IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO
TRATTAMENTI DI RIEQUILIBRO ENERGETICO INFORMAZIONALE CON LA QXCI-SCIO

giovedì 11 maggio 2017

Emilia Romagna e vaccini: boicottaggio della costa romagnola?

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

(...) etratto DA https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1821284091532178&id=100009518136064

La maggior parte delle persone che si informa tramite la tv e i giornali ha nel cervello l’uguaglianza: vaccinazione e immunità. 

Nella realtà vaccinare non significa immunizzare, e queste cose gli esperti non possono non saperle, quindi mentono spudoratamente sapendo di mentire.

Nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, anno 47, numero 36 del 25 novembre 2016 si legge quanto segue:

Al fine di preservare lo stato di salute sia del minore sia della collettività con cui il medesimo viene a contatto, costituisce requisito di accesso ai servizi educativi e ricreativi pubblici e privati l’avere assolto da parte del minore gli obblighi vaccinali prescritti dalla normativa vigente.
Per accedere ai servizi educativi (asili e scuole) e ricreativi pubblici e privati, quindi spiagge, parco giochi, ludoteche, ecc., i bambini devono essere vaccinati!


Fra gli aspetti innovativi introdotti, vi è la previsione di assoggettare l'accesso ai servizi 0-3 anni, all’espletamento dell'obbligo vaccinale.


E qui casca il somaro.
Vogliono assoggettare l’accesso, quindi vietare l’entrata in luoghi pubblici e/o privati ai bambini non vaccinati di età compresa tra 0 e 3 anni


Quindi per gli esperti di salute pubblica della Regione Emilia-Romagna un bambino di 4 anni non è più rischioso per la comunità, non è più in grado di infettare i bambini vaccinati nella spiaggia o nel parchetto… 

E tutti gli adulti che frequentano i parchi e le spiagge? I bagnini, gli animatori, per non parlare delle persone anziane, tutti questi non coperti da vaccini non possono essere untori? Cosa facciamo allora: vacciniamo il mondo intero? Esattamente quello che vorrebbe qualche disgraziato che ha interessi economici e che guadagna su brevetti legati ai vaccini.


Boicottaggio della costa romagnola
Cosa c’è di più bello per una famiglia che andare in vacanza al mare, scegliere l’albergo o la pensione, scaricare le valigie, mettersi le infradito, il pareo attorno alla vita e andare in spiaggia con secchiello, paletta, bocce? Poi arrivi all’entrata dello stabilimento e trovi un cartello nuovo di zecca che impedisce l’accesso se tuo figlio non ha il tesserino sanitario in regola con le vaccinazioni!


Se questo sarà confermato, se cioè l’Italia farà un salto indietro nel tempo di ottant’anni, sarebbe bene boicottare la riviera romagnola dando un pesante segnale economico e quindi politico alle varie associazione del settore, le quali poi si faranno sentire alzando la voce contro i tristissimi burattini comunali, provinciali e regionali. 


Il periodo è ideale visto che si sta già pensando alle ferie e alle vacanze.
Dato che tali politicanti non si possono arrestare, vaccinare in massa e rinchiudere da qualche parte, quello che rimane è il boicottaggio. Siamo noi a decidere a chi dare i nostri soldi, ricordiamolo. 


Il Potere economico è nelle nostre mani.
Tale provvedimento dovrebbe partire da settembre 2017 (secondo il nuovo anno accademico), ma guarda caso subito dopo il periodo estivo, il tutto per garantirsi l’estate piena dal punto di vista economico. 


Se ciò non verrà smentito ufficialmente dalla Regione il boicottaggio va fatto lo stesso e subito. Prenotare e poi disdire. Prenotare e poi disdire…
 
Diamo un segnale politico con fermezza!
Chiediamo pubblicamente all’associazione degli albergatori e a tutte le attività commerciali private non in linea con tali idiozie di farsi avanti, farsi sentire in Regione.


PS: pubblicità gratuita e consapevole agli albergatori che prenderanno le distanze

VACCINI: BOICOTTIAMO L'EMILIA ROMAGNA
Marcello Pamio – 10 maggio 2017


Nessun commento: