IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
La guarigione non locale a distanza, in subspazio, con la qxci-scio

venerdì 16 settembre 2016

Bayer e Monsanto si uniscono. Non è proprio una bella notizia....



Bayer e Monsanto si uniscono. Il colosso farmaceutico europeo e la multinazionale degli Ogm statunitense hanno trovato un accordo dopo un lungo tira e molla. Monsanto ha accettato l’offerta da 66 miliardi per la fusione con Bayer dopo aver rifiutato i 62 miliardi proposti solo pochi mesi fa.

Dopo il rifiuto di Monsanto dello scorso maggio pensavamo che l’idea della fusione tra le due multinazionali non si sarebbe concretizzata molto presto e invece ecco il raggiungimento dell’accordo che fa tremare chi si batte per la difesa dell’agricoltura biologica e sostenibile.

La fusione tra Bayer e Monsanto in realtà sarebbe la conseguenza della sconfitta della multinazionale statunitense per quanto riguarda il fallimento delle coltivazioni Ogm in Europa che ormai sono in calo costante da anni e che del resto riguardano soltanto il mais geneticamente modificato.

Gli Ogm hanno avuto molta più fortuna in altri Paesi del mondo rispetto all’Europa. Monsanto tende ad esempio a sfruttare i Paesi in via di sviluppo, a partire dall’Africa, per la diffusione delle coltivazioni geneticamente modificate. L’Europa da questo punto di vista non si è lasciata sottomettere dato che le coltivazioni di mais Ogm sono comunque piuttosto limitate.

Dunque la multinazionale Usa ha scelto un’altra strategia per farsi strada in Europa, cioè appoggiare il colosso tedesco Bayer. Pensate che nel solo 2015 le semine Ogm in Europa sono crollate di ben il 18% secondo i dati riportati dalla Coldiretti. 

Perché Bayer e Monsanto si sono unite?

Secondo la Coldiretti la motivazione è molto semplice: le multinazionali hanno tutto l’interesse a concentrare la commercializzazione di fitofarmaci e sementi per garantirsi profitti in un  momento in cui, tra l’altro, il mercato europeo anche per i nuovi indirizzi di Politica Agricola Comunitaria finalizzati a garantire processi di produzione a basso impatto ambientale, hanno determinato una sensibile riduzione nell’uso dei prodotti fitosanitari, mentre la positiva scelta della quasi totalità degli Stati europei, di rifiutare il ricorso alle sementi Ogm ha determinato una contrazione del volume di affari delle multinazionali dell’agrochimica sul mercato europeo.

Cosa succederà adesso?
Con l’acquisizione di Monsanto da parte di Bayer nasce un gigante dell'agrochimica che controlla il 24% del mercato dei fitofarmaci e il 29% del mercato dei semi ed una consistente presenza nella genetica vegetale per l’agricoltura che, come sostiene la Coldiretti, genera una posizione di oligopolio che aumenta anche lo squilibrio di potere contrattuale nei confronti degli agricoltori.

Una nuova fusione
La fusione tra Bayer e Monsanto segue l’acquisizione del gruppo Syngenta da parte di Chemchina e la fusione tra Dow Chemical e Dupont a conferma dei rischi di una eccessiva concentrazione di poche multinazionali su mercati come quelli delle sementi che sono strategici per la sovranità alimentare dei singoli Paesi.

E in Italia?
Quali ripercussioni avrà la nuova fusione sull’agricoltura italiana? Non possiamo ancora dirlo ma ciò che conta è che il nostro Paese continui a battersi per difendere la biodiversità, contro le coltivazioni Ogm e contro l’abuso di pesticidi e fitofarmaci. 

“E’ evidente la necessità per l’Italia di salvaguardare il patrimonio unico di biodiversità di cui dispone con un maggiore impegno nel presidio di un settore determinante per la difesa dell’ambiente ma anche per la competitività del Made in Italy” - ha concluso il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo. 

fonte: http://www.greenbiz.it/food/agricoltura/15100-monsanto-bayer-fusione

Nessun commento: