aeroporti sul suolo nazionale. Basta volgere lo sguardo all'orizzonte, anche a Roma, dove sfrecciano quotidianamente velivoli militari a bassa quota, rilasciando scie chimiche (quelle di condensa, per note leggi della Fisica, si formano dagli 8 mila metri d'altitudine in alto e non viceversa). Si tratta di sostanze tossiche come alluminio, bario e nanoparticelle artificiali che attentano alla vita di milioni di ignare persone, rilevate in esami biologici di esseri umani ed analisi di campioni d'acqua e di terra. Le prime vittime, quelle più indifese, sono i bambini.

NON FARE NULLA SIGNIFICA ESSERE COMPLICI DEL PEGGIOR DELITTO CHE È L'INDIFFERENZA

È in atto da tempo una guerra ambientale contro il genere umano e la vita. La finzione prende il posto della notizia, la propaganda quello della verità. La biosfera può soddisfare i bisogni di tutti se l'economia globale rispetta i limiti imposti dalla sostenibilità ecologica e dalla giustizia sociale. Pensiamo di non poter far nulla e così diventiamo sempre più complici del più orrendo dei crimini: l'indifferenza. 

I NOSTRI FIGLI HANNO EREDITATO UN MONDO DI MACERIE MORALI ED ECONOMICHE

Il campo della nostra mente è stato ristretto sempre più, così come è stata assottigliata fino all'esaurimento la nostra libertà. Bisogna vivere in un mondo migliore, non basta sognarlo ad occhi socchiusi. I giovani a cui è precluso il futuro, hanno ereditato in prevalenza macerie morali ed economiche.

È DA 15 ANNI CHE LA NATO STA IRRORANDO VELENI SULLE NOSTRE TESTE

Lei, in qualità di capo dello Stato, delle forze armate e della magistratura cosa intende fare per arrestare l'aerosolchemioterapia aerea messa segretamente in atto sistematicamente dalla Nato a partire dal 2002, ovvero l'irrorazione di sostanze tossiche, attività vietata dalla convenzione Enmod dell'Onu e dalla legge 962 del 1980? Lei, presidente Mattarella, vuole essere forse complice di un genocidio? Allora, perché non fa valere la legalità, perché non protegge concretamente la popolazione italiana da questa gravissima insidia che attenta alla salute a e alla vita di milioni di persone, grandi e piccini? Gli esseri umani non possono essere cavie di esperimenti alleati, ma segreti.
Gianni Lannes

*****

RISPOSTA

IL CIELO APPARTIENE ALLA GENTE E NON PUÒ ESSERE IRRORATO DI PARTICOLATI VELENOSE

Grazie Elena e grazie Gianni per questo messaggio indirizzato al presidente di tutti gli italiani e inviatomi in copia. Non si tratta di una questione di secondo piano ma, al contrario di un punto-chiave che va affrontato e risolto al più presto. Il cielo e l'aria appartengono a tutti e non possono diventare una pattumiera chimica al servizio della Cia e della Casa Bianca.

CHI SA E NON PARLA SI RENDE COMPLICE

La menzogna non consiste solo nel dire cose false, ma anche nel tacere quelle vere, soprattutto per chi riveste responsabilità neri riguardi dei cittadini. Menzogna e omertà vanno strettamente a braccetto.

ONDE A BASSISSIMA E A BASSA FREQUENZA DIETRO LE VARIAZIONI DEL CLIMA

Per chi vuol fare lo gnorri non esistono scuse. I dati esistono e sono di provenienza sicura. Nel mio piccolo, basta che uno si compri "Storia dell'Igienismo Naturale", Anima Edizioni, 14 euro, e vada a pag 130, dove si parla di manipolazione del clima e dei fenomeni sismici e marini, mediante le onde di super-bassa frequenza ELF (extraordinary low frequency) e di bassa frequenza VLF (very low frequency). 

ONORE E AMMIRAZIONE NEI RIGUARDI DEL GENERALE FABIO MINI

I dati non arrivano da fonti inaffidabili o da ambienti underground o dalla cultura cosiddetta cospirazionista. Arrivano da una persona coraggiosa, rispettata e altamente quotata sul piano internazionale, da una persona di cui l'Italia può andare fiera ed orgogliosa. Mi riferisco al generale Fabio Mini, che tuttora viene chiamato in diversi dibattiti televisivi. Mini è stato Capo di Stato Maggiore della Nato ed è pure stato insignito di Medaglia d'Oro al merito della Presidenza degli Stati Uniti.

MANIPOLAZIONE PIANIFICATA DELLE CORRENTI DI ALTA QUOTA E DELLE CORRENTI OCEANICHE

Mini non si è trincerato dietro segreti scomodi e delicati, ma ha offerto al mondo intero degli squarci di verità tremendamente importanti. Ha citato gli studi di Thomas Bearden, sciernziato trasparente di elettronica, fisica quantistica e onde longitudinali, nonché autore del testo "America at the brink" (America sull'orlo dell'abisso). Ha descritto in dettaglio che esiste la possibilità. tramite le onde ELF E VLF di manipolare, tramite l'interazione con ionosfera e magnetosfera, le correnti in alta quota chiamate jet streams e con esse il clima globale, le grandi correnti oceaniche e le piattaforme tettoniche.

CREAZIONE DI UN AMBIENTE ELETTROCONDUTTIVO

Si tratta in altri termini di attivare le proprietà piezoelettriche e polarizzanti dei materiali fluottanti nel cielo, innescando così fenomeni come tifoni, terremoti e tsunami. Queste operazioni turbative del clima richiedono un ambiente elettroconduttivo, vale a dire un'atmosfera irrorata di metalli super- leggeri. Chiaro che esiste una strategia sistemica di disinformazione e di negazione da parte delle autorità militari e politiche. da parte dei servizi segreti, trattandosi di operazioni severamente vietate dalla Nazioni Unite!

LE SCIE CHIMICHE SERVONO ALLA INTERESSI DELLA MONSANTO

E qui veniamo alle chemtrails, ovvero alle scie chimiche di cui parla Gianni Lannes. Non è solo una questione dei danni enormi che si stanno causando al pianeta sul piano climatico, danni a vantaggio delle strategie globali Monsanto, dei suoi OGM, dei suoi micidiali glifostati e dei suoi velenosissimi Roundup. 

I DANNI ENORMI NON SONO SOLTANTO SUL CLIMA MA ANCHE SUI TERRENI, SULLE FALDE ACQUIFERE E SULLA GENTE CHE SUBISCE QUESTO IGNOBILE INSULTO

Vanno infatti messe in conto le ricadute dei particolati metallici a base di alluminio, bario e litio, nonché di particelle e polimeri vari, rilevati ormai Italia, Spagna e Grecia, oltre che negli stessi USA.
Si parla di variazioni del pH nei terreni e di morie di api e di uccelli collegate a questi fenomeni.

Valdo Vaccaro
fonte: 

Alimentazione Naturale     Dizionario di Salute Naturale

martedì 12 aprile 2016

10 Rimedi naturali e alimenti contro i metalli pesanti

disintossicare metalli


COME DEPURARSI DAI METALLI PESANTI: 10 ALIMENTI E RIMEDI NATURALI






metalli pesanti possono causare allergie, intolleranze e intossicazioni. Possono avere effetti cancerogeni e interferire con i nostri geni. Pensiamo, ad esempio, all'ampia diffusione dell'allergia al nichel, uno dei metalli pesanti più diffusi, tra i quali troviamo, tra gli altri, anche arsenico, cadmio, piombo,mercurio, cromo, alluminio e cobalto.
I metalli pesanti entrano a contatto con il nostro organismo soprattutto attraverso i cibi che ingeriamo e l'aria inquinata che respiriamo. 
Ecco alcuni consigli per iniziare adepurarsi dai metalli pesanti e per ridurre l'esposizione alle tossine.
Panaceo Med - Zeolite Clinoptilolite Attivata - 180 CapsuleZeolite Plus Attivata - 180 Capsule  1) Zeolite
La Zeolite è un minerale di origine vulcanica. E' considerata un vero e proprio spazzino dell'organismo. La sua struttura microporosa permette l'assorbimento dei metalli pesanti e delle sostanze dannose che circolano nel nostro corpo. Viene spesso utilizzata negli apparecchi ionizzatori e alcalinizzatori per purificare l'acqua di casa. Per una vera e propria disintossicazione dai metalli pesanti, si consiglia di assumere 1 cucchiaino di zeolite in polvere 30 minuti prima dei pasti principali.

Organic Chlorella - 300 Compresse  2) Clorella

L'alga clorella è una microalga unicellulare che vive nelle acqua dolci. La sua assunzione come rimedio naturale favorisce l'eliminazione dei metalli pesanti e l'espulsione delle scorie da parte dell'organismo. E' in grado di ridurre le reazioni allergiche e gli stati infiammatori dovuti all'accumulo di metalli pesanti nel nostro corpo. Può essere acquistata in erboristeria sotto forma di integratore naturale alimentare in capsule.

Coriandolo - Estratto Idroalcolico   3) Coriandolo

Il coriandolo, conosciuto anche come prezzemolo orientale o cinese, svolgeun'interessante azione chelante nei confronti dei metalli pesanti. E' particolarmente utile per la rimozione del mercurio che può essere presente negli spazi tra le cellule e nel nucleo cellulare. L'accumulo di mercurio può causare danni al Dna. E' efficace anche contro cadmio, piombo e alluminio presenti nelle ossa o nel sistema nervoso. Si consiglia di assumere il coriandolo accompagnato dalla clorella, in modo che le tossine non vengano riassorbite.

Succo di Curcuma    4) Curcuma

La curcuma è una spezia di origine orientale molto preziosa e ricca di proprietà benefiche. Tra di esse troviamo la capacità di purificare l'organismo dalle tossine, dai metalli pesanti e dagli agenti inquinanti. Purifica il sangue, facilitala digestione e la depurazione dell'organismo. Le proprietà della curcuma, come comprovato da recenti ricerche scientifiche, vengono attivate in abbinamento al pepe nero. Non dimenticate, dunque, di aggiungere ai vostri piatti un pizzico di entrambe le spezie. Per l'impiego della curcuma a scopo curativo, come integratore, è bene rivolgersi ad un erborista. Per potenziare gli effetti benefici della curcuma, si consiglia, infine, di abbinarla allo zenzero.

Aglio-T - Pastiglie  5) Aglio

L'aglio non è un semplice alimento, ma un vero e proprio medicinale naturale. E' conosciuto e utilizzato fin dall'antichità come rimedio naturale per purificare il sangue e migliorare la circolazione. E' in grado di respingere le tossine dal corpo per via del suo contenuto di zolfo. L'abbondante presenza di selenio bioattivo nell'aglio lo rende efficace per proteggerci dalla tossicità del mercurio. Lo zolfo, invece, contribuisce ad ossidare metalli pesanti come cadmio e piombo, rendendoli solubili in acqua.

Tutti i Segreti del Limone  6) Acqua e limone

Per ottenere acqua pura, libera dai metalli pesanti e alcalina, è possibile rivolgersi ad alcuni strumenti adatti a renderla alcalina e a depurarla dalle sostanze indesiderate. Bere acqua e limone la mattina presto permette di compiere una profonda pulizia del nostro organismo, favorendo l'eliminazione delle tossine e dei metalli pesanti. Questo rimedio naturale rafforza il sistema immunitario e regola il metabolismo.

Misto di Frutti di Bosco Bio    7) Frutta e verdura bio

La frutta e la verdura coltivate industrialmente e con l'utilizzo di pesticidi e di fertilizzanti chimici possono rappresentare una delle fonti di metalli pesantiprovenienti dalla nostra alimentazione. Scegliere frutta e verdura biologica, o comunque coltivata in modo naturale, permette di limitare la nostra esposizione ai metalli pesanti contenuti nei fitofarmaci. Il consumo stesso di frutta e verdura, ricca d'acqua, favorisce l'espulsione da parte dell'organismo dei metalli pesanti. I maggiori vantaggi, soprattutto dal punto di vista dell'eliminazione delle tossine da parte dell'intestino, si otterrebbero consumando frutta e verdura cruda e biologica.

BentonitMed - Detox Polvere  8) Bentonite

La bentonite è una particolare forma di argilla conosciuta da secoli per le numerose proprietà curative. Viene impiegata da secoli sia come integratore alimentare che per il trattamento delle malattie. E' ritenuta utile per assorbire virus e tossine. E' considerata un vero e proprio chelante naturale, efficace per rimuovere i metalli pesanti accumulati nell'organismo. La bentonite, che contiene ioni negativi, sarebbe in grado di attirare le tossine, cariche positivamente. Per una cura disintossicante e chelante a base di bentonite, è bene rivolgersi ad un esperto.
Psillio Cuticola - Whole Husk Psyllium  9) Psyllium
Lo psillio, conosciuto anche come Plantago ovata o Plantago psyllium, è uno dei rimedi naturali più noti contro la stitichezza. L'accumulo di tossine e di metalli pesanti può essere dovuto ad un cattivo funzionamento dell'intestino.Per favorire la rimozione e l'espulsione delle sostanze indesiderate, è possibile assumere lo psillio sotto forma di integratore naturale o di decotto. Per una cura a base di psillio, personalizzata in base alla propria condizione di salute, è bene rivolgersi ad un erborista.

Omega Krill - Integratore Omega 3  10) Omega-3

L'assunzione di integratori e di alimenti ricchi di omega-3 è considerata utile per aiutare il nostro organismo a depurarsi dai metalli pesanti. E' però necessario porre particolare attenzione alle fonti da cui gli omega-3 provengono. Le tipologie di pesce più ricche di omega-3 possono presentare un elevato contenuto di metalli pesanti. Pensiamo, ad esempio, al salmone. E' però possibile reperire in commercio integratori a base di acidi grassi essenziali di origine vegetale. Le sostanze necessarie al nostro organismo per la formazione degli omega-3 sono inoltre presenti nei semi di lino, nelle noci e nell'olio di lino.
tratto da : 

lunedì 11 aprile 2016

Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori


mani figlio padre

La loro bambina è morta di Sids (“morte in culla”) a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente. Tutto successo il  7 Febbraio del 2003 .

Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l’Italia.

Il tribunale di Pesaro ha pronunciato una sentenza storica per l’Italia. Una famiglia, la cui bambina era deceduta di Sids (“morte in culla”) a pochi giorni dalla vaccinazione con l‘Esavalente, si è vista riconoscere un risarcimento di 200.000 euro più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare.
 La battaglia legale è andata avanti fra rinvii, appelli e ricorsi. Alla fine il tribunale ha ritenuto che  che la morte della minore sia da attribuire alla somministrazione del vaccino. La notizia è presente su diverse testate giornalistiche fra cui il Viverepesaro e Resto del Carlino che riporta le parole dell’avvocato della famiglia, Luca Ventaloro:
“La bambina iniziò ad accusare molto presto una serie di sintomi ricollegati alla vaccinazione. Dolori articolari continui, totale inappetenza, sovvertimento del rimo del sonno/veglia. Alla morte avvenuta durante il sonno fece seguito l’autopsia che stabilì che la causa finale era stata una polmonite interstiziale. Il vaccino esavalente era stato composto da antipolio, una difto-tetanica, anti epatite B, anti pertosse e antiemofilo.”

Questo vaccino, il cui nome commerciale è Infanrix Hexa è usato anche in Italia per vaccinare i bambini già dal 2°-3° mese di vita, In quasi tutta Italia il vaccino esavalente (un’unica fiala vaccinale contro 6 germi) è stato silenziosamente imposto scalzando i 4 vaccini prima disponibili e i genitori si sono trovati obbligati, senza alcuna legge dello Stato, a somministrare ai loro figli 6 vaccini contemporaneamente invece dei 4 obbligatori.Ciò è accaduto nonostante si sappia che il rischio che un bambino ha di subire danni da vaccino è tanto maggiore quanto più il bambino è piccolo e tanto è maggiore il numero di vaccini somministrati contemporaneamente.
Questo vaccino è stato ritirato per ordine della casa madre dal commercio di ben 19 paesi
Il 6 ottobre su informasalus.it si legge che la motivazione ufficiale è che:  durante il controllo di qualità è stata riscontrata una contaminazione microbica dell’ambiente di produzione. È riportato che i prodotti finali della lavorazione (cioè il vaccino in oggetto) non sono microbicamente contaminati, ma, allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità, l’ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco Infanrix Hexa dalle farmacie e dai fornitori sanitari.
Il documento ufficiale dice che: “I pazienti che sono stati vaccinati con questo vaccino non sono a rischio a causa del vaccino stesso che soddisfa tutti i requisiti di qualità”. Cioè, il vaccino va benissimo e soddisfa tutti i requisiti di ottima qualità … eppure l’hanno fatto ritirare immediatamente! È difficile comprenderne il motivo, almeno per noi comuni mortali. Il ritiro è stato disposto con urgenza massima: classe 1.
Attualmente i paesi che hanno ritirato il vaccino esavalente sono Spagna, Francia, Germania, Slovacchia, Canada e Australia, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Grecia, Repubblica Ceca, Albania, Malaysia, Vietnam, Qatar, Romania, Libano, Brasile, Malta. 
In Italia se ne parla ben poco, ma il nostro Ministero della Salute, contattato da il Fatto Quotidiano fa sapere che: “In alcuni Paesi la Gsk ha proceduto ad un ritiro cautelativo di alcuni lotti di vaccino Infanrix Hexa avendo individuato un problema nella catena di produzione. I controlli fatti sui lotti ritirati hanno avuto esito favorevole. L’Italia, in ogni caso, non è interessata dal problema, perché i lotti in questione non sono stati commercializzati in Italia”. In conclusione il ministero minimizza, l’azienda assicura che si tratta semplicemente di una procedura di sicurezza e tutti concordano che non c’è motivo di preoccuparsi per l’Italia. Eppure il vaccino viene ritirato, la bambina è morta ed il tribunale ha imputato la causa proprio a quello stesso esavalente. Il tutto mentre da noi ancora si dibatte su quanto dannosi possano o meno essere i vaccini.
 CORRELATI

BANNER VL Argento 200x154 05 KONIG


domenica 10 aprile 2016

British Medical Journal: screening anticancro non salvano vite, anzi ...

Bmedical Journal 

In milioni hanno marciato per la causa del cancro. Ancor più milioni hanno ricevuto una diagnosi precoce e quindi credono che lo screening abbia salvato le loro vite. Tuttavia un nuovo studio conferma qualcosa che abbiamo riportato su questa testata [greenmedinfo.com] da quando è nata: in molti casi, lo screening non solo non ha salvato vite, ma in realtà ha aumentato il rischio di morte.
Un nuovo studio estremamente importante pubblicato nel British Medical Journal, titolava:
“Ecco perchè lo screening non ha mai mostrato di salvare vite e cosa possiamo fare per questo”
Lo screening per il cancro non è stato all'altezza della promessa che ha sostenuto  a lungo, ossia quella di “salvare vite”, perché le riduzioni nella mortalità di una malattia specifica non equivale alle riduzioni nella mortalità generale. Ancora peggio, in alcuni casi la mortalità generale in realtà è aumentata a causa dello screening.
Il nuovo studio di Vinay Prasad e colleghi, sostiene che il vero standard di successo in qualsiasi programma di screening contro il cancro, è se i cancri che vengono diagnosticati e trattati in fase iniziale, finiscono poi con l’essere veramente una riduzione della mortalità generale
Per esempio,  abbiamo riferito ampiamente della erronea e diffusa classificazione come cancro maligno, del carcinoma duttale in situ (DCIS), così come anche della sovrastimata diagnosi del livello epidemico e del trattamento.
A decine di migliaia di donne ogni anno vengono fatte diagnosi di questi cosiddetti cancri al seno allo stadio iniziale, sebbene il National Cancer Institute stesso riconosca che dovrebbe essere classificato come benigno o come lesioni indolenti di origine epiteliale. 
Il The New England Journal of Medicine nel 2012 pubblico’ uno studio che mostra che circa 1,3 milioni di donne avevano avuto una diagnosi di DCIS negli ultimi trent’anni e la più parte aveva ricevuto o la masectomia, o la nodulectomia mammaria,  o la radiazione,  o la chemioterapia o una combinazione di questi.
Ironico il fatto, che molte di queste donne crede ardentemente che le loro vite siano state salvate dallo screening e dal trattamento, Mostrando così di soccombere a ciò che è l'equivalente biomedico della sindrome di Stoccolma, dove identificarsi con l'aggressore, diventa un palliativo
In realtà, la più parte ha sofferto di un danno irreparabile, ma non dal cancro, piuttosto dagli effetti fisici e psicologici, per aver ricevuto una diagnosi e un trattamento sbagliati.

Siccome alla fine si è trattato di mortalità specifica del cancro al seno (il cancro al seno invasivo non è diminuito ma aumentato con lo screening, indicando cosi una iperdiagnosi), e non di mortalità generale, probabilmente queste vite di donne, a cui era stato diagnosticato il DCIS, sono state stroncate  a causa di programmi di screening . Come minimo, la qualità delle loro vite è stata segnata negativamente e in modo significativo
>>> tutto l'articolo qui:
Beck-Zapper-Pro
 zapper Beck